GP Brasile F1 2011: vince Webber, Ferrari 4a con Alonso

Formula 1: cronaca e commenti al Gran Premio del Brasile 2011

da , il

    GP Brasile F1 2011: vince Webber, Ferrari 4a con Alonso

    E’ Mark Webber il vincitore del Gran Premio del Brasile di Formula 1 2011. Sul circuito di Interlagos il pilota Red Bull si trova la vittoria servitia su un vassoio d’argento da Sebastian Vettel che nelle prime fasi di gara accusa strani problemi al cambio e poi conclude comodamente alle spalle del compagno di squadra. Guai più seri sono quelli di Hamilton che è costretto al ritiro. Sul podio sale anche Jenson Button mentre la Ferrari con Fernando Alonso deve accontentarsi della quarta piazza.

    PARTENZA. C’è Sebastian Vettel in pole position. In prima fila c’è anche Mark Webber. Dietro alle due Red Bull troviamo le McLaren di Button e Hamilton. Poi tocca alla Ferrari di Alonso, la Mercedes di Rosberg e l’altra Ferrari di Massa. Allo spegnersi dei semafori, nonostante l’insidiosa prima curva, non ci sono particolari problemi per nessun pilota. Al termine del primo giro la classifica vede Vettel al domando seguito da Webber, Button, Alonso, Hamilton, Massa, Rosberg, Sutil, Senna e Schumacher.

    GIRO 11. Schumacher supera Senna. I due si toccano. Il tedesco fora lo pneumatico così come avvenne nello stesso punto con Fisichella nel 2006. Prosegue ma è doppiato. Il brasiliano viene penalizzato con un discutibile drive through.

    GIRO 11. Alonso supera Button. Gran sorpasso dello spagnolo.

    GIRO 16. Pit stop di Button.

    GIRO 17. Pit stop di Alonso, Hamilton e Rosberg.

    GIRO 18. Pit stop di Vettel.

    GIRO 19. Pit stop di Webber.

    GIRO 22. Pit stop di Massa. Dopo che tutti hanno effettuato la prima sosta la classifica vede Vettel davanti a Webber, Alonso, Button, Hamilton e Massa. Il campione del mondo accusa problemi al cambio e vede avvicinarsi il compagno di squadra Webber. Gli altri sono con posizioni sgranate e con distacchi che si aggirano sui due secondi.

    GIRO 30. Vettel rallenta e si fa passare da Webber. Il cambio dà grossi problemi ma il tedesco prosegue facendo segnare tempi in linea con quelli di Ferrari e McLaren

    GIRO 32. Secondo pit stop di Button. L’inglese monta gomme a mescola più dura.

    GIRO 34. Secondo pit stop di Hamilton.

    GIRO 36. Secondo pit stop di Alonso.

    GIRO 39. Secondo pit stop di Webber.

    GIRO 40. Secondo pit stop di Vettel.

    GIRO 45. Terzo pit stop di Hamilton che cambia tattica dopo aver tentato invano di superare Massa. Il brasiliano prosegue con una sola sosta.

    GIRO 46. Pronta replica da parte della Ferrari. Massa effettua il suo secondo pit stop e monta le gomme a mescola più dura. Arriverà fino alla fine della gara. Il brasiliano rientra in pista ancora davanti ad Hamilton. La classifica vede Webber al comando seguito da Vettel, Alonso, Button, Massa, Hamilton, Sutil, Rosberg, Alguersuari e Di Resta.

    GIRO 46. Ritiro per Hamilton. Probabilmente si tratta di un guasto al cambio. Kobayashi entra in zona punti.

    GIRO 53. Terzo pit stop di Jenson Button.

    GIRO 55. Terzo pit stop di Alonso che monta gomme a mescola più dura.

    GIRO 59. Terzo pit stop di Webber.

    GIRO 60. Terzo pit stop di Vettel.

    GIRO 62. Button supera Alonso ed è terzo. Il pilota McLaren ha un passo nettamente superiore ma non sufficiente per raggiungere Vettel.

    GIRO 71. E’ Mark Webber il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi. Sebastian Vettel è secondo e regala alla Red Bull una doppietta che sancisce la grande stagione disputata dal team di Milton Keynes. Sul podio sale anche Jenson Button con la McLaren. A punti Alonso, Massa, Sutl, Rosberg, Di Resta, Kobayashi e Petrov.

    GP Brasile F1 2011: ordine di arrivo

    1. Webber Red Bull-Renault 1h32:17.434

    2. Vettel Red Bull-Renault + 16.983

    3. Button McLaren-Mercedes + 27.638

    4. Alonso Ferrari + 35.048

    5. Massa Ferrari + 1:06.733

    6. Sutil Force India-Mercedes + 1 lap

    7. Rosberg Mercedes + 1 lap

    8. Di Resta Force India-Mercedes + 1 lap

    9. Kobayashi Sauber-Ferrari + 1 lap

    10. Petrov Renault + 1 lap

    11. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari + 1 lap

    12. Buemi Toro Rosso-Ferrari + 1 lap

    13. Perez Sauber-Ferrari + 1 lap

    14. Barrichello Williams-Cosworth + 1 lap

    15. Schumacher Mercedes + 1 lap

    16. Kovalainen Lotus-Renault + 2 laps

    17. Senna Renault + 2 laps

    18. Trulli Lotus-Renault + 2 laps

    19. D’Ambrosio Virgin-Cosworth + 3 laps

    20. Ricciardo HRT-Cosworth + 3 laps

    Fastest lap: Webber, 1:15.324