GP del Canada: penalità per Hamilton da scontare in Francia, sanzionato anche Rosberg

dopo il gran premio del canada i commissari hanno inflitti una penalità a lewis hamilton per aver tamponato kimi raikkonen

da , il

    GP del Canada: penalità per Hamilton da scontare in Francia, sanzionato anche Rosberg

    10 posizioni di arretramento in griglia nel prossimo Gran Premio di Francia. E’ questa la sanzione inflitta a Lewis Hamilton ed a Nico Rosberg per il tamponamento a catena che ha coinvolto anche l’incolpevole Kimi Raikkonen all’uscita della pit lane durante il GP del Canada.

    Guarda anche:

    Pena prevedibile in tutti sensi. Tanto per immediatezza quanto per leggerezza. Sinceramente quanto fatto da Hamilton, vale a dire aver eliminato il principale rivale nella lotta al mondiale, sembra molto più grave del buffetto che Rosberg ha dato alla McLaren numero 22 che gli si è piantata letteralmente davanti. Ma tant’è. Non c’è da stupirsi.

    Piuttosto si registrano le scuse del pilota inglese:“Non ho giustificazioni da darmi. Ho fatto un errore. Ho visto Kubica e Raikkonen battagliare all’uscita della pit lane e ad un certo punto si sono bloccati all’improvviso. Ero molto concentrato e mi sono accorto del semaforo rosso quando era troppo tardi”. “E più dura accettare uno stop del genere – ha proseguito l’inglese - rispetto a quando ad esempio vai a muro perché stai spingendo al limite. Mi scuso con Kimi, sono cose che in gara possono capitare e in quel momento avrei potuto colpire indistintamente lui o Kubica…”

    Il primo a parlare per la Ferrari, invece, è Stefano Domenicali che pur mantenendo il suo solito stile pacato, non riesce a nascondere il disappunto:“Con Raikkonen avevamo scelto un secondo stint veloce per saltare davanti ad Hamilton e c’eravamo riusciti. Avete poi visto cosa è successo. Possiamo dire col senno di poi che sarebbe stata la strategia giusta dato che ha vinto Kubica che era nelle stesse nostre condizioni”. Poche parole a commento della sanzione inflitta ad Hamilton:“Il regolamento parla chiaro ed in questi casi prevede che vengano presi provvedimenti”.

    Flemmatico come sempre Kimi Raikkonen:“Non c’è molto da dire. Hamilton ha fatto un errore e sono cose che capitano. Anche io ho sbagliato due settimane fa. Un conto però è farlo a quasi 300 km orari ed un altro di fronte ad un semaforo rosso…” “Non sono comunque arrabbiato - conclude il finlandese – perché alla fine non è cambiato quasi nulla nel mondiale. Sono però dispiaciuto per aver perso una grande chance di vittoria”