GP Austria F1 2017, Red Bull. Ricciardo: “Non ci aspettavamo un podio, passo sorprendente”

Una sola Red Bull al traguardo nel GP d'Austria F1 2017. Per un Ricciardo abbonato al podio, ennesimo ritiro di Verstappen

da , il

    GP Austria F1 2017, Red Bull. Ricciardo: “Non ci aspettavamo un podio, passo sorprendente”

    Abbonato al podio, dal quale non scende da cinque gare. Il Gran Premio d’Austria F1 2017 regala un altro terzo posto a Daniel Ricciardo, in casa Red Bull, in una gara che lo ha visto resistere alla rimonta finale di Lewis Hamilton. “Rimontina”, perché il passo dell’inglese non è stato certo tale da marcare una differenza enorme con la Red Bull numero 3. Un attacco, ci ha provato in curva 4, ma Ricciardo non è cliente facile da superare e l’australiano ha gestito il momento alla meglio, staccando lungo e accompagnando Hamilton sulla traiettoria meno favorevole.

    E’ l’unico sorriso per la Red Bull a Zeltweg, dove Verstappen finisce dopo una curva il proprio gran premio, iniziato nel peggiore dei modi, con uno scatto lentissimo per problemi alla frizione. Da lì si è messo nella posizione più scomoda, quella che lo ha portato fuori insieme ad Alonso, carambola innescata da Kvyat che li ha fatti fuori entrambi. Guarda anche:

    Per un Max che raccoglie il quinto ritiro in sette gare, Ricciardo ottiene il quinto podio di fila: da Barcellona non scende dal terzo gradino, con il colpaccio della vittoria a Baku. «E’ stata una gara divertente, la partenza è stata decisiva, poi c’è stata la difesa su Lewis negli ultimi giri, è arrivato vicino ma sono rimasto sui punti di frenata e l’ho tenuto dietro», dice a caldo.

    «Al penultimo giro era vicinissimo ed è stato bello tenerlo dietro. Credo sia stata una lotta pulita e veloce, ho staccato all’ultimo su curva 4 e mi è andata bene». Dopo Zeltweg arriva Silverstone, pista che, alla vigilia, era pronosticata come molto più favorevole alla Red Bull di quanto non fosse il Red Bull Ring, Daniel aggiunge: «Ha un significato molto alto per noi, come team e come brand, questo week end è sempre molto importante. Sulla carta non è una pista che si addice più di tanto a noi. In una gara normale non ci saremmo attesi un podio. Sapendo che Lewis aveva la penalità eravamo consapevoli avrebbe rimontato, ma il nostro passo è stato sorprendente, avevo Seb sempre a vista e sono colpito favorevolmente della velocità che abbiamo avuto».