GP Germania F1 2013, anteprima: salvato il Nurburgring, la scena è per le gomme [VIDEO]

Pista storica il Nurburgring, teatro del prossimo Gran premio di Germania

da , il

    GP Germania F1 2013, anteprima: salvato il Nurburgring, la scena è per le gomme [VIDEO]

    Sembrava irrimediabilmente compromesso il Gran Premio di Germania 2013 al Nurburgring. Invece, eccoci qui pronti al week end teutonico su un tracciato dal nome storico, all’ombra della leggendaria Nordschleife. Chissà cosa pensano sir Jackie Stewart o Niki Lauda, due nomi a caso, che sul Nurburgring vero ci hanno corso quando non si era costretti a disquisire su gomme, strutture, mescole, materiali. Ti facevi il segno della croce, salivi in macchina e al box ti vedevano passare dopo molti giri (di lancette).

    Arriva giusto in tempo per sottolineare la deriva presa dallo sport motoristico, la Formula 1 odierna sempre più distante dai tifosi, costretti a ricordare il passato e sperare (invano) che ritorni.

    Il punto interrogativo quando si scendeva in pista al Nurburgring della Nordschleife riguardava il ritorno a casa, oggi ruota intorno all’impatto che le nuove Pirelli montate al posteriore avranno sulle prestazioni delle monoposto.

    Ritorno al kevlar, l’abbiamo già raccontato, ma quanto e come impatterà sui rapporti di forza visti finora è un’incognita. Già dalle prime prove libere capiremo chi è in crisi, chi si sarà adattato in fretta e chi, invece, farà i salti di gioia. Una certezza possiamo darla: il mondiale partirà da zero.

    Torneranno le gomme morbide e le medie, con un asfalto non abrasivo e le temperature si prevedono basse: basteranno per aiutare la Ferrari a ritrovare la competitività? Difficile dirlo.

    Ma cosa serve al Nurburgring per andar forte? Tracciato dal carico aerodinamico medio-alto, richiede un gran equilibrio e una monoposto rapida nei cambi di direzione. In fondo al dritto si stacca violentemente per affrontare il tornantino in discesa, un uncino con molteplici traiettorie, è una delle tre frenate impegnative che, tuttavia, non definiscono la pista tedesca come impegnativa sui dischi.

    Ben più importante sarà la precisione dell’avantreno, con l’insieme di curve guidate del primo settore nelle quali lottare contro il sottosterzo. Allungo verso la sinistra-destra in discesa e contropendenza dove Massa e Alonso arrivarono al contatto nel 2007: fondamentale pennellare le traiettorie e portar dentro tanta velocità, per poi lanciarsi nella piega verso sinistra prima del tornantone Dunlop. Curva di percorrenza, ancora giù il gas e via nella esse in salita, la Schumacher, non troppo cara a Hamilton, che in McLaren ebbe un brutto incidente in qualifica nel 2007. L’uscita proietta alla seconda staccata impegnativa, la curva RTL da affrontare pensando già alla Bit-Kurve. Una 90 gradi la prima, più aperta e da terza marcia la seconda. Fondamentale il richiamo e l’agilità della monoposto nel cambio di direzione.

    Ennesimo rettilineo in discesa per arrivare alla chicane che precede l’ultima curva, critica per i fenomeni di sottosterzo che possono far perdere la corda.

    E’ pista che rende possibili i sorpassi, almeno in due punti, mentre partire dalla pole position nelle ultime stagioni non è stato un fatto determinante.

    Il nome e la storia del luogo sono quelli giusti per tornare a parlare di motorsport, lasciando da parte alchimie ed esasperazioni. Riuscirà il Nurburgring nell’impresa?

    Questo weekend c’è il Fanta F1 di Derapate!

    kc_fantaf1

    Altro weekend, altro FANTA F1!. Il tradizionale gioco a pronostici di Derapate.itcontinua con la stagione di Formula 1. Lo scopo del gioco è indovinare la pole position e i primi 8 classificati di ogni Gran Premio. Leggi qui il regolamento, mentre se vuoi metterti alla prova con il nostro gioco, basta cliccare qui. Potresti essere il prossimo vincitore del FANTA F1!