GP d’Europa, pagelle: Alonso micidiale, Massa rivalutato. Kovalainen scatenato.

gp europa f1, pagelle: Alonso bravissimo, ma anche Massa va rivalutato

da , il

    GP d’Europa, pagelle: Alonso micidiale, Massa rivalutato. Kovalainen scatenato.

    Pagelle dal Gran Premio d’Europa al Nurburgring. A mente fredda possiamo accantonare le polemiche e le critiche a Massa e Alonso per dare un giudizio sereno ai protagonisti di questa avvincente gara di Formula 1. Certo è che, in queste condizioni, diventa difficile stabilire dove finiscono le doti e dove comincia la fortuna.

    Guarda anche:

    Fatto sta che è Fernando Alonso a tornare alla vittoria. Voto 8,5. E’ micidiale per come fiuta la gazzella ferita, la raggiunge e la sbrana. Con meno foga e un po’ più cervello avrebbe comunque superato Massa ma senza rischiare neanche mezza ruotata. Vince dopo che si era già accontentato – saggiamente – del secondo posto. E’ normale che sia gasato come pochi.

    Felipe Massa. Conduce una gara perfetta, anche sul bagnato, fino a 10 giri dalla fine. Quando monta ancora le gomme intermedie per concludere il Gran Premio, però, qualcosa non va nella sua Ferrari. E’ nettamente più lento di Alonso, nonostante ciò riesce persino a tenerlo dietro per un paio di giri. Le critiche contro di lui, stavolta, sono state eccessive. Si chiede scusa. Voto 9

    Mark Webber. Domani andrà ad accendere un cero a Santa Sfiga da Espoo (città natale di Kimi Raikkonen, ndr). Il ritiro del finlandese gli spalanca le porte del secondo podio in carriera mentre dei problemi alle gomme gli costringono a chiuderle tutte ad un assatanato Alex Wurz. Una gioia meritata. Voto 8+

    Alez Wurz. Dato già per partente/perdente dalla Williams, quando le condizioni sono al limite riesce a tirare fuori sempre risultati sbalorditivi. Nel finale sente persino odore di podio. Si accontenta del quarto posto. Bravo. Voto 8

    David Coulthard. Pasticcia ad inizio gara ma viene salvato dalla sanatoria della bandiera rossa. Alla ripartenza guida con esperienza e risale fino alla zona punti. Ciliegina sulla torta per un weekend storico in casa Red Bull. Voto 7

    Nick Heidfeld. Fa autoscontro con Kubica al via, e si salva. Si salva anche quando manda Ralf Schumacher fuori pista. E si salva persino nel dopogara quando i commissari decidono di non infliggerli alcuna penalità. Non era la sua gara. Avrà avuto la testa al suo secondogenito. Voto 5

    Robert Kubica. E’ vittima delle circostanze. Come tutti litiga con il meteo. Più degli altri deve subire una retrocessione al via per colpa di Heidfeld. Nonostante tutto gli giri contro riesce comunque ad arrivare in fondo senza sbavature. Voto 6,5

    Heikki Kovalainen. Bravissimo. Se ha qualcuno davanti lo supera. Se ha qualcuno dietro, lì lo lascia. In Renault fiutano che può essere la sua giornata di grazia e appena sentono odore di pioggia gli montano delle gomme intermedie per fargli fare il colpaccio. Peccato che l’acqua arrivi più tardi e Kova rischi persino di uscire dalla zona punti. Voto 9+

    Lewis Hamilton. Catapultato dentro alla Mp4-22 dopo l’incidente riesce ad indovinare una partenza da standing ovation con pista umida. Poi, sarà stata la foga, commette un errore che lo mette fuori dai giochi. Nonostante la fortuna di non rovinare la macchina e la celerità dei commissari nel rimandarlo in pista fa nono. Voto 6+. Niente di eccezionale. Per la seconda volta fa l’umano e non l’alieno, ma fa sempre paura.

    Giancarlo Fisichella. Tattica sbagliata e gara irrimediabilmente compromessa. Non era il suo giorno. Dispiace perché è sul bagnato che ha sempre fatto vedere i pezzi migliori del suo repertorio. Senza voto.

    Kimi Raikkonen. E’ tattica da manuale il modo con il quale passa da settimo a terzo. Si è perso il conto di quanta benzina avesse ma è molto probabile che davanti ad Alonso ci sarebbe arrivato. Nel finale, poi, con i problemi di Massa, sarebbe rimasto ancora una volta lui a tenere alto il morale della ciurma rossa. Voto 9. Perché anche lui fa tutto alla perfezione. A cominciare dalla pole position di sabato.