Ferrari F10: i commenti di Massa e Alonso

A “scoprire” la nuova Ferrari F10, Fernando Alonso e Felipe Massa

da , il

    Presentata oggi la nuova Ferrari: la monoposto che disputerà il prossimo mondiale di Formula Uno si chiama F10 (Maranello torna dunque alla tradizione di nominare le auto con la F più l’anno del debutto) e promette scintille…

    A “scoprire” la nuova Ferrari F10, Fernando Alonso e Felipe Massa. Lo spagnolo era emozionato per la sua “prima volta”, mentre il brasiliano scalpita per tornare in pista: il fascino del Cavallino Rampante non lascia indifferenti nemmeno i piloti più navigati della F1!

    Fernando Alonso e Felipe Massa entusiasti della nuova F10, il bolide messo a loro disposizione dalla Ferrarila 56ma monoposto F1 sfornata da Maranello) per dare l’assalto al mondiale di Formula Uno.

    Emozionatissimo Fernando Alonso: era la sua “prima volta” a una presentazione Ferrari e il fascino del Cavallino Rampante è tale da poter ammaliare anche un pilota già due volte campione del mondo: “Sono emozionato di esser in Ferrari e ringrazio la squadra che ha lavorato moltissimo per realizzare la vettura: so quanta passione c’è stata nella sua costruzione,” ha dichiarato lo spagnolo, che promette, “Io e Felipe siamo pronti a tirar fuori il cento per cento dalla nuova monoposto!

    Felipe Massa vuole invece lasciarsi alle spalle il drammatico incidente dello scorso luglio e non vede l’ora di ripartire a bordo della nuova Rossa: “Sono orgoglioso di avere una voglia enorme di correre,” ha dichiarato il brasiliano, “Spero che questa sia una macchina davvero competitiva, che ci consenta di lottare fino alla fine per il titolo mondiale. La nostra voglia di vincere è enorme!

    Parole ottimistiche anche da parte di Stefano Domenicali: “L’obiettivo di Fernando è vincere il Mondiale piloti una terza volta dopo le due in Benetton. Abbiamo Felipe, un nuovo Felipe, lo conosciamo tutti. Dopo l’incidente in Ungheria, dopo la nascita del figlio potrà farà sicuramente bene. Sono due grandissimi piloti! E un in bocca al lupo anche a Genè, Fisichella e Badoer.