GP di Spagna: commenti fuori dal podio

Robert Kubica, quarto:"Sono molto soddisfatto perche' questa e' la prima gara della stagione senza problemi per me, e potete vedere il risultato

da , il

    GP di Spagna: commenti fuori dal podio

    Robert Kubica, quarto:Questa e’ la prima gara della stagione senza problemi per me, e potete vedere il risultato. Oggi tutto e’ andato bene per me. Potevo lottare per la quinta posizione e ce l’ho fatta. Ho fatto una gara buona e consistente e nonostante qualche problema di degrado delle gomme nel secondo stint quando ero dietro ad Alonso e Coulthard stava riducendo il distacco”.

    David Coulthard, quinto: “Verso la fine della gara, ho perso la terza marcia e credevo di dovermi ritirare. Mi sono adattato ad utilizzare solo la quarta e le marce superiori, cosa che mi costava tempo nell’ultimo settore, ma potevo sempre andar forte nella prima parte della pista. Abbiamo fatto piu’ progressi di qualsiasi altra squadra rispetto all’inizio dell’anno e quando si spinge aggressivamente per migliorare la velocita’, a volte si rischia con l’affidabilità. Comunque penso che sia meglio così piuttosto che arrivare decimi senza problemi!”.

    Nico Rosberg, sesto:“Ringrazio la squadra per la strategia e i pitstop perfetti. Il mio unico problema e’ stato il sistema dell’acqua per bere che non ha funzionato e quindi ho perso molti liquidi durante la corsa, oltre a diminuire la mia concentrazione verso la fine della corsa. Questo e’ stato il mio migliore risultato in F1 e quindi sono molto soddisfatto. Ho provato a raggiungere Coulthard nel finale per cercare di agguantare la quinta posizione ma mi servivano un paio di giri in piu’ per superarlo. Tre punti sono buoni per la squadra e per me.”

    Heikki Kovalainen, settimo: “E’ il mio miglior risultato in F1, ed e’ positivo per me a livello personale e per la squadra, ma sappiamo che ero abbastanza veloce da poter finire anche in quinta posizione. Abbiamo avuto dei problemi al primo e al secondo stop e questo ci ha costretto a modificare la nostra strategia sulle tre soste facendo degli stint piu’ corti ma piu’ aggressivi e con gomme morbide. La macchina ha funzionato bene e siamo felici di aver conquistato altri punti perche’ significa che stiamo andando nella giusta direzione”.

    Takuma Sato, ottavo:“E’stato un fine settimana stupefacente in cui la squadra ha dimostrato grandi prestazioni. Non ho parole..dopo una stagione e quattro gare siamo riusciti a conquistare un punto iridato. E’ stata una dura lotta con la Renault ma abbiamo vinto. Non avevo previsto questo risultato e sono profondamente fiero del lavoro della squadra, e ringrazio i tifosi, gli sponsor e i nostri partner. E’stata una corsa dura e particolarmente nei primi due stint. Ho lottato con il bilanciamento fino alla fine quando e’ migliorato solo nell’ultimo stint ed ho potuto spingere. Ho lottato con Giancarlo che si trovava davanti a me. Il mio ingegnere mi continuava a dire che stavamo lottando con la Renault e mi incitava a spingere. Quando Fisico e’ tornato in pit lane sono riuscito a passarlo. E’ stato davvero emozionante.”

    Giancarlo Fisichella, nono:“E’stato un pomeriggio difficile per me, con la mia strategia compromessa dal traffico e dal problema al pit stop. Ho perso l’ ottava posizione per un soffio a causa del problema al rifornimento. sappiamo pero’ che la nostra macchina era abbastanza veloce da poter finire in quinta posizione. Questo e’ un fatto confortante.”

    Rubens Barrichello, decimo:“La gara di oggi e’ sicuramente stata migliore delle precedenti per quanto riguarda la prestazioni complessive e la maneggevolezza, ma il passo non e’ ancora sufficiente da permetterci di occupare posizioni finali piu’ vicine al vertice. Alla Curva 1, avevo lasciato uno spazio sufficiente a Jenson ed e’ un peccato che ci siamo toccati, ma in fondo sono incidenti che capitano”.

    Anthony Davidson, undicesimo:“E’oggi un grande risultato per la squadra. E’bello conquistare il nostro primo punto. Sapevamo che sarebbe stata dura ma ci siamo riusciti. Speriamo che la prossima volta ci riesca anche io.”

    Jenson Button, dodicesimo:“Avevamo una buona strategia e poi, per tutto il weekend, abbiamo finalizzato il lavoro per la gara, quindi era nell’aria che oggi sarebbe andata meglio. Purtroppo, all’uscita della pit lane dopo la prima sosta, sono salito sul cordolo nel punto di corda e cosi’ la macchina si e’ allontanata dalla traiettoria. Ho cosi’ toccato la posteriore destra della macchina di Rubens e nel contatto ho perso l’ala anteriore, dopodiché sono dovuto rientrare per sostituire il musetto ed e’ li’ che mi sono giocato le possibilita’ di centrare la zona punti. Tuttavia, nell’ultimo stint, mi sono reso conto che il nostro passo era piu’ o meno come quello di Kovalainen e di Rosberg e cio’ mi ha aiutato a risalire fino alla 12° posizione”.