Ferrari, Domenicali: “Impossibile andare in fuga” [VIDEO]

Formula 1: il team principal della Ferrari Stefano Domenicali commenta l'attuale momento favorevole della scuderia e predica cautela

da , il

    Ferrari, Domenicali: “Impossibile andare in fuga” [VIDEO]

    In questa prima metà di stagione 2012 di Formula 1, Fernando Alonso ha ottenuto e consolidato il primato in classifica mondiale sgretolando uno ad uno gli avversari. Gli altri arrancano, commettono errori, si perdono tra le difficoltà delle loro vetture. Si rubano punti. Il pilota della Ferrari, invece, riesce sempre a galleggiare tra le mille difficoltà, tirando fuori il massimo dalla monoposto ed ottimizzando ogni situazione. Vista così, la strada appare tutta in discesa per la scuderia italiana che da qualche domenica può contare anche su una F2012 all’altezza della situazione. Eppure, giustamente, Stefano Domenicali predica prudenza. Il team principal del Cavallino Rampante non si fida di praticamente nessuno dei suoi rivali diretti. Sono dietro in classifica. Ma sono tutti ancora lì.

    Ferrari, Domenicali: “Abbiamo vaccino contro l’euforia”

    I tifosi italiani si gasino pure. Possono farlo. Hanno un pilota fantastico da osannare che risponde al nome di Fernando Alonso. Hanno un primato in classifica netto da gustarsi. Hanno una Ferrari F2012 che regge il passo con la concorrenza. Stefano Domenicali, però, getta acqua sul fuoco degli entusiasmi:“Ci fa piacere vedere che i nostri tifosi sono felici per gli ultimi risultati ma nessuno a Maranello si fa alcun tipo di illusione. Il fatto di essere in testa al Mondiale Piloti con Fernando non ci fa certo pensare che va tutto bene e che si va col vento in poppa, semmai il nostro pensiero va nella direzione opposta. A Budapest la Red Bull è sempre andata fortissimo negli ultimi anni e la McLaren ha dimostrato in Germania di essere tornata all’avanguardia dopo una piccola flessione nella loro gara di casa. E poi ci sono la Mercedes, la Lotus e altre squadre, come Williams e Sauber, che hanno dimostrato di poter, in alcune circostanze, lottare anche per il podio. Come si può capire facilmente, la concorrenza è tanto forte quanto numerosa”, ha dichiarato sul sito ufficiale ferrari.com. L’imperativo che vige in quel di Maranello è lavorare a testa bassa. Sempre e comunque. Non deprimersi quando tutto va storto. Non illudersi quando le cose sono a posto:“Dopo Budapest - ha aggiunto il team principal del Cavallino allungano lo sguardo al termine della pausa estiva – ci aspettano due gare difficilissime come Spa e Monza, dove dobbiamo dimostrare di avere anche sui circuiti veloci un buon livello di competitività. La prestazione della F2012 è migliorata dall’inizio della stagione ma finché non sarà la macchina più veloce in pista non potremo dirci contenti”.

    Alonso e Massa fanno visita ai terremotati dell’Emilia

    Approfittando di una giornata di relax tra il GP di Germania ed il prossimo appuntamento in Ungheria, Fernando Alonso Felipe Massa hanno fatto una visita ad alcune delle popolazioni vittime del terremoto in Emilia-Romagna. “Per noi è importante essere qui per portarvi un segno di affetto – ha detto Massa - Sono sicuro che le cose miglioreranno e torneranno alla normalità”. Alonso ha aggiunto:“Sentivamo il bisogno di venire a trovarvi in un momento per voi così difficile perché, anche se non siamo vicini a voi fisicamente, vi siamo accanto con i nostri pensieri. Vogliamo farvi sentire il supporto di noi piloti e di tutta la Ferrari perché siamo con voi, non ve lo dimenticate”. Entrambi i piloti sono rimasti impressionati dalla distruzione di alcuni centri storici come quello di Mirandola, uno dei più colpiti:“Spero che la nostra visita richiami l’attenzione sul fatto che non bisogna perdere un attimo di tempo per la ricostruzione. La gente di qui è forte, ha lo stesso carattere della gente della Ferrari, gente che non molla mai: sono sicuro che ce la faranno”, ha affermato Alonso.