Ferrari: il maltempo congela la riscossa?

da , il

    Ferrari: il maltempo congela la riscossa?

    Doveva essere una settimana decisiva, nella quale sarebbe stata provata la nuova ala anteriore e sarebbe stato fatto il punto su tutto il lavoro svolto durante l’inverno, ma il maltempo ha rovinato i piani della Ferrari.

    Dato che non ci sono stati gli attesi miglioramenti del meteo, anche il prolungamento delle prove non è servito ad un gran ché.

    Basse temperature, pioggia e nevischio hanno impedito di girare proficuamente e con regolarità. Perciò tra una settimana ci sarà ancora più curiosità attorno alla Ferrari per vedere a che punto sarà rispetto alla concorrenza.

    Nonostante non sia stato possibile scoprire il vero potenziale della vettura, è indubbio – però – che i test di questi giorni non sono stati vani e qualche progresso rispetto alle settimane scorse è sicuramente stato fatto.

    Non a caso Schumacher si è detto convinto di riuscire a lottare per il mondiale ed ha messo la Ferrari assieme a Renault, Honda e McLaren. Anche il tedesco, però, ha confessato di non saper giudicare quanto sarà il distacco o il vantaggio che la Rossa avrà nei confronti degli altri.

    Se sulle prestazioni – nonostante regni l’ottimismo – l’incognita è molto elevata, un dato incoraggiante viene dall’affidabilità che pare tornata quella tipica delle vetture di Maranello. Come aveva anche chiesto il Presidente, il primo obiettivo sembra raggiunto. Ad onor del vero dobbiamo registrare che avendo provato questa settimana in condizioni non ideali, anche le parti meccaniche sono state meno stressate.

    Ma non è certo questo il momento di fare i puntigliosi. Adesso c’è solo da far passare l’ultima settimana di attesa. Ci rassicura sentire che tutti gli uomini in Rosso, Schumacher in testa, sono convinti che le cose andranno meglio dello scorso anno.

    L’unico timore è che fare meglio dello scorso anno possa non bastare.