In Francia sono sicuri, nuovo intervento con cellule staminali per Michael Schumacher

Il tedesco potrebbe sottoporsi a un trattamento con le cellule staminali simile a quello già fatto lo scorso settembre presso l'ospedale europeo Georges Pompidou di Parigi

da , il

    Michael Schumacher al muretto della Ferrari

    Michael Schumacher potrebbe essere sottoposto a un nuovo intervento con le cellule staminali. La notizia arriva dalla Francia e a riportarla è il quotidiano francese Le Dauphine, certo che nei “prossimi giorni” il sette volte campione del mondo di Formula 1, si sottoporrà all’intervento, eseguito a Parigi dal professor Philippe Menasché per cercare di recuperare dal terribile incidente avuto nel 2013 sulle nevi di Meribel quando, durante una sciata con la famiglia, il tedesco sbatté la testa su una roccia riportando gravi traumi cerebrali.

    Secondo i media francesi Schumacher sarà sottoposto a un trattamento con le staminali

    Come al solito dalla famiglia nessuna conferma o smentita mentre l’entourage del tedesco, seppur non in via ufficiale, fa sapere che, qualora l’operazione avverrà, non sarà certo durante l’epidemia in corso di coronavirus. Una smentita, quindi, sulla tempistica ma non sulla possibilità che questo venga effettivamente eseguito, magari più avanti nel tempo quando le strutture ospedaliere saranno un posto ancora più sicure. Schumacher, si teme, soffre di atrofia muscolare e di osteoporosi a causa della lunga degenza a letto. Menasché è famoso per una tecnica di innesto di cellule staminali al cuore che effettua una sostituzione delle cellule malate ma non esistono prove che la terapia possa avere effetto anche sulle cellule nervose e cerebrali. L’obiettivo dell’operazione potrebbe essere anche quello di rigenerare il sistema nervoso: il trattamento, infatti, dovrebbe avere un effetto antinfiammatorio che potrebbe dare esiti positivi anche a livello cerebrale.

    L’intervento dovrebbe tenersi presso l’ospedale europeo Georges Pompidou di Parigi, lo stesso nel quale lo scorso settembre Schumacher era stato sottoposto alla sua prima terapia con cellule staminali a Parigi. Negli ultimi sette anni il campione tedesco è stato sottoposto a diversi trattamenti, ma in pochissimi conoscono le sue reali condizioni di salute. I pochi amici che sono ammessi nella sua residenza, tra i quali Felipe Massa, Jean Todt e Ross Brawn, mantengono il più stretto riserbo anche se il brasiliano, suo ex compagno di squadra, ha ammesso come la situazione sia complicata. Il nuovo intervento, seppur non confermato dall’entourage del tedesco, potrebbe dare nuova speranza nonostante il passare dei gironi non incoraggi ad essere ottimisti.