GP Canada F1 2016, Ferrari. Vettel: “Oggi solo Mercedes davanti, sabato spero nessuno”

Ancora aggiustamenti all'assetto da fare sulle due SF16-H, meglio sul giro secco che in gara secondo i piloti

da , il

    GP Canada F1 2016, Ferrari. Vettel: “Oggi solo Mercedes davanti, sabato spero nessuno”

    Il distacco è di quelli incoraggianti, solo 2 decimi e poco più separano Sebastian Vettel da Lewis Hamilton al termine delle prove libere 2 del Gran Premio del Canada. Resta l’incognita di quanto margine abbia ancora Hamilton da giocarsi in qualifica, mentre Rosberg deve lavorare sull’assetto per ritagliarsi la macchina che cerca e puntare alla prima fila. Lavoro, quello sul bilanciamento, che in Ferrari devono fare per garantirsi un passo gara stabile e veloce e una qualifica consistente, specialmente con Kimi Raikkonen. Diverse modifiche alla SF16-H, dal turbocompressore evoluto al pacchetto aerodinamico con il cofano rastremato e le sospensioni riviste. Come hanno funzionato, motore in primis? «E’ difficile paragonare in condizioni e piste diverse», dice. Per seguire la gara LIVE in diretta web su Derapate, BASTA CLICCARE QUI! Guarda anche:

    Kimi che ha svolto un lavoro diverso dagli altri in apertura di libere 2, quando si è concentrato sul passo gara con gomme morbide, ottenendo buoni riscontri. Diverse le sensazioni sul giro singolo, lontano da Vettel e da Hamilton, solo ottavo, a 1″: «Ho faticato a portare la macchina nelle condizioni che volevo, è stata una giornata un po’ difficile sul giro secco nel mettere la macchina esattamente come la volevo, lavoriamo per domani. Non è una gara più importante di qualsiasi altra, c’è sempre lo stesso numero di punti», chiosa lasciando intendere che per domani si dovrà lavorare a fondo nel box.

    Leggi anche | Prove libere 2: Hamilton si conferma, Vettel vicino

    Più ottimista Vettel, non senza dei dettagli che andranno affinati anche sulla sua SF16-H: «Non so se siamo più competitivi, non sono totalmente contento del bilanciamento, ci sono alcune cose che possiamo migliorare. La buona notizia è che tutti i pezzi che abbiamo portato sembrano funzionare». Il momento della verità, come ormai accade da qualche gara, sarà in qualifica: Montreal “perdona” una posizione di partenza anche diversa dalla prima fila, a patto di avere una gran velocità e ritmo gara. Dovessero confermarsi le difficoltà di Rosberg, Vettel può puntare alla piazzola accanto a Hamilton. «In assetto da qualifica siamo contenti della macchina, non totalmente, c’è ancora del margine, è vero che negli ultimi week end non siamo stati troppo veloci al sabato, ma non c’era qualcosa che non funzionava in particolare e non dobbiamo preoccuparci. Oggi davanti c’era solo una Mercedes, spero che sabato non ci sia nessuno».