GP Belgio F1 2012, Alonso dopo l’incidente: “Sto bene e Vettel non mi fa paura”

Formula 1: Fernando Alonso rompe il silenzio e commenta il suo incidente alla prima curva del Gran Premio del Belgio 2012

da , il

    GP Belgio F1 2012, Alonso dopo l’incidente: “Sto bene e Vettel non mi fa paura”

    Smaltito il grande spavento per l’incidente al via del Gran Premio del Belgio 2012, Fernando Alonso si trova con un po’ di mal di schiena e tanta voglia di rifarsi. La Ferrari ha dimostrato con Felipe Massa di poter dire la sua anche a Spa-Francorchamps. I punti lasciati sul campo nei confronti di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen sono tanti ma il pilota spagnolo non fa drammi. E’ Lewis Hamilton, a suo parere, l’avversario più ostico e, nella sfortuna, è andata bene che anche lui sia rimasto coinvolto nelle carambola innescata da Romain Grosjean.

    Fernando Alonso: “Bene che Hamilton sia rimasto a zero”

    “Sto bene e penso che in questo momento sia questa la cosa più importante dato che tra cinque giorni saremo già in pista nel Gran Premio d’Italia - ha dichiarato Fernando Alonso in conferenza stampa – Sarò a Monza in buone condizioni fisiche nonostante un po’ di mal di schiena che passerà entro domani”. Dopo 23 arrivi consecutivi in zona punti, è arrivato uno stop che sa di grande beffa ma che non era evitabile:“Ero nel posto sbagliato al momento sbagliato. Ho rischiato molto anche perché avevo le mani fuori dall’abitacolo in quanto stavo girando al tornantino”, ha commentato l’asso di Oviedo. “Stavolta perdiamo una buona occasione per arrivare sul podio. Gli avverarsi si stanno avvicinando ma sapevamo che sarebbe potuto succedere – ha proseguito lo spagnolo analizzando il nuovo scenario che si è venuto a creare in classifica piloti - Ora abbiamo perso il vantaggio da Vettel però credo che Hamilton, ad oggi, sia l’avversario più ostico ed averlo ancora a 47 punti è una buona notizia mentre Vettel a che passa da 40 a 24 potrebbe non essere un serio problema”. Fortunatamente tra soli cinque giorni ci sarà la possibilità di tornare al volante per dimenticare ogni spavento:“Per un motivo sconosciuto la Ferrari va sempre forte a Monza. Forse perché davanti al nostro pubblico diamo il 110%… Siamo concentrati per fare bene davanti ai nostri tifosi”, ha concluso il due volte iridato.

    Lewis Hamilton: “La strada ora è in salita”

    Fernando Alonso fa bene ad indicare come pericolo numero 1 Lewis Hamilton. La McLaren è, al momento, la monoposto da battere. L’essere convinto dei propri mezzi rende più amaro il ritiro dell’inglese:“Non sono andato molto lontano. Non sono riuscito neanche a sudare – ha ironicamente commentato l’incidente – Devo fare i complimenti a Jenson che ha dimostrato quanto sia ottimo il lavoro fatto dal nostro team. Abbiamo la miglior macchina e spero di approfittarne già nel prossimo Gran Premio. La strada per la vittoria del titolo ora è un po’ più in salita ma resto ottimista visto il potenziale a nostra disposizione”, ha dichiarato.

    Sebastian Vettel: “E’ stata una gara pazza”

    Sebastian Vettel è un campione vero. Lo si capisce dal modo in cui riesce quasi sempre a raddrizzare le situazioni storte. Con il bel secondo posto di Spa-Francorchamps riesce a rimettersi alla grande nella scia di Alonso in classifica generale:“E’ stata una gara un po’ pazza - ha detto una volta salito sul podio – Non son partito molto bene e dopo la prima curva dove è successo di tutto ho perso altre posizioni. Penso che la nostra strategia sia stata fantastica con la macchina che ha avuto un ottimo passo gara. E’ stato bello fare questa corsa. Ho combattuto con molti piloti anche contro Michael e mi sono molto divertito. Alla fine è arrivato anche un grande risultato per cui non vedo l’ora di ritornare qui il prossimo anno”.