GP Canada F1 2012, Hamilton: “Mai avuti dubbi sulla vittoria” – Ferrari, Alonso non fa drammi

Formula 1: i commenti di Hamilton, Grosjean, Perez e la Ferrari di Alonso dopo il Gran Premio del Canada 2012

da , il

    GP Canada F1 2012, Hamilton: “Mai avuti dubbi sulla vittoria” – Ferrari, Alonso non fa drammi

    Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Canada di Formula 1 2012. Per il pilota McLaren è una giornata particolare. A Montreal, una delle sue pista preferite, ottiene il primo successo della stagione e sale in cima alla classifica del campionato mondiale. “Devo fare i complimenti alla squadra. Non ha mai mollato. Nel corso della gara ho pensato a tutti i fan che mi hanno sempre sostenuto in modo attivo inviandomi lettere e messaggi - ha dichiarato il campione del mondo 2008 – Sapevo che sarebbe stata dura ma ho amato ogni singolo minuto della corsa. Non ho mai avuto dubbi sul fatto che ci fosse la possibilità di vincere. Non pensavo che sarei rimasto indietro. Credevo che avrebbero fatto due soste. Quando ho visto la situazione, allora ho iniziato a spingere”.

    Perez e Grosjean, podio a sorpresa

    “Abbiamo pensato di puntare su una sosta per vedere cosa sarebbe successo - ha spiegato Romain GrosjeanL’incognita era legata al comportamento delle supersoft e lì è andato tutto bene. Poi, montando le soft, ho avuto un buon passo che mi ha portato al terzo posto senza neanche che me ne rendessi conto. Il passo della macchina era ottimo ed ha tenuto fino alla fine. Non mi aspettavo di fare il podio”. Alla Lotus ed alla Sauber di Perez è riuscito quello che in cui la Ferrari ha fallito:“Partendo 15° non pensavo proprio di finire sul podio – ha detto il messicano nella conferenza stampa post-gara - anche il pit stop è andato bene. Il secondo stint mi ha consentito di superare diverse macchine davanti a me e ho visto che il degrado non era marcato. La squadra ha fatto un grande lavoro e sono contento di essere per la seconda volta sul podio dopo la Malesia. Eravamo forti ma siamo stati sfortunati in Spagna e Monaco per cui questo è un buon risarcimento”.

    Ferrari, Alonso smorza i rimpianti

    Fernando Alonso deve fare molta fatica per vedere il bicchiere mezzo pieno:“Se la gara fosse stata più corta, sarebbe stato meglio per noi. Eravamo secondi e di fronte ad un bivio: o seguivamo Hamilton nel pit stop rischiando di chiudere dietro a Vettel che, invece, avrebbe proseguito. Oppure restavamo in pista provando a vincere. Abbiamo scelto questa opzione non pensando che ci sarebbe stato un degrado drastico delle gomme. Questo ci ha penalizzati”. In realtà una terza via c’era. Alonso poteva fare un pit stop montando gomme super soft un paio di giri prima di Vettel. Si sarebbe cautelato dal ritorno di Grosjean e Perez. Era facilmente prevedibile che girare negli ultimi giri con gomme fresche super soft e poca benzina avrebbe portato a prestazioni molto interessanti. Ad ogni modo, non tutto è da buttare:“Abbiamo perso punti su Hamilton e pochissimo su Vettel. Gli altri, invece, sono arrivati dietro per cui – anche se per noi non è andata bene- gli altri hanno fatto peggio. Sapevamo che questo circuito sarebbe stato favorevole alla McLaren e così è stato. Possiamo guardare in avanti con fiducia”, ha concluso. Anche Stefano Domenicali getta acqua sul fuoco delle polemiche:“Abbiamo provato a vincere ma purtroppo non è andata bene. Mi dispiace anche per Felipe che poteva essere in una posizione diversa se non si fosse girato. La macchina è migliorata e questa è una buona notizia per noi. Il campionato va avanti anche se oggi non siamo felici”.