Ferrari: il rinnovo di Massa può attendere! E lui va dallo psicologo

Formula 1: doccia fredda per Felipe Massa

da , il

    Ferrari: il rinnovo di Massa può attendere! E lui va dallo psicologo

    Come cambiano gli scenari in Formula 1! Poco più di un mese fa Felipe Massa era destinato a lasciare la Ferrari con certezza matematica al termine della stagione 2012. Alcuni, addirittura, sospettavano che il brasiliano potesse persino essere scaricato dalla scuderia italiana prima della fine dell’anno. Sono bastate due prestazioni confortanti ed il parallelo rinnovo di Mark Webber con la Red Bull per ribaltare la situazione e dare ormai per scontato la conferma del contratto tra il pilota di San Paolo ed il Cavallino Rampante. Che il 30enne vice campione del mondo nel 2008 abbia poche speranze, però, viene reso pubblico direttamente dal sito ufficiale della Ferrari dove si dichiara:“A Maranello non c’è nessuna fretta di decidere, questo è un dato di fatto”.

    Ferrari: Massa non convince ancora

    Viene da chiedersi: cosa manca ancora alla Ferrari per decidere se confermare o meno Felipe Massa? Il pilota è nella famiglia italiana da dieci anni. Non penso debba essere conosciuto meglio. Stefano Domenicali e Luca di Montezemolo sanno alla perfezione i suoi pregi ed i suoi difetti. Se stanno ancora prendendo tempo, molto probabilmente è perché vogliono mettere un altro pilota a fianco di Fernando Alonso per la stagione 2013. Non credete? “A Maranello non c’è nessuna fretta di decidere, questo è un dato di fatto. Ieri qualcuno ha visto svanire alcune delle certezze assolute degli ultimi mesi, quella relativa all’arrivo di Webber. Ora la voce più accreditata dà per scontata la conferma di Felipe, spesso promossa da chi, non più tardi di un paio di mesi fa, giudicava il brasiliano non soltanto fuori gioco per il 2013 ma ormai in procinto di essere sostituito già nel corso di questa stagione”, sul sito www.ferrari.com si leggono parole giustamente polemiche nei confronti del lavoro dei mass media. Non facciano, però, i verginelli quelli dell’ufficio stampa del Cavallino Rampante. Sanno benissimo com’è che funziona il giochino al quale, con questa uscita, hanno dato un nuovo impulso.

    Massa chiede aiuto ad uno psicologo

    Si siamo arrivati a questo punto è perché Felipe Massa non è ancora stato in grado di rispondere ad una semplice domanda: che fine ha fatto il pilota in grado di giocarsela quasi alla pari con Kimi Raikkonen nel biennio 2007-2008 e di non sfigurare al confronto con Michael Schumacher nel 2006? I maligni fanno notare che è dall’incidente del 2009 nel quale rischiò di perdere un occhio che il paulista non è più lo stesso. Altri credono, invece, che sia semplicemente la forza di Alonso ad averlo ridimensionato. Altri ancora, infine, fanno notare che lo stile di guida di Massa è perfetto per monoposto ottimamente bilanciate mentre non riesce a rendere su auto molto problematiche. La storia della F2012 lo confermerebbe. Solo adesso che la macchina è migliorata anche il brasiliano ha lanciato dei segnali di risveglio. Ad aiutarlo nella risalita, per sua stessa ammissione, ha avuto un ruolo importante anche il ricorso a delle cure particolari:“I brutti risultati hanno influito dal punto di vista psicologico - ha detto ad alcuni giornalisti suoi connazionali – Ho cercato uno psicologo, ho fatto terapia. Devo provare tutto fino alla fine perché credo che le cose cambieranno”. Massa ha poi aggiunto:“Sono stanco di questa storia, non sono stupido – ha replicato a chi sospetta che l’incidente del 2009 lo abbia reso diverso – Non solo ci ho pensato ma ho fatto 45 mila esami e tutti i medici dicono che non ho nulla anche se comunque non riesco a trovare un perché”. Il pilota Ferrari ha polemizzato anche con la stampa del suo Paese:“Non trovo giusto che il 99% dei giornalisti vada contro un personaggio che rappresenta la loro stessa nazione”.