GP di Gran Bretagna: circuito di Silverstone

scheda circuito di Silverstone dove si corre il GP di Gran Bretagna di F1 2007

da , il

    GP di Gran Bretagna: circuito di Silverstone

    Silverstone è un nome che già da solo evoca tutta la storia della Formula 1. Ricavato da un vecchio aeroporto, è stato in passato uno dei tracciati con la più alta velocità media sul giro mentre nella sua versione più moderna ha perso i curvoni da fare in pieno per lasciare strada a a curve più accentuate, soprattutto nella parte finale

    Il rettilineo dei box è in leggera piega verso destra. Superato il traguardo si affronta la Copse, una veloce curva a destra da 240 km/h.

    Si continua ad affondare sul gas e si arriva alla serie di esse veloci da 270 Maggots e Becketts che richiedono un buon ritmo nel direzionare la vettura. Poi, si rallenta fino ai 160 per riaprire di nuovo nel rettilineo dell’Hangar Straight.

    Attorno ai 310 all’ora si compie una brusca frenata alla Stowe (teatro del celebre incidente di Schumacher nel 1999). E’ il primo punto nel quale si possono compiere sorpassi.

    Si gira a destra e si giunge dopo un breve rettilineo leggermente sconnesso alla Club. Qui si scala fino a 80 km/h per poi far scorrere la vettura in uscita dal lungo curvone verso destra che immette in rettilineo.

    Punto molto delicato è la staccata successiva, la Abbey, in salita verso sinistra a 90 gradi, altro luogo teatro di attacchi negli anni passati.

    Si entra così nel Complex, la parte lenta della pista composta da una serie di curve a corto raggio nelle quali è fondamentale avere una buona aderenza e che obbliga a dotare le vettura di un carico relativamente alto rispetto a quanto richiederebbe il resto della pista.

    La pista richiede una configurazione aerodinamica di livello medio e le monoposto debbono mantenersi molto reattive, per seguire rapidamente i molteplici cambi di direzione.

    Anche Silverstone, come tanti altri circuiti storici della Formula 1, sta vivendo un periodo di crisi a causa di infrastrutture non più all’altezza della situazione. Per questo Bernie Ecclestone ha minacciato più volte l’esclusione dal mondiale. Puntando sull’effetto-Hamilton e il conseguente tutto-esaurito, però, l’organizazione dell’evento spera di riprendere un po’ di ossigeno e scongiurare un’esclusione futura che – per quanto annunciata – avrebbe del clamoroso.

    Dati sul circuito

    Giri: 60

    Lunghezza giro: 5.143 km

    Lunghezza corsa: 308.36 km

    Links

    Circuito dal satellite

    Sito ufficiale

    Video: giro di pista a Silverstone on board con Nigel Mansell e la sua Williams Renault nel 1991.