GP Germania F1 2012: Ferrari in pole! Ma Alonso teme molti nemici

Formula 1: la Ferrari è in pole position con Fernando Alonso nel Gran Premio di Germania

da , il

    GP Germania F1 2012: Ferrari in pole! Ma Alonso teme molti nemici

    Con quella di Hockenheim, Fernando Alonso è alla seconda pole position consecutiva. Così come due settimane fa a Silverstone, il pilota della Ferrari partirà davanti a tutti nel Gran Premio di Germania dopo aver beffato tutti al termine di qualifiche bagnate ed incerte. Normalmente la F2012 si esprime meglio sul passo gara rispetto al giro secco. Che per il fenomeno di Oviedo si prospetti una passeggiata allo spegnersi dei semafori, però, non è nessuno a crederlo. Gli avversari in grado di metterlo in difficoltà sono tanti ed agguerriti.

    Fernando Alonso: “Scelta giusta fare il pit stop”

    “Le condizioni erano al limite e uguali per tutti - ha dichiarato Fernando Alonso al termine delle qualificheSiamo partiti nella Q3 in condizioni non facili perché c’era molta acqua alla curva 3. Comunque è andato molto bene per noi ed ho cercato di fare un giro pulito. Abbiamo azzeccato anche la scelta di fare un pit stop e questo mi ha aiutato per fare il mio miglior giro”, ha aggiunto lo spagnolo dividendo i meriti del suo bel risultato con il muretto box della Ferrari. In vista della gara, le condizioni ambientali dovrebbero essere molto diverse ma il team italiano si sta preparando ad ogni evenienza:“Il weekend è stato strano fino ad ora nelle sue condizioni. Abbiamo usato tutti i tipi di gomme: da bagnato, intermedie e da asciutto. Domani le previsioni parlano di condizioni migliori. Vedremo. Siamo consapevoli che la macchina è andata bene in tutte le condizioni”. La F2012 è a posto. Vero. Ma gli altri lo sono altrettanto. Domenicali spiega bene le sue perplessità:“La prestazione della macchina è stata sicuramente positiva ma vediamo domani con condizioni asciutte che saranno molto diverse da queste. Non abbiamo dati sugli pneumatici. In prova non siamo andati male ma quello che conta è la gara di domani…”

    Vettel vuole imitare Webber

    Vettel domani come Webber due settimane fa. Parte secondo ma può beffare Alonso nel corso del Gran Premio di Germania. “Ho perso un giro per colpa delle difficoltà che ha avuto Mark – ha affermato senza incolpare il compagno – lui non poteva vedermi negli specchietti. Ho fatto altri due giri ma non è stato facile trovare la pista libera. Il mio ultimo tentativo non è stato completamente pulito. E’ facile perdere il controllo della macchina sui rivoli d’acqua e non è facile metterla dove si dovrebbe. Per domani parto da una buona posizione”.

    Schumacher pensa in piccolo

    Scatterà dalla terza posizione ma non vuole montarsi la testa. Michael Schumacher firmerebbe immediatamente per chiudere nella stessa posizione della partenza per festeggiare sul podio davanti ai suoi connazionali ma crede che l’impresa sia piuttosto ardua:“Sono contento. Per me ha funzionato tutto bene, sono contento per i tifosi e per i ragazzi che lavorano con noi e sono qui a sostenerci. Penso che per noi non sarà possibile guardare avanti e puntare alla vittoria ma semmai cercare di coprirsi le spalle. il podio è un risultato ambizioso ma possibile”.

    McLaren protagonista obbligata

    Le vetture di Woking non brillano in griglia di partenza ma hanno tanti motivi per non credersi tagliate fuori dai giochi. Sull’asciutto hanno dimostrato di essere dei missili. “E’ andato tutto bene fino a quando ha iniziato a piovere. Non so come mai – ha spiegato Lewis Hamilton - eravamo veloci ma ad un certo punto ho perso il grip nel momento decisivo. Volevo andare più veloce ma non ci sono riuscito”. Martin Whitmarsh ha aggiunto:“E’ stata una sessione difficile. Non abbiamo fatto errori ma in queste condizioni non abbiamo avuto il passo. Questa è la cattiva notizia. Sull’asciutto, invece, eravamo veloci. La nostra macchina è competitiva e per domani speriamo di arrivare ad un buon risultato”.