GP del Belgio, pagelle: un bravo a Raikkonen. Insufficiente solo Hamilton, sorpresa Sutil

pagelle dal gp del belgio di f 2007

da , il

    GP del Belgio, pagelle: un bravo a Raikkonen. Insufficiente solo Hamilton, sorpresa Sutil

    Eccoci alle pagelle dei piloti dopo il Gran Premio del Belgio sul circuito di Spa-Francorchamps. Dopo una gara piuttosto piatta, non si registrano particolari acuti neanche in questa sede.

    C’è, così, modo di andare a vedere qualche cosa nelle posizioni di rincalzo dove Sutil riesce a mettersi meritatamente in mostra nonostante la Spyker.

    Guarda anche:

    Kimi Raikkonen. Risponde alle critiche con una prestazione senza errori. Quei 17 millesimi meglio di Massa in qualifica gli hanno dato la vittoria in quello che ormai si può considerare un circuito a lui favorevole dato che qui ha vinto le ultime 3 edizioni. In gara spinge quando deve e controlla con autorevolezza la situazione. Voto 9

    Felipe Massa. Si merita praticamente lo stesso voto di Raikkonen perché ha fatto esattamente la stessa gara. Unica pecca è nel finale dove prende degli inutili rischi per dimostrare solo di non essere secondo a nessuno. Dimostra la mia tesi, cioè che teme il confronto interno con Raikkonen molto più di quanto lui faccia paura al finlandese. Voto 8,5

    Fernando Alonso. Il suo Gran Premio era contro Hamilton e lo vince alla grande. In qualifica, in partenza e durante tutta la gara. Un altro punto rosicchiato è comunque soddisfacente. Voto 9

    Lewis Hamilton. Non tiene il passo dei migliori. Sembra che accusi un po’ di affanno ultimamente e a Spa-Francorchamps non riesce a tirar fuori il suo talento. Se continua in questo modo rischia di perdere il mondiale. Voto 5-

    Nick Heidfeld. Parte male ma poi si rifà. Con la BMW non può fare peggio del quinto posto. Voto 6,5

    Nico Rosberg. Cresce la Williams e cresce il numero delle buone prestazioni offerte dal tedesco. Un’altra gara più che convincente fa sperare di vederlo molto presto a lottare per qualcosa di più che un piazzamento. Voto 8+

    Mark Webber. Grazie a un Kubica partito con handicap e approfittando dell’aiuto di Coulthard che rallenta un po’ gli inseguitori, riesce a tornare in zona punti. Con questa Red Bull è tantissimo. Voto 7,5

    Heikki Kovalainen. La tattica ad una sosta stavolta non lo premia. Essere pesanti a Spa rallenta troppo e allora il finlandese deve faticare molto per raggiungere un risultato minimo. Si dimostra comunque per l’ennesima volta maturo e costante. Non ha colpe, solo meriti: molti al suo posto avrebbero prima o poi fatto un errore di guida o sarebbero stati vittime di almeno un contatto con un avversario. Lui no. Voto 8,5

    Robert Kubica. Parte dietro e non riesce a rimontare. La colpa è di una strategia non eccelsa e del troppo traffico. Non può mai dare libero sforo alle potenzialità del suo mezzo. Per non compromettere del tutto la gara è prudente, ma stavolta questa scelta non lo paga. Voto 6

    Vitantonio Liuzzi. Il confronto con Vettel lo stimola e lo rigenera. Si dimostra finalmente un pilota da F1 e chissà che riesca a trovare un sedile anche per il 2008. Potrebbe essere l’anno della rinascita. Voto 8

    Adrian Sutil. Come a Monaco, anche a Spa, dove c’è da metterci del proprio, il tedesco della Spyker riesce ad entrare persino nelle inqudrature delle telecamere quando è a pieni giri. Il ragazzo si farà. Voto 9