GP di Turchia, pagelle: Massa 10. Raikkonen 0

Pagelle del Gran Premio di Turchia di F1 2007

da , il

    GP di Turchia, pagelle: Massa 10. Raikkonen 0

    Anticipiamo subito i voti più caldi del Gran Premio di Turchia. Non esageriamo e diamo un bel 10 a Felipe Massa.

    Esageriamo, volutamente, e appiccichiamo uno 0 secco a Kimi Raikkonen.

    Felipe Massa. Voto 10. Il suo problema non sono le gare dove vince. Il suo problema è riuscire a capire come mai uno che ti fa un weekend del genere, non si ripete con regolarità. Sarò provocatorio ma spero almeno di non essere banale: vi ricordate di un certo Coulthard alla McLaren? Lieto di essere smentito.

    Kimi Raikkonen. Voto 0. Stavolta non gli avevano chiesto niente. Non c’era bisogno di sorpassare e neanche di spremere troppo la macchina (sarà per questo che Massa ha vinto?). Lui, invece, riesce a non prendersi la sua pole. Non si può neanche dire che sia stato bravo in partenza, visto che tutti quelli sul lato sporco hanno faticato e il sorpasso era più che annunciato. Alla fine stampa un giro veloce che fa solo aumentare la rabbia.

    Fernando Alonso. Conscio che con le morbide aveva già dato il massimo, prova a mettere le dure in qualifica per la serie “non sia mai”. In realtà dimostra con quella mossa di essere arrivato a raschiare il fondo. In gara scompare subito. Che fine ha fatto il mastino furioso che faceva impazzire Kimi Raikkonen prima e Michael Schumacher poi? Voto 2.

    Nick Heidfeld. Aveva il doppio di benzina rispetto a Kubica ma indovina una partenza strepitosa e tiene dietro persino Alonso nel primo stint. Contro le McLaren c’è poco da fare. Gli altri, però, sembrano al suo cospetto una GP2. Voto 8,5

    Lewis Hamilton. Un weekend da 9 in pagella. Con la macchina più pesante si arrampica fino alla prima fila. Fosse partito in pole, probabilmente, avremmo raccontato un altra storia. Non ha il passo delle Ferrari ma ridicolizza Alonso. Solo la sfortuna lo priva (o la troppa foga?) di un altro podio.

    Heikki Kovalainen. Buona tattica e buona interpretazione. Sta lontano dai guai e non commette errori. Voto 8

    Nico Rosberg. Un altro Gran Premio dove dimostra senza mezzi termini il suo talento. Veloce e preciso continua a far galleggiare la Williams. Voto 8+

    Robert Kubica. Il suo weekend più brutto. Sperava di mettere il muso davanti, molto davanti, in qualifica e, invece, si è ritrovato davanti solo al suo compagno di squadra. Durante la corsa, poi, non riesce a fare la differenza nonostante abbia solo 12 giri di benzina. Che sia colpa della macchina, della strategia, o sua. Poco cambia. Voto 5

    Giancarlo Fisichella. Corsa condizionata al via. Nonstante ciò, Fisico sembra non esserci più e il confronto con Kovalainen diventa difficile. Voto 5,5

    Jarno Trulli. Anche per lui le speranze finiscono alla prima curva. Dispiace perché poteva essere un occasione per smuovere la classifica. Senza voto.

    Vitantonio Liuzzi. Riesce a concludere una gara e dimostra, per il momento, di avere qualcosa in più di Vettel. Niente male per uno che cerca un sedile per la prossima stagione e deve confrontarsi alla pari con il fenomeno del futuro. Voto 7