GP Brasile F1 2012 gara: vince Button! Vettel campione nonostante l’incidente [FOTO]

da , il

    E’ Jenson Button il vincitore del Gran Premio del Brasile 2012 di Formula 1. La gara, caratterizzata da continui mutamenti del meteo, passerà alla storia per ben altro. E’ la vittoria del titolo mondiale da parte di Sebastian Vettel che risalterà negli annali. Il pilota tedesco è bravo e fortunato. Al termine del primo giro è ultimo per un incidente alla partenza. Miracolosamente la sua Red Bull regge l’urto e lui riesce a stazionare sempre all’interno della top ten. La Ferrari porta Fernando Alonso sul secondo gradino del podio davanti a Felipe Massa ma non basta. Vettel alla fine è sesto. Allo spagnolo serviva una vittoria che, alla luce della forza della sua monoposto, non è mai stata alla portata. Da segnalare nel finale il ritiro di Hamilton per un incidente con Hulkenberg mentre il tedesco era incredibilmente in lotta per la vittoria. Anche grazie a questo episodio, le due Rosse sono riuscite a salire sul podio.

    GP Brasile F1 2012: risultati

    1. Button McLaren-Mercedes 1h45:22.656

    2. Alonso Ferrari + 2.754

    3. Massa Ferrari + 3.615

    4. Webber Red Bull-Renault + 4.936

    5. Hulkenberg Force India-Mercedes + 5.708

    6. Vettel Red Bull-Renault + 9.453

    7. Schumacher Mercedes + 11.900

    8. Vergne Toro Rosso-Ferrari + 28.600

    9. Kobayashi Sauber-Ferrari + 31.200

    10. Raikkonen Lotus-Renault + 1 lap

    11. Petrov Caterham-Renault + 1 lap

    12. Pic Marussia-Cosworth + 1 lap

    13. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 1 lap

    14. Kovalainen Caterham-Renault + 1 lap

    15. Rosberg Mercedes + 1 lap

    16. Glock Marussia-Cosworth + 2 laps

    17. De la Rosa HRT-Cosworth + 2 laps

    18. Karthikeyan HRT-Cosworth + 2 laps

    19. Di Resta Force India-Mercedes + 3 laps

    Giro più veloce: Hamilton, 1:18.069

    Ritirati:

    Hamilton McLaren-Mercedes 55 giri

    Grosjean Lotus-Renault 6

    Maldonado Williams-Renault 2

    Senna Williams-Renault 1

    Perez Sauber-Ferrari 1

    F1 Gran Premio Brasile, Sao Paulo 2012 - vettel incidente- campione del mondo
    LaPresse

    GP Brasile F1 2012: cronaca gara

    GIRO 71 Sebastian Vettel è campione del mondo di Formula 1 2012! Il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi è Jenson Button. Su un amarissimo podio salgono anche i due piloti della Ferrari con Alonso davanti a Massa. A punti vanno Webber, Hulkenberg, Vettel, Schumacher, Vergne, Kobayashi e Raikkonen. Ritirati per incidente Hamilton, Grosjean, Maldonado, Perez e Senna.

    GIRO 70 Brutta botta di Di Resta all’uscita dell’ultima curva. Esce la safety car quando manca un giro al termine. Il titolo mondiale viene aggiudicato già con un giro d’anticipo.

    GIRO 69 Testacoda di Kobayashi mentre era all’attacco di Schumacher per la settima posizione. Il giapponese conserva l’ottavo posto.

    GIRO 64 Vettel supera Schumacher ed è sesto. Non cambia molto in ottica mondiale. Per perdere il titolo deve ritirarsi o deve veder Alonso andare a vincere. Lo spagnolo, però, ha 20” di distacco da Button che comanda la gara.

    GIRO 61 Le condizioni meteo peggiorano. Alonso si appresta a superare Massa per occupare la seconda posizione. Vettel adesso è settimo ed è campione del mondo per un solo punto!

    GIRO 60 Hamilton rientra al box con l’applauso dei suoi meccanici. Finisce così la sua storica avventura in McLaren.

