GP del Canada, fuori dal podio: Raikkonen lamenta problemi, Alonso ce l’ha con la sorte

GP del Canada, i piazzati: Raikkonen lamenta problemi alla F2007, Alonso parla di sfortuna, Sato alle stelle

da , il

    GP del Canada, fuori dal podio: Raikkonen lamenta problemi, Alonso ce l’ha con la sorte

    Kimi Raikkonen:“E’ stata una gara molto difficile per me, sin dalla partenza. Non avevo molta aderenza al via trovandomi dal lato sporco della pista e, subito dopo, ho toccato la vettura di Felipe con l’ala anteriore. Poi ci sono state tante safety-car che hanno reso la corsa caotica. Inoltre, dopo l’incidente di Kubica, un detrito si e’ incastrato sull’ala anteriore, ho avuto tantissimo sottosterzo e ho anche avuto qualche difficolta’ con i freni: una serie di problemi che, sommati insieme, hanno reso davvero complicata questa corsa. Alla fin fine, ho raccolto qualche punto: poteva andare meglio ma anche peggio.”

    Fernando Alonso:“Penso sia stata una gara strana con la Safety Car entrata in pista cosi’ tante volte e che ha giocato a favore di Lewis e a mio svantaggio. Sono entrato ai box per la prima volta al 24mo giro perche’ non avevo piu’ carburante, fondamentalmente non c’era nulla che potessi fare. Un peccato, perche’ mi e’ costata una penalita’ di 10 secondi ma sfortunatamente questo sono le regole e l’unica alternativa era fermarsi in pista senza benzina. Dopo aver spinto il piu’ possibile sono rimasto bloccato a centro gruppo e quando spingi al massimo a volte esci di pista ma in quella fase non c’era nulla da perdere. E’ stata una gara difficile per me ma sono contento per il team e per Lewis che ha vinto la sua prima gara e anche per Robert che sta bene. Spero di avere piu’ fortuna al GP USA della prossima settimana ma almeno posso lasciare Montreal con due punti in piu’ di Massa”.

    Heikki Kovalainen, quarto

    “Sono stato fortunato ma ho saputo approfittare delle occasioni. Tutto il pomeriggio ho fatto sorpassi ed ho avuto una buona velocita’ sui rettilinei grazie alle modifiche alla messa a punto. La gara e’ stata molto difficile ed era facile fare errori. Non ne ho fatti e sono stato ricompensato dopo due giorni difficili qui a Montreal. Ora dovremo concentrarci per il prossimo appuntamento a Indy.”

    Takuma Sato:“Un fine settimana eccezionale per noi. Sono accadute tante cose in questa gara, sono stato in ansia per quanto accaduto a Kubica e ringrazio il team di soccorso per l’ottimo lavoro. Dopo l’incidente e’ iniziata la mia corsa. E’stata una corsa molto competitiva e la strategia ha funzionato bene sia negli ingressi della safety car sia ai box. Negli ultimi giri sono riuscito a lottare con i primi piloti e a sorpassare e difendere la mia posizione. E’stato il giorno piu’ bello della mia carriera ed e’ stato un risultato stupefacente. Ringrazio la squadra per il sostegno.”

    Ralf Schumacher:“Un’altro fine settimana difficile per me, ma naturalmente e’ piacevole ottenere un punto partendo dalla diciottesima posizione. Sono sicuro che nessuno se lo sarebbe aspettato, ma e’ stata una corsa davvero caotica. Considerata la nostra posizione in griglia, siamo partiti con molto carburante per il primo stint. Verso la fine sono stato sopravanzato da Sato, che aveva pneumatici ‘prime’, a differenza di me che ero sulle ‘option’. C’e’ ovviamente molto lavoro da fare, ma almeno abbiamo ottenuto un punto”.

    Mark Webber:“La mia partenza e’ stata scarsa. Ho perso posizione rispetto a Rosberg e Kubica alla prima curva e poi ho cercato di farmi largo per risalire. Ho avuto una dura battaglia con Robert (Kubica), ma sono finito leggermente sullo sporco alla prima curva e mi sono girato perdendo diverse posizioni. Ho ricominciato a rimontare il gruppo e tutto andava bene anche se sapevo che sarebbe stata lunga a quel punto. La safety car e’ entrata in azione ed inizialmente sembrava che dovesse giocare a mio favore, ma alla resa dei conti non e’ stato facile seguire gli eventi e non sapevo chi stesse facendo cosa! Le gomme morbide non erano straordinarie alla fine, ed era difficile lottare con Sato che calzava l’altro tipo di mescola”.

    Nico Rosberg:“Dopo aver guadagnato due posizioni all’inizio, ho pensato che avrei potuto ottenere qualche cosa di buono, ma dopo sono stato davvero sfortunato. Non avevo piu’ benzina e sono dovuto rientrare esattamente quando la Safety Car e’ uscita per la prima volta e, secondo le nuove regole, sono stato penalizzato. Dopo il mio secondo pit-stop, sono rientrato in coda al gruppo ed inoltre la battaglia con Trulli si e’ conclusa un testacoda per entrambi ed ho perso ancora piu’ tempo del necessario con il cambio bloccato. Che pomeriggio! Una cosa positiva per la squadra e’ che Alex ha concluso terzo e che la nostra vettura ha messo in mostra un buon passo, che ci rende fiduciosi per la gara di Indianapolis del prossimo week-end”.

    Anthony Davidson:“E’un peccato. Mi trovavo al terzo posto quando una marmotta ha danneggiato il mio alettone anteriore. Spero che Kubica stia bene dopo quel terribile incidente. La corsa e’ stata una vera carneficina e quindi sono felice di essere giunto al traguardo. E’stato comunque il mio migliore risultato ed oggi la squadra ha fatto un ottimo lavoro”.