Formula 1: la Williams ringrazia Barrichello

Dopo i primi appuntamenti della stagione 2010 di F1 la Williams si trova all'ottavo posto nei costruttori con otto punti, sette dei quali conquistati dal veterano della F1, Rubens Barrichello

da , il

    Formula 1: la Williams ringrazia Barrichello

    Il 2010 non è proprio un’ottima annata per la Williams. Lo storico team fondato da Frank Williams e presente in F1 da oltre trent’anni, nel suo albo d’oro annovera nove titoli costruttori e sette campionati del mondo piloti, l’ultimo nel 1997 con Jacques Villeneuve. A inizio stagione la scuderia britannica ha annunciato l’ingaggio dei suoi nuovi piloti, l’esordiente Nico Hulkenberg e il veterano Rubens Barrichello: l’esperienza da record del brasiliano, che conta il maggior numero di presenze nella storia della F1, è stata recentemente lodata dal team di Grove e dal suo fondatore, che ha deciso di riconfermare l’accoppiata anche per la prossima stagione.GRAZIE RUBENS. Pare infatti che per il mondiale 2011 di F1, Sir Frank Williams abbia intenzione di lasciare invariata la formazione all’interno del suo team, dal momento che il binomio vecchio e nuovo sembra garantire un mix vincente. Williams non ha dubbi che nel duo formato dal giovane rookie Hulkenberg e dal trentottenne compagno di squadra Barrichello, coesistano esperienza e talento in erba. Ma mentre il pilota tedesco è considerato un valido investimento nel lungo periodo, ci si chiede quanto ancora il brasiliano – che è presente in pista da ben 19 anni – potrà andare avanti. Barrichello al momento si trova a metà della classifica piloti con sette punti messi a segno da inizio stagione, che hanno permesso alla Williams di stanziare all’ottavo posto nei costruttori. Il pilota di San Paolo è stato largamente elogiato per le sue prestazioni da parte di Mark Ghallagher, general manager alla Cosworth, l’azienda fornitrice dei motori alla Williams, secondo il quale è grazie a Barrichello che il team inglese è finalmente riuscito a tornare sui propri passi per la prima volta dopo la sua ultima vittoria ad Interlagos nel 2004, dove vinse Juan Pablo Montoya. E la stessa Williams ha confermato come senza il contributo dell’ex ferrarista la squadra non sarebbe da nessuna parte in questo momento.

    ACCOPPIATE VINCENTI. La scelta di proseguire anche il prossimo anno con l’accoppiata Hulkenberg-Barrichello segue una linea già adottata da gran parte dei top team per la stagione 2011, che ha visto Red Bull, McLaren e Ferrari riconfermare i propri campioni. Al momento solo la Renault sembrerebbe in forse con un eventuale posto vacante lasciato dall’esordiente russo Vitaly Petrov, e insieme ai francesi anche alla Mercedes GP non è ancora chiaro se il sette volte campione del mondo Michael Schumacher, che con la casa tedesca ha firmato per tre anni, potrebbe ritirarsi in anticipo dalle scene. Pronto a prendere il posto del Kaiser ci sarebbe il collaudatore del team di Brackley, Nick Heidfeld, che a inizio stagione si è fatto strappare da Schumi la possibilità di affiancare Rosberg ma secondo il quale, almeno nel 2011, l’ex iridato non avrebbe alcuna intenzione di mollare la presa.

    Foto: gpupdate.net