    GIRO 58 Button è primo seguito da Massa a 10”, Alonso a 16”, Webber a 28”, Hulkenberg a 29”, Schumacher a 40”, Vettel a 46”, Kobayashi a 48”, Vergne a 58”, Di Resta a 61”.

    GIRO 56 Pit stop di Alonso. Tutti nuovamente montano intermedie. Drive through per Hulkenberg per l’incidente con Hamilton. A breve aggiorneremo la classifica.

    GIRO 55 Incidente in vetta tra Hamilton e Hulkenberg! L’inglese è out! Il tedesco riprende con danni alla macchina. La pioggia aumenta e Vettel rientra nuovamente per montare gomme intermedie. La classifica si ribalta di nuovo!

    GIRO 52 Vettel ha problemi alla radio. Riesce a sentire ma non a parlare con il suo box. Viene richiamato per il pit stop. Passa dalle mescole dure alle medie. Fuoripista per Raikkonen che riprende dopo aver perso 30”.

    GIRO 49 Le previsioni dicono che a breve la leggera pioggerella cesserà e la gara sarà asciutta fino al termine.

    GIRO 47 Errore di Hulkenberg che arriva largo ad una curva. Hamilton ne approfitta e lo supera. Il tedesco riprende dalla seconda posizione.

    GIRO 43 Comincia a cadere qualche goccia d’acqua. Webber perde il controllo della sua Red Bull ma poi riparte. I tempi si alzano di circa 2-3 secondi al giro.

    GIRO 38 Adesso che la situazione è più tranquilla si può azzardare un ragionamento: Alonso è quarto e con un passo che gli impedisce di puntare a recuperare altre posizioni. Vettel è settimo con una Red Bull ferita. In questo momento il tedesco può accontentarsi di stare al suo posto e concludere la gara per essere tranquillamente campione del mondo. Ricordiamo che se anche Alonso arrivasse secondo, Vettel sarebbe comunque campione del mondo con l’attuale settima posizione. Ci vorrebbe un tedesco ottavo ed uno spagnolo secondo per invertire lo scenario. La Ferrari, però, accusa mezzo secondo al giro di distacco da chi sta davanti.

    GIRO 36 Massa svernicia Kobayashi e si porta in 5a posizione.

    GIRO 35 I danni subiti al primo giro si fanno sentire adesso per Vettel che gira sul piede dell’1′ e 19” perdendo più di mezzo secondo da chi gli sta davanti.

    GIRO 34 I tempi sul giro si abbassano. Ora si va sull’1′ e 18”.

    GIRO 33 Massa supera Vettel. Ora è sesto.

    GIRO 32 Hulkenberg prende il largo. Segue Hamilton a 2”, Button a 4”, Alonso a 5”, Kobayashi e Vettel a 6”, Massa a 7”.

    GIRO 31 Kobayashi scatenato supera anche Alonso e diventa 4°. Lo spagnolo però riprende la posizione una volta passati sul traguardo.

    GIRO 30 Hamilton supera Button ed è secondo. Hulkenberg conserva il primato e prende un piccolo vantaggio.

    GIRO 29 Kobayashi supera Vettel ed è quinto. Webber arriva largo alla prima curva.

    GIRO 28 La safety car rientra in pit lane. La gara riprende!

    GIRO 27 Ricomincia a piovere soprattutto alla curva 4. Le condizioni cambiano ancora in attesa della ripartenza.

    GIRO 25 Ecco la classifica prima della ripartenza. Da segnalare che solo Alonso e Massa stanno girando con gomme a mescola media. Gli altri sono con le Hard.

