Formula 1: Fanta F1 in Cina, F-Duct decisivo?

Formula 1: arriva il Gran Premio della Cina di Formula 1 ed arriva la quarta tappa del gioco a pronostici gratuito Fanta F1

da , il

    Formula 1: Fanta F1 in Cina, F-Duct decisivo?

    Arriva il Gran Premio della Cina 2010 di Formula 1 ed arriva il quarto appuntamento stagionale con il nostro gioco a pronostici Fanta F1. Dopo un paio di gare contraddistinte dai colpi di scena e dalle previsioni meteo in grado di scombussolare i valori in campo, per la tappa di Shanghai si dovrebbero correre meno rischi. Le condizioni ambientali, infatti, pur se fredde, dovrebbero restare stabili per tutto il weekend lasciando fino a domenica sera la pista asciutta. Favorito per la pole position, quindi, è Sebastian Vettel mentre per la gara si deve fare i conti con la crescita McLaren e la fragilità Ferrari.

    GP CINA F1. Ricordiamo che c’è tempo fino alle ore 23.59 del venerdì per pronosticare il pilota che otterrà la pole position nelle qualifiche del sabato mentre ci sono 24 ore in più per indicare i primi 8 classificati in gara e l’autore del giro più veloce. Sebastian Vettel resta il grande favorito per la partenza dalla piazzola numero 1. Buone sorpresa dal giro secco potrebbero arrivare dalla Ferrari che in Cina porta interessanti novità aerodinamiche e dalla McLaren che vede tra le sue fila un Lewis Hamilton motivatissimo a sfruttare il vantaggio dato dal sistema F-Duct nei due rettilinei di Shanghai. Per quanto riguarda l’ordine di arrivo, si conferma Sebastian Vettel come più probabile vincitore seguito dal quartetto Alonso-Massa-Hamilton-Webber che, affidabilità permettendo, si giocherà le proprie carte fino all’ultimo. Guardinghi ma molto quotati Rosberg, Button, Schumacher e Kubica con il giovane tedesco della Mercedes sicuramente una spanna sopra gli altri. Immancabili in zona punti le Force India di Sutil e Liuzzi.

    F-DUCT. Citavamo prima il sistema F-Duct, vale a dire quel canale d’aria che entra nell’abitacolo dei piloti McLaren grazia ad un loro movimento del ginocchio e consente, in rettilineo, di creare una sorta di stallo dell’ala posteriore in grado di regalare fino a 10 km/h di velocità di punta in più senza andare minimamente ad incidere su bilanciamento e assetto della vettura. L’aggeggio fa gola un po’ a tutti. Tant’è che le varie scuderie si sono messe affannosamente al lavoro per cercare di imitarlo in tempi rapidissimi. In anticipo sulle previsioni che parlavano di esordio capillare per il GP di Spagna, prima tappa europea della stagione 2010, già nelle prove libere del GP della Cina alcuni lo hanno testato e non è escluso che lo adottino immediatamente in gara. “I nostri piani sono di averla sulla vettura per tutto il fine settimana”, ha dichiarato Pedro de la Rosa della Sauber. Quella elvetica è stata la primissima scuderia a lavorarci su dopo la McLaren. Sul piede dell’F-Duct ci sono anche Ferrari, Williams e Mercedes. “Il sistema funziona come quello della McLaren”, ha anticipato il pilota di Grove Nico Hulkenberg. “Il nostro sistema ha funzionato in simulazione e in galleria del vento,” ha spiegato anche il direttore tecnico Mercedes Ross Brawn confermando che, ottenuto l’Ok dalla pista durante le prove libere, potrà essere usato anche in qualifica e gara. Fintanto che sono i piccoli team a provarlo non c’è da aspettarsi grossi sconvolgimenti dei valori in campo. Qualora anche Ferrari e Mercedes possano spingere con 10 km/h in più, ci sarà da vederne delle belle…