Ferrari minaccia di lasciare la Formula 1

la ferrari minaccia un clamoroso ritiro dalla formula 1 qualora la federazione dell'automobile obbligasse i team ad utilizzare un motore unico,uguale per tutti

da , il

    Dopo quasi 60 anni di successi planetari e dopo esserne divenuta simbolo indiscusso, la Scuderia Ferrari minaccia di lasciare la Formula 1. E’ questa la risposta che il team di Maranello riserva a Max Mosley ed alla FIA che hanno proposto ai costruttori un motore unico, standard, uguale per tutti.

    MINACCIA. “La Formula 1 è competizione e sviluppo e così la Ferrari l’ha sempre interpretata - si legge nel comunicato fatto uscire da Maranello a seguito dell’incontro con gli azionisti – per cui, se venissero a mancare questi presupposti, la Ferrari potrebbe decidere di farsi da parte”.

    SIMBOLO. Ricordiamo che la Ferrari non è solo la scuderia più vincente della massima competizione motoristica ma è anche l’unica ad essere presente ininterrottamente dal 1950, anno in cui la Formula 1 vide la luce. Rinunciare alla squadra italiana, quindi, sarebbe un costo in termini di popolarità letteralmente insostenibile per tutto il movimento.

    TOYOTA IN DUBBIO. Va ricordato, inoltre, che già qualche giorno fa persino la Toyota aveva minacciato il ritiro per gli stessi motivi. C’è di più. La scuderia nipponica sembrerebbe seriamente interessata ad entrare nella categoria Le Mans dove probabilmente avrebbe maggiori chance di ben figurare rispetto a quanto non abbia fatto in Formula 1. E per bocca dello stesso boss Yamashina arrivano indirette conferme alle indiscrezioni:“Vogliamo restare in F1 ma ci sono alcuni aspetti ancora da valutare. Infatti, non sarebbe sostenibile mantenere il nostro impegno in entrambe le discipline”. Trulli a parte, in pochi sentirebbero la mancanza del colosso giapponese. Se, però, oltre che i vecchi costruttori, anche i grandi nomi decidono di fare le valigie dal Circus, la sopravvivenza della disciplina diviene seriamente a rischio.

    Foto: google