    1. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes

    2. GBR J.Button McLaren Mercedes

    3. GBR L.Hamilton McLaren Mercedes

    4. SPA F.Alonso Ferrari Ferrari

    5. GER S.Vettel Red Bull Renault

    6. JAP K.Kobayashi Sauber Ferrari

    7. AUS M.Webber Red Bull Renault

    8. GBR P.di Resta Force India Mercedes

    9. AUS D.Ricciardo Toro Rosso Ferrari

    10. FIN K.Raikkonen Lotus F1 Renault

    11. BRA F.Massa Ferrari Ferrari

    12. GER T.Glock Marussia Cosworth

    13. FRA J.Vergne Toro Rosso Ferrari

    14. RUS V.Petrov Caterham Renault

    15. GER M.Schumacher Mercedes AMG Mercedes

    16. FIN H.Kovalainen Caterham Renault

    17. GER N.Rosberg Mercedes AMG Mercedes

    18. FRA C.Pic Marussia Cosworth

    19. IND N.Karthikeyan HRT Cosworth

    20. SPA P.de la Rosa HRT Cosworth

    Ritirati: Maldonado, Grosjean, Senna e Perez

    GIRO 22 Tanti contatti: troppi detriti in pista. Esce la safety car che annulla i distacchi. Ne approfittano Hulkenberg e Button per cambiare le gomme.

    GIRO 20 Proviamo a fare il punto della situazione: Hulkenberg e Button hanno proseguito con gomme da asciutto anche quando è caduta la pioggia. A differenza degli altri che hanno fatto già 2 pit stop, loro sono ancora a zero. Quindi il tedesco comanda la gara con 1” di vantaggio sull’inglese. Seguono: Hamilton a 45”, Alonso a 65”, Vettel a 68”, Kobayashi a 69”, Webber a 75”, Di Resta a 77. Doppiati Ricciardo e Raikkonen che completano al top ten. Massa è 11°.

    GIRO 19 Anche Vettel, Webber, Massa e tutti gli altri rientrano per montare gomme da asciutto.

    GIRO 18 Hulkenberg passa Button e si porta al comando! Hamilton e Alonso tornano al box per montare gomme slick. L’inglese passa alle Hard. Lo spagnolo sceglie le Medium. La pista torna ad essere asciutta.

    GIRO 17 Hulkenberg insidia Button per ottenere il primato della gara. 3 decimi separano i due. Vettel, intanto, gira 2 secondi più veloce di Alonso.

    GIRO 16 Situazione ancora in rapido mutamento. Solo Button e Hulkenberg ora guidano con gomme da asciutto. Hamilton è terzo a 14”. Alonso segue a 31”. Vettel è quinto a 37”. Massa è scivolato indietro dopo il pit stop.

    GIRO 14 Proviamo a fare il punto della situazione: Button guida la gara con 2” si vantaggio su Hulkenberg. Entrambi hanno gomme slick. Hamilton è terzo a 18”. Massa, ancora con le slick, è 4° a 28”. Vergne è 5° a 31”. Alonso con le intermedie è 6° a 35”. Vettel è ottavo con le intermedie ed in rimonta.

    GIRO 11 Button continua a montare gomme da asciutto ed a segnare tempi interessanti. La situazione è di difficilissima lettura. Anche Hulkenberg e Massa proseguono con gomme slick.

    GIRO 10 Pit stop per tutti. Si passa alle gomme intermedie. A breve aggiorneremo la classifica.

    GIRO 09 Pit stop di Webber che monta gomme intermedie. Sembra arrivato il momento anche per gli altri che girano attorno al 1′ e 28”. Vettel ora è sesto dietro a Massa.

    GIRO 07 Vettel è 8°. I piloti guidano con le slick sull’umido. Button sorpassa Hamilton e si porta al comando

    GIRO 06 Testacoda di Webber che diventa 18°. Vettel ora è 11°.

    GIRO 05 Alonso va piano e rallenta il gruppo che lo segue. Vettel risale fino alla 13a posizione. Raikkonen e Schumacher rientrano al box. Grosjean va fuori pista. Button e Hamilton si mettono a duellare per la prima posizione. La pioggia sta scombussolando i piani.

    GIRO 04 La pioggia aumenta di intensità. Alonso fa un lungo alla curva 1 e viene superato da Hulkenberg. Lo spagnolo ora è quarto. Viene anche insidiato da Webber ma si difende.

