Formula 1, Binotto: “Momento duro, in Australia per dare una gioia ai tifosi Ferrari”

Il team principal della Ferrari punta la gara di Melbourne: 'Sappiamo che i nostri rivali sono molto forti, questa gara ci darà indicazione sul livello della nostra performance'

da , il

    mattia Binotto

    La Formula 1, così come la Ferrari, è pronta ad iniziare una nuova stagione partendo come di consueto dall’Australia, gara che inaugura l’anno con il tracciato dell’Albert Park di Melbourne grande protagonista. Dopo un inverno di lungo lavoro le scuderie sono pronte per il debutto con la Rossa, guidata anche quest’anno da Charles Leclerc e Sebastian Vettel, a cercare di iniziare con il piede il 2020.

    Il GP Australia test verità per Ferrari

    Una stagione che, almeno stando ai test, vede la Ferrari un passo indietro rispetto ai rivali della Mercedes. Il mondiale, però, è tutta un’altra cosa e in una stagione lunga e massacrante come quella che sta per iniziare non sarà certo il GP d’Australia a decidere le sorti dell’intero mondiale. Nonostante questo, però, è fondamentale partire con il piede giusto; lo sa bene Mattia Binotto, team principal della Ferrari, che sottolinea come la gara di Melbourne darà una prima idea del valore della SF1000: ” Dopo un lungo inverno di intenso lavoro nel quale abbiamo costruito e sviluppato la nostra monoposto è giunto il momento di avere una prima affidabile indicazione di quale sia il nostro livello di performance e di quanto efficaci siano le migliorie che abbiamo introdotto negli ultimi mesi. Sappiamo perfettamente che i nostri rivali sono molto forti, ma siamo anche consapevoli di quanto lunga sia la stagione che ci aspetta e di quanto gli sviluppi, l’affidabilità e la nostra efficienza nei vari processi potrà essere importante. Affronteremo tutte le sfide che ci attendono da squadra, consci dei progressi che dobbiamo fare e consapevoli di avere alle spalle tanti straordinari tifosi in tutto il mondo” sono state le sue parole al sito ufficiale della scuderia.

    Un appuntamento importante, ma non certo decisivo per il titolo, che arriva in un momento particolare non solo per l’Italia, ma per tutto il mondo, alle prese con l’emergenza coronavirus. Un motivo in più, come sottolineato da Binotto, per la Ferrari per fare bene in Australia regalando una gioia ai propri tifosi: “L’Italia, il nostro Paese, e il mondo intero stanno vivendo tempi non facili e noi, come parte della Formula 1, abbiamo il compito di provare a strappare un sorriso o quanto meno di far divertire il pubblico che come sempre attende la prima gara della stagione con una trepidazione simile a quella che anima me e tutti i ragazzi della Scuderia” ha concluso.