GP Corea F1 2012, prima fila tutta Red Bull: Vettel e Webber liberi di lottare

Formula 1: le qualifiche del Gran Premio di Corea esaltano le Red Bull ma mettono Webber davanti a Vettel

da , il

    La prima fila del Gran Premio di Corea di Formula 1 2012 conferma lo strapotere che ha la Red Bull sul giro secco in questa fase di campionato. La presenza di Mark Webber davanti a Sebastian Vettel, però, è un dettaglio che non lascia il cielo completamente sereno nel box di Milton Keynes e, al tempo stesso, dà morale agli avversari del pilota tedesco in campionato. Lewis Hamilton e Fernando Alonso sperano in qualche imprevisto che consenta di insidiare il campione del mondo in carica già alla prima curva. Sanno benissimo che, invece, se Vettel trovasse pista libera, sarebbe pronto a ripetere il monologo di sette giorni fa a Suzuka. Per loro fortuna, la dirigenza del team non pare intenzionata ad impartire ordini di scuderia. Forse pensano che non ce ne sarà bisogno?

    Webber: “Questi sono i risultati di un gran lavoro”

    “E’ la prima vera pole position dell’anno dopo quella di Monaco che ho ottenuto per la retrocessione di Michael Schumacher”, ha ricordato Mark Webber nella conferenza stampa che ha seguito le qualifiche del Gran Premio di Corea. Nell’occasione precedente, Montecarlo appunto, è arrivata la vittoria. L’unica del 2012. “Quest’anno le qualifiche sono state sempre dure e sono contento di aver fatto bene il mio lavoro – ha proseguito l’australiano – E’ sempre difficile farcela perché non è facile mettere insieme i tre settori. Spero anche in una buona gara. Dopo Suzuka abbiamo visto che la monoposto è migliorata ma siamo stati molto forti anche in passato pur se non siamo riusciti a sfruttare a pieno il potenziale. Abbiamo lavorato tutti molto sulla macchina e ora ne possiamo beneficiare. Comunque il divario sugli altri non è così ampio per cui non possiamo dare nulla per scontato”.

    Vettel: “Non incolpo Massa, ma…”

    Sebastian Vettel non vuole fare polemica ma la faccia tesa al termine delle qualifiche gli viene difficile nasconderla:“Ero veloce nella Q1 e nella Q2 ma nell’ultimo giro mi sono trovato davanti Felipe, ho dovuto rallentare un po’ e non ho trovato il passo nelle prime fasi del giro lanciato. Non voglio dare la colpa a lui ma avrei preferito almeno essere avvisato dal team via radio. Detto questo, la seconda posizione è buona pur se non ottima perché dopo la partenza c’è un lungo rettilineo che consentirà a chi sta dietro di attaccare”, ha dichiarato il tedesco.

    Red Bull, Horner: “I piloti faranno il meglio per loro stessi”

    Nel corso del Gran Premio di Corea non sentiremo strane comunicazioni via radio dirette a Mark Webber. A confermalo è Chris Horner:“A noi interessa che i nostri piloti massimizzino il risultato per la squadra cercando anche di fare il meglio per loro stessi. A noi interessa convertire questi due piazzamenti in ottimi risultati in classifica”, ha spiegato il team principal di Milton Keynes. “E’ stato un gran bel giro di Mark. E’ fantastico avere due piloti in prima fila. Sebastian non ha fatto i suoi migliori settori nell’ultimo giro ma è arrivato comunque secondo”, ha aggiunto.

    Hamilton: “Abbiamo un buon passo gara”

    Fossimo nei panni degli uomini Red Bull, non ci fideremmo di Lewis Hamilton. E’ lui, molto più di Alonso o di chissà chi altro, il più pericoloso. Grazie ad una buona qualifica, è riuscito a mettersi in scia delle lattine volanti ed in gara può comodamente dire la sua:“Sono nella posizione migliore che potevo raggiungere. Loro hanno fatto grossi passi avanti ma noi non siamo lontani soprattutto per quanto riguarda il passo di gara. Abbiamo visto con Jenson Button che abbiamo una buona consistenza”, ha ammesso. Martin Whitmarsh conferma le buone sensazioni del suo pilota:“Sono deluso per Jenson. Diciamo che sarebbe dovuto passare se non fosse stato per le bandiere gialle. E’ chiaro che forse doveva fare meglio nel primo giro della Q2. A parte questo, ha fatto un ottimo long run ieri e quindi possiamo fare bene in gara. Lewis ha fatto un bel lavoro e questo ci dà delle possibilità ragionevoli per domani. Le Red Bull sono veloci ma noi abbiamo un buon passo gara. Penso che nell’insieme sarà un bel GP con tanti piloti forti nelle prime posizioni che possono dare spettacolo”.