GP di Spagna: tutto alla prima curva? Macché!

Come ho già avuto modo di anticipare, l’episodio clou del Gran Premio di Spagna è avvenuto alla prima curva

da , il

    GP di Spagna: tutto alla prima curva? Macché!

    Come ho già avuto modo di anticipare, l’episodio clou del Gran Premio di Spagna è avvenuto alla prima curva.

    Oltretutto, ormai si sa che le gare si decidono lì e il vecchio proverbio “NON si vincono le gare alla partenza” è bello che da cancellare!

    Stavolta, però, l’impressione è che la Ferrari di Felipe Massa ne avesse davvero di più e, in un modo o nell’altro, alla fine la vittoria non gli sarebbe sfuggita.

    Non gli sarebbe sfuggita sin dalle premesse. La pole position fatta imbarcando la stessa benzina di Alonso vuol dire che la competitività c’era sin dal sabato.

    Il giro più veloce in gara, poi, dà l’idea definitiva della forza Ferrari e allontana ogni ipotesi di casualità o fortuna.

    La superiorità della Rossa avrebbe consentito a Massa persino di superare in qualche pit stop Fernando Alonso. Lo spagnolo, infatti, aveva la stessa benzina del brasiliano e, visti i tempi fatti dai due, anche se il campione del mondo fosse passato davanti alla prima curva, difficilmente si sarebbe scrollato di dosso il pilotino. L’unica incognita è legata a quanto il danneggiamento della MP4-22 abbia influito sulle prestazioni. Ma a vedere Hamilton, non sembra molto.

    Per cui, alla fine, ha vinto il migliore punto e basta. La tattica sempre fondamentale, stavolta dobbiamo piegarla alla legge del più forte che ha un nome, un cognome ed è colorata di rosso.

    Quanto alla sportellata. Facciamola pure passare alla storia come decisiva anche se decisiva non lo sarebbe stata affatto. La Formula 1 è piena di casi analoghi.

    Per il magro spettacolo dato da questo Gran Premio, sia benvenuto quel contatto.

    In fin dei conti, è servito anche quello pur se non per la vittoria. E’ servito per averci dato un piccolo sussulto in una domenica priva di sorpassi, è servito per averci regalato una bella foto di copertina, è servito per aver dimostrato che anche Massa sa avere coraggio, carattere e nervi saldi. E’ servito per convincerci che il pilotino ha la stoffa del vincente.

    Mica poco.