Fiat-Yamaha: il matrimonio s’ha da fare?

Fiat-Yamaha: il matrimonio s'ha da fare?

da , il

    Fiat-Yamaha: il matrimonio s’ha da fare?

    Si. No. Forse.

    Per definire l’eventuale matrimonio tra Fiat e Yamaha, sembrano essere queste le possibili combinazioni. Cioè tutte.

    E il caso, particolarmente seguito com’è ovvio dalla stampa italiana e non, rischia di diventare un soap opera degna di quella che fu, a suo tempo, con Ferrari.

    Alla fine, di Valentino si parla sempre. Perfetto catalizzatore di vendite, vettore esasperato di pubblicità, si è semplicemente capito che la figura di Rossi, coinvolta volente o nolente nel gossip di mercato e notizie motoristiche, fa vendere. Questo è il punto.

    La Fiat ha bisogno di visibilità per la nuova 500? Chiama Valentino.

    La Nastro Azzurro vuol cambiare target di vendite? Chiama Valentino.

    La Honda vuol vendere la Civic in Italia? Semplice. Chiama Valentino.

    E così, tra smentite e affermazioni aleatorie, si è snocciolato prima il “caso Ferrari” che ha dato nuova linfa alla Formula 1 e ora il “caso Fiat”, a qualche mese prima del “parto” della nuova 500 (vettura con cui la casa torinese spera di raggiungere il risultato ottenuto inquant’anni fa con la piccola della Fabbrica Italiana Automobili Torino) e a pochi giorni dal lancio della nuova Bravo, per il quale èstto creato addirittura un forum su misura.

    E anche se non sarà, e anche se non dovesse concludersi nulla, e se tutto questo parlare, alla fine, fosse fondato solo su esigue basi, poco importa. Quello che conta è che il nome sia nell’aria, lo si respiri, lo si “senta” sulla pelle, lo si segua quasi come una telenovela, senza curarsi del reale “amore” tra i due protagonisti e quale sia la loro fine, ma solo assorbendo istante per istante frattali di marketing come fosse un Truman Show tipicamente italiano, dove le scommesse da bar la fanno da padrone.

    Questo è.

    La trovata di chi sia non si sa. Lapo Elkan è stato già da tempo salutato da mamma Fiat (sebbene Valentino e il rampollo di casa Agnelli siano amici) tanto che ha deciso di camminare con le sue proprie gambe mettendo su la sua azienda di design e producendo per ora solo un paio di occhiali da 1.000 euro.

    La telenovela continua. Per il lauto piacere di tutti.

    La nuova livrea Yamaha sarà svelata a Jerez, ma la “pubblicazione di matromonio” potrebbe veder la luce ben prima, proprio tra qualche giorno. Voci di corridoio (e di open space) sussurrano che “la carena della M1 è già pronta…”

    Forse che si, forse che no” cantava Litfiba.

    Aspettiamo.

    Aspettiamo.

    Alla fine, gli appassionati, aspettano.

    Di vedere correre Valentino.

    Con qualunque colore.