GP Brasile F1 2013, griglia di partenza: Alonso ora sogna lo sgambetto a Vettel [FOTO]

Sebastian Vettel non è in difficoltà neppure tra le pozzanghere delle qualifiche del Gran Premio del Brasile 2013 di Formula 1

da , il

    GP Brasile F1 2013, griglia di partenza: Alonso ora sogna lo sgambetto a Vettel [FOTO]

    Era questa l’occasione per vedere un Sebastian Vettel in difficoltà che perdeva il solito dominio regalando, tra una scodata ed una pozzanghera, la pole position a qualche bencapitato. Le qualifiche del Gran Premio del Brasile 2013 di Formula 1, invece, non conoscono eccezioni e piazzano il pilota delle Red Bull nettamente al di sopra della concorrenza. Solo in ottica gara restano delle speranze di avere un esito meno scontato. Dietro di lui c’è un Nico Rosberg che si mostra in palla già dal primo minuto delle prove libere del venerdì ed un Fernando Alonso che sogna da mesi di poter partire non troppo lontano dalla vetta. Giurano che venderanno cara la pelle con la disperazione di chi non ha nulla da perdere. Vedremo.

    GP Brasile F1 2013: griglia di partenza

    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault

    2. Nico Rosberg Mercedes

    3. Fernando Alonso Ferrari

    4. Mark Webber Red Bull-Renault

    5. Lewis Hamilton Mercedes

    6. Romain Grosjean Lotus-Renault

    7. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari

    8. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari

    9. Felipe Massa Ferrari

    10. Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari

    11. Heikki Kovalainen Lotus-Renault

    12. Paul di Resta Force India-Mercedes

    13. Valtteri Bottas Williams-Renault

    14. Sergio Perez McLaren-Mercedes

    15. Jenson Button McLaren-Mercedes

    16. Adrian Sutil Force India-Mercedes

    17. Pastor Maldonado Williams-Renault

    18. Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari

    19. Charles Pic Caterham-Renault

    20. Giedo van der Garde Caterham-Renault

    21. Jules Bianchi Marussia-Cosworth

    22. Max Chilton Marussia-Cosworth

    Vettel: “Molto contento, quasi sorpreso”

    Sebastian Vettel si prende anche questa. Alla fine esulta con un “olè” non rendendosi conto che tra spagnolo e brasiliano c’è una discreta differenza. Ma non conta. Contano i numeri. Conta la sua costanza:“E’ stata una grande sorpresa questa pole position. Sono molto contento. Prima della Q3 c’è stato da aspettare, perché c’era troppa acqua e si rischiava. Ho fatto subito un bel giro con le intermedie, poi c’ho riprovato e anche se non mi sono migliorato è arrivata la pole position. Sono contento di aver azzeccato tutto. Abbiamo fatto poche prove ma la macchina è a posto”, ha raccontato in conferenza stampa il pilota della Red Bull.

    Rosberg: “Impressionato dal distacco”

    Nico Rosberg mantiene le aspettative. E’ in prima fila. Ma non si trova con il distacco che Vettel gli rifila e che supera abbondantemente il mezzo secondo:“E’ una buona giornata anche se oggi è stata dura visto che era facile perdere il controllo della macchina. Anche la strategia finale è stata buona con due giri fatti nel finale con le gomme intermedie. Mi ha stupito solo il gap da Vettel che è molto ampio. Comunque sono in una buona posizione per domani”, ha dichiarato.

    Ferrari più forte del terzo tempo in qualifica

    Va detto che il gap di 1” da Vettel rimediato dalla F138 non rispecchia il reale potenziale. Fernando Alonso ha commesso un errore nel finale che gli è costato molto caro:“Sappiamo che le nostre prestazioni migliorano sul bagnato. Aspettavamo questo scenario da un po’ di gare ed è arrivato solo nell’ultimo GP. Sono contento di partire davanti visto che ultimamente sono sempre stato dal quinto/sesto posto in giù. Non sono contento, però, del mio giro. Non potevo battere Sebastian ma potevo arrivare secondo perché alla curva 4 sono arrivato largo ed ho lasciato 5-6 decimi che mi potevamo far trovare al secondo posto. Sono comunque contento della prestazione della macchina che dimostra che possiamo esserci per domani”. Sì, senza lo sbaglio, Alonso si sarebbe trovato in prima fila! Questo significa che in versione passo gara la Ferrari può sperare di combinare seriamente qualcosa di buono. Stefano Domenicali è, però, cauto:“Peccato, speravamo di fare un piccolo passo in più, ma siamo contenti - ha ammesso alla RAI - Se le condizioni saranno le stesse di oggi, domani dobbiamo sfruttare ogni occasione per cercare di fare il meglio possibile. Sono contento che la squadra abbia lavorato bene e non siano stati fatti errori per cui ci prepariamo al meglio per la corsa”.