Formula E Messico 2018: DS a punti, con Lynn secondo

L'e-Prix del Messico all'Autodromo Hermanos Rodriguez in Messico ha visto una grande seconda posizione per Lynn e DS

da , il

    Formula E Messico 2018: DS a punti, con Lynn secondo

    Siamo giunti alla fine del gran premio del Messico di Formula E, quinto appuntamento di questa stagione 2018. Come al solito tanti i colpi di scena interessanti, ma da subito si è capito che Alex Lynn, pilota del team DS Virgin Racing, avrebbe potuto trovare durante questa tappa un riscatto importante dal precedente appuntamento. Così è stato e si è classificato in seconda posizione.

    Una seconda posizione assoluta per Alex Lynn, pilota britannico alla guida della monoposto del team DS Virgin Racing. Un risultato importante per il team, sono sempre punti per il mondiale costruttori, ma soprattutto per la sua carriera personale ed il morale: se durante la penultima gara il suo ritmo non è stato particolarmente alto, in questa tappa messicana si è capito fin da subito che avrebbe potuto dare filo da torcere a tutti gli avversari. E così è stato.

    Diverso il discorso per il compagno di squadra e team mate Sam Bird, che purtroppo ha concluso l’appuntamento in nona posizione. Entrambi i piloti hanno sofferto comunque la sostituzione del cambio, che ha costretto la partenza in decima e diciannovesima posizione, quindi il risultato finale ha acquistato un valore ancora maggiore perchè ha evidenziato una strategia di pit stop e cambio macchina indovinata per entrambi i piloti.

    Anteprima del weekend

    Il Campionato del Mondo di Formula E è arrivato al suo quinto appuntamento stagionale, che vedrà i team schierarsi sull’Autodromo Hermanos Rodriguez, in Messico. Comincia ad entrare nel vivo la competizione ma soprattutto cominciano a delinearsi quelle che sono le sfide ai primi posti della classifica, tra i quali c’è Sam Bird, il pilota dal team DS Virgine Racing, che attualmente occupa la terza posizione.

    Il circuito lungo il quale si daranno battaglia le monoposto elettriche questo weekend si trova a 2.285 metri di altezza sul livello del mare, nella capitale messicana. Lungo 2.092 chilometri ogni auto dovrà percorrerlo ben 47 volte, sfidando non solo le 17 curve totali ma anche zone lungo le quali è possibile toccare punte di 210 km/h.

    Tra i meriti di questa competizione c’è però un significato tutto particolare per questo E-Prix, perchè la Formula E donerà i proventi ottenuti da questo appuntamento ai terremotati del Messico, così da contribuire alla ricostruzione di case e strutture necessarie. A tal proposito le vetture aggiungeranno l’hashtag #FuerzaMexico alla propria livrea.

    Intanto la battaglia per le posizioni più alte della classifica continua senza esclusione di colpi e per il pilota Sam Bird, in terza posizione, potrebbe essere una buona occasione per risalire ancora di più. Questo lo spera anche il team DS Virgin Racing stesso, che potrebbe aspirare alla terza posizione qualora lui ed il compagno di squadra Alex Lynn, che potrebbe in questa occasione pensare di riprendersi dall’abbandono durante la gara di Santiago, andassero a punti.