Formula 1: Hamilton promette di darsi una calmata

Se Jenson Button per ora è il re della classifica piloti, con 2 vittorie messe a segno su 4 gare disupate, il compagno di squadra Lewis Hamilton, in questo inizio di stagione si conferma come il mago dei sorpassi

da , il

    Formula 1: Hamilton promette di darsi una calmata

    Se la Red Bull per ora si conferma come la squadra leader delle qualifiche, e Jenson Button guida la classifica piloti con 2 vittorie messe a segno su 4 gare disputate, in questa stagione 2010, il suo compagno di squadra Lewis Hamilton è ufficialmente il re dei sorpassi. Il pilota della McLaren non è ancora salito sul gradino più alto del podio, ma ha già dimostrato una tenacia inesauribile in tutte le gare, risalendo più volte la griglia e chiudendo a punti.CAMPIONE DI SORPASSI. Nei primi 4 appuntamenti del Mondiale 2010 di F1, la guida differente tra i due britannici della McLaren ha fatto si che l’uno, Jenson Button, che oltre al piede usa molto anche la testa, abbia già centrato due vittorie, mentre l’altro, Lewis Hamilton appunto, che quando corre sembra un pit-bull alla carica, non sia ancora riuscito a festeggiare come si deve. Ed è proprio l’iridato 2008, dopo aver chiuso alle spalle del compagno di squadra a Shanghai, che dichiara come sia giunto il momento di darsi una calmata e approcciare in modo differente le gare. Dall’inizio della stagione, Hamilton è stato autore di ben 32 sorpassi, mentre il compagno di squadra per ora è a quota 7. “Ho tirato come un matto in tutte le gare e non sono riuscito a centrare nemmeno una vittoria, mente Jenson ne ha già ottenute 2. Sono molto felice per lui, ma mentre io ho lottato duro, lui ce l’ha fatta nella maniera più semplice”. Il pilota britannico è soddisfatto della sua performance, ma ritiene che Button abbia preso le decisioni giuste e imbeccato la via più facile, mentre lui si è trovato a percorrere quella più dura, riuscendo comunque a ottenere dei buoni risultati.

    JENSON BUTTON. Sebbene lo slancio di Button abbia sorpreso i più critici, che avevano archiviato il titolo 2009 come una vittoria più della Brawn GP che del pilota in sé, Hamilton ha invece dichiarato come i successi del compagno di squadra non siano affatto una sorpresa, non chiamandosi però fuori dai giochi. “Entrambi abbiamo buone possibilità di vincere il titolo” ha commentato Hamilton. “E l’aspetto positivo è che sia io che Jenson vogliamo batterci a vicenda, ma lui è molto intelligente, e nessuno dei due si pone in modo aggressivo dei confronti dell’altro. Né io né Jenson abbiamo intenzione di rovinare le nostre chance per il titolo”. Hamilton riconosce che il compagno di squadra finora si sia comportato meglio, ma è altrettanto sicuro che ben presto la situazione giocherà anche a suo favore. “Jenson è stata davvero una sorpresa, ma ho sempre pensato che fosse forte. Non mi stupisco che si sia ambientato così velocemente all’interno della squadra, perché anche se può sembrare che io sia sempre stato il favorito qui dentro, il team accoglie i piloti allo stesso modo e vuole che entrambi vincano. La McLaren ha fatto lo stesso splendido lavoro con me nel 2007”.

    GP SPAGNA F1. E in vista del prossimo appuntamento europeo, in programma il 9 maggio a Barcellona, Hamilton è molto ottimista e rilancia così: “È importante vincere. Jenson l’ha già fatto due volte, ma io sono solamente 11 punti dietro di lui. In Spagna la macchina dovrebbe andare molto bene e il mio compito ora è spingere il team nelle prossime due settimane per essere sicuri di arrivare preparati”.

    Foto: gpupdate.net