    GIRO 02 Vettel è 20° e rimonta furiosamente. La sua Red Bull, però, ha subito alcuni danni nel contatto del primo giro. La classifica dei primi 10 è la seguente: Hamilton, Button, Alonso, Hulkenberg, Webber, Massa, Di Resta, Raikkonen, Kobayashi e Rosberg.

    PARTENZA CLAMOROSO!!! Vettel viene colpito da Bruno Senna e si gira. Ora è ultimo!!! Nelle prime posizioni Hamilton parte bene e conserva il primato. Dietro di lui resta Button seguito da Alonso che rimonta con un sorpasso da urlo si Massa e Webber insieme. Perez è out.

    ORE 17.00 Le vettura iniziano a muoversi. Comincia il giro di ricognizione! La tensione si taglia con il coltello.

    ORE 16.58 I team decidono di partire con gomme slick. Le gocce d’acqua che stanno cadendo hanno scarsa intensità e non fanno paura.

    ORE 16.55 Cade qualche goccia di pioggia sul circuito di Interlagos. Mancano 5 minuti al giro di ricognizione. Temperatura dell’aria: 19°C. Temperatura dell’asfalto: 24°C.

    ORE 16.45 Mancano 15 minuti all’inizio della gara. Schumacher compie il giro di formazione con una bandiera che recita “Grazie a tutti”.

    ORE 16.25 Le ultime parole di Fernando Alonso:“Se avessi fatto un campionato normale, oggi avrei un centinaio di punti e probabilmente sarei già tagliato fuori dalla corsa al titolo. Fortunatamente, però, siamo qui a giocarci il tutto per tutto. La gara di oggi regalerà una grande gioia oppure una grande delusione ai nostri tifosi. Per noi ci sarà un grande premio se riusciremo a raggiungere il titolo, ma se non ci riusciremo dovremo comunque essere orgogliosi per aver fatto il nostro lavoro nel miglior modo possibile”.

    ORE 16.20 Aggiornamento meteo: non pioverà su Interlagos per i prossimi 60 minuti. Le chance di vedere la pioggia si abbassano ma resta ancora incerto il finale di gara.

    ORE 16.15 Qui è possibile leggere gli ultimi commenti della Pirelli in merito a strategie e rendimento delle gomme.

    ORE 16.10 Dietrich Mateschitz, boss Red Bull ha dichiarato:”Abbiamo possibilità molto alte. Non ci serve la fortuna ma ci basta stare lontani dalla sfortuna per vincere questo campionato”.

    ORE 16.05 Festa Mercedes in onore di Michael Schumacher. Il tedesco ha dato il definitivo addio alle competizioni. Per il GP del Brasile, si può scommettere su una sua ultima grande prestazione.

    ORE 16.00 Sono tre le ore di fuso orario tra San Paolo del Brasile e l’Italia. Sul circuito di Interlagos sono le ore 13.00. La partenza della gara è fissata per le nostre ore 17.00.

    GP Brasile F1 2012, gara: diretta scritta live [FOTO]
    LaPresse

    Benvenuti alla diretta scritta live del Gran Premio del Brasile di Formula 1 2012. L’ultimo appuntamento del mondiale è anche quello decisivo nella lotta per il titolo iridato tra Sebastian Vettel e Fernando Alonso. In pole position c’è Lewis Hamilton. Al suo fianco scatterà l’altra McLaren di Jenson Button. Il tedesco della Red Bull è quarto dietro anche al compagno Mark Webber. Fernando Alonso, invece, è addirittura settimo con Felipe Massa e Nico Hulkenberg da scavalcare quanto prima. Le combinazioni per il titolo sono molto semplici: al di là della matematica, la realtà dice che lo spagnolo deve chiudere la gara sul podio e sperare che il suo avversario si ritiri. A tal proposito, in mattinata hanno fatto molto discutere le affermazioni di giornalisti tedeschi che avvisano Vettel su possibili scorrettezze da parte della Ferrari