Giancarlo Fisichella: Renault e Alonso hanno lo stesso problema… le gomme Michelin!

Renault, team campione del mondo in carica, precipitato nel limbo e incapace di reagire non solo alla forza di Ferrari e McLaren, ma persino alla crescita della BMW

da , il

    Giancarlo Fisichella: Renault e Alonso hanno lo stesso problema… le gomme Michelin!

    Renault, team campione del mondo in carica, precipitato nel limbo e incapace di reagire non solo alla forza di Ferrari e McLaren, ma persino alla crescita della BMW.

    Fernando Alonso, pilota campione del mondo in carica, costretto a lottare, sudare e finire persino battuto da un debuttante di 22 anni.

    Eventi apparentemente inspiegabili? Niente affatto.

    Secondo Giancarlo Fisichella, intervistato da Autosport, la colpa è delle gomme.

    Brigestone? Macché. La colpa è delle Michelin!

    Michelin diverse dalle Bridgestone. D’accordo, si dirà, ma perché McLaren e BMW vanno bene anche con le gomme giapponesi mentre la Renault no?

    Il problema, sempre secondo Fisichella, è che le gomme francesi erano semplicemente perfette per l’accoppiata Renault-Alonso, tali da rendere difficile un adattamento immediato ad una nuova concezione di pneumatico com’è quello giapponese.

    La prova di ciò è sotto gli occhi di tutti. Basta vedere i distacchi di circa un secondo al giro che prende la Renault in qualifica e in gara. Basta ascoltare i problemi di trazione, sottosterzo, frenata, inserimento in curva, che lamentano Fisichella e Kovalainen.

    La controprova, invece, si chiama Fernando Alonso. Secondo Fisichella il campione del mondo sta avendo difficoltà nell’imporre la sua leadership all’interno del team McLaren proprio perché non è più a suo agio come prima nella guida:“Prendete Fernando - ha spiegato Fisico – non lo vedete più aggressivo come prima. Così come noi dobbiamo cambiare la concezione della nostra vettura, Alonso sta cambiando radicalmente il suo stile di guida. Fernando sta incontrando gli stessi problemi che ebbi io quando arrivai in Renault. Sono stati due anni duri per me quando ero con lui perché non riuscivo ad adattarmi alle Michelin e infatti lui è andato più forte di me”.

    Per la serie. Chi di gomma ferisce, di gomme perisce. Peccato per Giancarlo, però: lui perisce e… basta!