GP Belgio F1 2014, Hamilton: “Rosberg ha ammesso di averlo fatto apposta!”

Hamilton svela i retroscena dell'incontro nel dopogara del Gran premio del Belgio con i vertici del team Mercedes e Rosberg, sull'incidente al secondo giro

da , il

    GP Belgio F1 2014, Hamilton: “Rosberg ha ammesso di averlo fatto apposta!”

    «Mi era apparso piuttosto chiaro, ma adesso abbiamo fatto una riunione e praticamente ha ammesso di averlo fatto apposta». Lewis Hamilton sbandiera la verità che non gli dà certo indietro un Gran premio del Belgio disastroso, un altro punto morto della stagione, con zero punti e il divario in classifica iridata piloti nuovamente a quota 29 punti.

    Era partito bene al via, poi alla seconda tornata la manovra di Rosberg che gli fora la gomma e mette praticamente fine alla gara. «Ha detto di averlo fatto apposta, ha detto che avrebbe potuto evitarlo. Ha detto “L’ho fatto per provare un punto dimostrare qualcosa”. Non dovete certo fidarvi di quel che vi dico, andate a chiedere a Toto, Paddy e tutti i ragazzi che non sono contenti per quel che ha fatto», aggiunge l’inglese.

    L’aria si fa molto molto pesante dentro al box, tanto più se si rileggono le ultime dichiarazioni di Rosberg, dopo la conferenza stampa, quando davanti ai giornalisti quasi cercava una giustificazione e in sintesi si trincerava dietro il fatto che i commissari non avessero avviato alcuna indagine sull’incidente, relegandolo a normale contatto di gara. Facile girarla su questo versante. Il tentativo di sorpasso è stato ardito, perché in frenata la Mercedes del tedesco non era nemmeno a metà della W05 di Hamilton e anziché alzare il piede e aprire la traiettoria – come fatto, ad esempio, da Vettel successivamente – ha insistito e provocato il contatto.

    «Mi sono sentito preso a schiaffi, quando l’ho sentito in riunione. Dovete chiedergli che punto cercava di fare [con quella manovra]. E’ arrivato e ha detto che era stato un mio errore, appena entrato… Non posso immaginare cosa farà adesso il team, siamo arrivati a questa gara e io avevo pensieri davvero positivi, mi sentivo alla grande, mancano otto gare e siamo vicini. Solo 11 punti, pensavo, e sarebbe stato positivo per entrambi. Giovedì abbiamo avuto un’altra riunione e Nico aveva dichiarato quanto fosse arrabbiato, e io pensavo “Sono passate tre settimane e continui ancora [a pensare all'Ungheria]?”. Credevo sarebbe andato tutto ok dopo giovedì, questo è il risultato…», conclude lo sfogo Lewis Hamilton.

    Fabiano Polimeni