GP Germania F1 2014: Hamilton punzecchia, Rosberg resta di ghiaccio!

Formula 1: Rosberg e Hamilton si avvicinano al GP di Germania 2014 cercando un abbozzo di guerra psicologica prontamente rintuzzato dalla Mercedes

da , il

    GP Germania F1 2014: Hamilton punzecchia, Rosberg resta di ghiaccio!

    Alla vigilia del Gran Premio di Germania 2014 di Formula 1 Nico Rosberg rinnova il contratto con la Mercedes per altri tre anni mentre occupa ancora la vetta della classifica mondiale e si presenta davanti alle tribune di Hockenheim esattamente nel primo weekend che segue la vittoria tedesca nei mondiali di calcio. Visto anche lo sfortunato ritiro nel precedente GP di Silverstone, gli ingredienti ci sono tutti per vederlo – in super forma smagliante – battagliare alla grande con il rinato Lewis Hamilton. Proprio l’inglese si è divertito a punzecchiare l’amico rivale facendo presente quanto sia, in verità, poco tedesco se si pensa che è nato e cresciuto a Montecarlo ed ha il padre scandinavo. In tutta risposta, Rosberg si è fatto disegnare un casco speciale per celebrare la quarta stella vinta dalla Germania di calcio. Per seguire il LIVE delle seconde prove libere, BASTA CLICCARE QUI!

    Guarda anche:

    casco rosberg germania f1 2014

    Con soli 4 punti di differenza tra Hamilton e Rosberg in classifica generale, la stagione 2014 di Formula 1 è tornata sostanzialmente al punto di partenza. Ora vale tutto pur di avere una supremazia sul compagno di squadra e Lewis si cimenta persino in un abbozzo di guerra psicologica che non pare abbia sortito grandi effetti. “Quella di Hamilton era solo una battuta – ha precisato Toto Wolff all’agenzia DPA – il fatto che lottino per il titolo porta ad enfatizzare alcune loro affermazioni e la Formula 1, avendo grande presenza nei mezzi di comunicazione, fa crescere esponenzialmente le conseguenze. Ci siamo già visti ed abbiamo già chiarito con loro risolvendo la vicenda in modo rapido”.

    Rosberg: “Morale alto nonostante punti persi”

    Che il chiarimento tra Lewis e Nico ci sia stato o meno, l’impressione è che il buon Rosberg sia completamente indifferente alle sollecitazioni del collega (cosa che non avviene a parti invertite). “Anche se per me non è arrivato a Silverstone un buon risultato, me ne sono tornato a casa incoraggiato, perché tutto per me è andato bene in ogni sessione e sono andato molto forte fino al momento del ritiro – ha spiegato il pilota tedesco sul sito ufficiale della Mercedes - quello che mi è successo è stato un peccato ma con i regolamenti che abbiamo dobbiamo sempre andare al limite per avere l’auto migliore in ogni situazione. Ho perso tanti punti in un campionato con una lotta molto dura ma mi sento in ottima forma”. Rosberg confida anche di poter sfruttare nel GP di Germania anche il lavoro fatto nei test della settimana scorsa:Hockenheim è la pista dove ho vinto più volte sin dalle categorie minori, quindi so che si adatta al mio stile di guida. Spero di regalare qualcosa di importante ai miei tifosi ed alla mia famiglia che, come da tradizione, verrà qui in campeggio”, ha concluso.