GP di Cina, commenti fuori dal podio

da , il

    GP di Cina, commenti fuori dal podio

    Jenson Button, quarto:“Sono molto contento di essere giunto al traguardo nella stessa posizione occupata in griglia. Nelle prime battute, la macchina andava molto bene. Riuscivo ad allontanarmi dal gruppo senza difficolta’ e a tenermi a ridosso delle macchine nelle primissime posizioni. Poi, sono cominciati i problemi con le gomme posteriori, diventate pressoché lisce, e quindi ho dovuto anticipare la mia prima sosta. Non avevo grip al retrotreno e per questo perdevo circa 3 secondi o piu’ al giro. Quando la pista ha cominciato ad asciugarsi, c’era un’unica traiettoria da seguire e da quel momento mi sono trovato perfettamente a mio agio! È stato molto divertente e mi sono venuti in mente i tempi in cui correvo in kart e vinsi il Campionato europeo nel 1997. All’ultima curva, avevo davanti Rubens e De La Rosa e sono arrivato in staccata all’interno di Heidfeld, ho percorso la curva, dopodiché dagli specchietti retrovisori ho potuto vedere i due piloti che proseguivano diritto andandosi a toccare. In alcune aree, la macchina non e’ al livello delle migliori ed e’ su questi aspetti che occorre lavorare, ma cio’ non smorza la grande emozione per la nostra gara di casa in Giappone la prossima settimana.”

    Pedro De La Rosa, quinto:”Una gara difficile per tutti. Ho fatto una chiamata errata dopo il primo stint quando ho chiesto al mio ingegnere un diverso set di pneumatici intermedi Michelin. Retrospettivamente potevo rimanere con quelli che gia’ avevo, come Kimi, a causa della pista che si stava asciugando, ed ho sofferto per il graining. Cio’ mi ha fatto perdere molto tempo ma a parte questo il nostro passo e’ stato buono. Non ho visto molto di quello che e’ accaduto verso la fine del giro finale. Aveva iniziato a piovigginare ancora, ed eravamo tutti con gli pneumatici da asciutto arrivando ad una difficile zona di frenata. Sono stato fortunato a rimanere fuori dai guai ed ho guadagnato due posizioni. La nostra vettura sembra stare al passo. Sono sicuro che vinceremo una gara prima della fine dell’anno.”

    Rubens Barrichello, sesto:“La mia e’ stata una buona gara, anche se la macchina andava meglio con le gomme da bagnato che con le ‘slick’. È un peccato avere rovinato tutto nell’ultimo giro, quando a causa di alcuni problemi con i doppiati ho perso tempo e due posizioni. Heidfeld e’ stato costretto a effettuare una manovra per evitare un contatto alla curva 2, ma il fatto e’ che io ero gia’ la’ e cosi’ ci siamo toccati e la mia ala anteriore si e’ danneggiata. Con la conseguente perdita di carico aerodinamico sull’anteriore, sono stato lento nel resto dell’ultimo giro. Al tornantino, c’era molto confusione ed e’ cosi’ che io e Heidfeld ci siamo nuovamente toccati, ma fortunatamente sono riuscito a proseguire e a tagliare il traguardo. Con il 4° e il 6° posto, il team ha centrato un altro buon risultato. Sembra che siamo competitivi per la gara di casa del prossimo weekend, dove spero che potremo ottenere l’ennesimo buon risultato di squadra davanti ai tifosi giapponesi.”

    Nick Heidfeld, settimo:“Questa e’ stata la corsa piu’ deludente della mia carriera, non solo in F1 ma dall’inizio della mia carriera. Fino alla fine era convinto che sarei arriva quarto ma purtroppo alcuni doppiano hanno creato dei problemi. Per primo Albers che e’ rimasto sulla traiettoria asciutta e cosi’ ho perso tempo per passarlo. Ho dovuto frenare sul bagnato perdendo cosi’ alcune secondi, mentre Sato mi ha ostruito quasi per un giro. Nonostante fosse doppiato non mi ha lasciato passare per oltre un giro.

    Alla fine sono stato sorpassato anche dai due piloti della Honda. prima di tutto questo la mia macchina andava molto bene ed era anche molto veloce”

    Mark Webber, ottavo:“Ho avuto una buona partenza ed ho iniziato a lottare con David Coulthard. Una volta che sono riuscito a sorpassarlo ho inziato a pensare di dover montare pneumatici da asciutto, ma visto che la pista stentava ad asciugarsi ho deciso do continuare con le stesse gomme. Quando mi sono fermato per il mio secondo pit-stop abbiamo deciso di montare le gomme da asciutto, ma nonostante il mio errore sono riuscito a tenere dietro David e finire la mia gara a punti”