Formula 1: Mercedes e Brawn a rischio tensioni?

Ross Brawn resterà al comando del team Mercedes GP e non ci saranno conflitti tra la nuova dirigenza tedesca e i capi del team di Brackley

da , il

    Ross Brawn è stato in grado di far sfornare alla Honda una macchina da urlo. Poi ribattezzata Brawn GP. Ora che lavorerà gomito a gomito con quelli della Mercedes, si preannunciano dolori per la concorrenza! Unico pericolo è che ci siano troppe teste pensanti nel pollaio. Ma Norbert Haug mette subito le cose in chiaro.

    MERCEDES GP. “La struttura organizzativa della Mercedes GP non creera’ tensione”. Sono queste alcune delle prime parole pronunciate da Norbert Haug al momento di delineare le gerarchie del team che, vista la propria anima trasferirsi da Woking a Brackley, dal prossimo anno scenderà in pista senza più l’appoggio della McLaren. Colpisce il bersaglio il tedesco. In molti, infatti, temono che tra Haug, Brawn e Fry ci siano troppi generali a comandare un solo esercito.

    ROSS BRAWN. Nella mente di Norbert Haug c’è una netta divisione dei compiti:“Ross e’ il capo del team, io sono il capo sportivo responsabile di tutte le attivita’ motoristiche della Mercedes. Saremo complementari”, ha spiegato. Non solo, a conferma della totale fiducia in Ross Brawn, lo stesso tecnico inglese ha immodestamente dichiarato:“Uno dei motivi dell’attrazione della Mercedes era la permanenza della dirigenza del team. Ovviamente saremo soggetti al loro budget - ha aggiunto Brawn – ma le decisioni sportive resteranno nelle nostre mani. E se faremo un bel lavoro le cose resteranno cosi”.