Formula E 2018: da Roma a Parigi, DS Virgin vuole bissare il podio

Nella capitale francese si accende di nuovo la lotta del campionato mondiale di Formula E 2018

da , il

    Formula E 2018: da Roma a Parigi, DS Virgin vuole bissare il podio

    Dopo aver archiviato la tappa italiana del Campionato del Mondo di Formula E, corsa a Roma sul circuito cittadino dell’EUR, il circus delle monoposto elettriche si sposta nella capitale francese Parigi per un altro appuntamento. Si correrà con la Tour Eiffel in bella vista, mentre il team DS Virgin Racing cercherà di bissare il risultato ottenuto nella scorsa gara.

    Lungo le strade di Parigi, con la monumentale Tour Eiffel onnipresente sullo sfondo, le monoposto elettriche della Formula E gareggeranno lungo il Circuit des Invalides, un tracciato pensato per l’occasione e lungo 1920 metri. Questo alternerà curve strette con rettilinei in cui sarà possibile attaccare gli avversari anche a velocità superiori ai 200 km/h, garantendo uno spettacolo notevole.

    Chi è già pronto e “carico” (è proprio il caso di dirlo…) per l’occasione è il team DS Virgin Racing, che nell’ultimo e-Prix è riuscito a piazzare Sam Bird sul gradino più alto del podio. La squadra è intenzionata a ripetersi nuovamente in questo risultato, cercando una prestazione da manuale che potrebbe fare la differenza non solo nella claddifica piloti ma anche in quella dei team. Nella prima lo stesso Sam Bird è a 18 punti di distacco dalla prima posizione, mentre il team DS Virgin Racing è al secondo posto della classifica team.

    L’e-Prix di Parigi sarà però anche l’occasione per un summit contro il riscaldamento globale, promosso dallo stesso team DS Virgin Racing. L’obiettivo è di far comprendere quanto sia necessario utilizzare fonti di energia verdi e rinnovabili per limitare il progredire di questo fenomeno.