GP d’Australia: i commenti dal podio

Kimi Raikkonen parla di normale amministrazione e si complimenta con la squadra

da , il

    GP d’Australia: i commenti dal podio

    Lui non fa il saltino come Schumacher. Al massimo alza un braccio o due. Ma ai ferraristi Kimi Raikkonen va già bene così. Il ghiacciolino-man vince alla prima in rosso il GP d’Australia, parla di normale amministrazione e si complimenta con la squadra.

    Fernando Alonso, intanto, comincia a fare il ragioniere mentre Lewis Hamilton è giustamente fiero di aver conquistato il primo podio al suo primo Gran Premio.

    Kimi Raikkonen:“Avevamo pianificato tutto già prima della gara e ci siamo limitati a mettere in pratica le nostre strategie. Tutto è andato come previsto. Unica sbavatura forse c’è stata all’inizio e nel finale quando ho perso concentrazione alla terza curva e sono arrivato leggermente lungo. Ma la vittoria non è mai stata in discussione e già da sabato ero tranquillo. La macchina era perfetta e tutto è andato come meglio non poteva. Dalla mia prima esperienza con la Ferrari non potevo chiedere di più. Anzi forse una cosa c’era: la radio non funzionava bene, ma fortunatamente ce la siamo cavata lo stesso!”.

    Fernando Alonso:“La Ferrari è stata troppo veloce per noi, ma siamo contenti per come sono andate le cose. Abbiamo dimostrato che siamo in grado di vincere. Ci manca solo l’ultimo passo e stiamo lavorando esattamente in quella direzione. Quando sono finito dietro ad Hamilton ho deciso di non spingere per non affaticare la vettura. Ho dato il massimo solo nel secondo pit stop e infatti sono riuscito ad arrivare secondo”.

    Lewis Hamilton:“E’ stato bellissimo finire sul podio alla prima gara. Il team ha fatto un lavoro eccezionale. Non solo oggi ma durante tutto l’inverno. Sono dispiaciuto per il secondo pit stop dove non ho capito cosa è successo ma ho perso qualcosa. Ora guardo con ancora maggiore fiducia in avanti. Non vedo l’ora di scendere nuovamente in pista”.