GP Giappone F1 2013, Alonso:”Mi voglio divertire”, Vettel:”Qui rischio incidenti” [FOTO]

Fernando Alonso arriva a Suzuka per il Gran Premio del Giappone 2013 di Formula 1 con l'idea di potersi divertire

da , il

    Fernando Alonso arriva a Suzuka per il Gran Premio del Giappone 2013 di Formula 1 come una delle ultime occasioni nelle quali può ancora essere considerato l’antagonista di Sebastian Vettel. Per assurdo, domenica pomeriggio potrebbe essere proprio lui quello a festeggiare qualcosa. Nulla di speciale, a dirla tutta: lo spagnolo sta, infatti, per battere il primato di Michael Schumacher come pilota che ha raccolto più punti in carriera:“Ci sono solo pochi record che posso raggiungere in Formula 1: quello sul numero di Campionati del Mondo conquistati e di Gran Premi vinti è difficile visti i numeri di Michael. Spero di poter centrare il record di più punti ottenuti in carriera qui in Giappone e di festeggiarlo un po’”, ha dichiarato sul sito Ferrari.

    Guarda anche:

    Alonso vede il 2014: “Con Raikkonen faremo bene, Ferrari permettendo”

    Fernando Alonso sa bene che è solo questione di tempo: prima o poi Vettel arriverà a superarlo anche sul fronte dei punti conquistati. Intanto, però, proverà a rendergli la vita difficile impedendogli di diventare campione del mondo con 4 gare d’anticipo. Allo spagnolo basta arrivare meglio del nono posto per impedire la festa della Red Bull. Tuttavia, verosimilmente, i giochi saranno chiusi due settimane dopo:“Faremo del nostro meglio nelle gare che rimangono, cercando di fare più punti possibili. Proveremo a divertirci nei prossimi GP, attaccando sempre, perché dobbiamo continuare a spingere per essere secondi nella Classifica Costruttori, perché pochissimi punti ci separano dalla Mercedes e anche la Lotus si sta avvicinando – ha dichiarato – Il prossimo anno, con Kimi, penso possiamo fare una buona stagione per la Ferrari se avremo una monoposto competitiva, riusciremo a goderci la stagione e fare cose molto buone. Se la vettura non sarà competitiva, avremo un anno molto simile a questo”, ha aggiunto. Alla fine della conferenza stampa, Alonso trova anche il tempo per complimentarsi con la Red Bull:“Hanno lavorato meglio degli altri. Noi siamo stati competitivi nella prima parte di campionato, vincendo due Gran Premi su cinque. Poi abbiamo fatto un passo indietro a Silverstone, da cui abbiamo recuperato, ma a quel punto gli altri avevano fatto più progressi di noi”.

    Vettel: “Qui c’è il pericolo incidenti”

    Suzuka più di altre è una pista che piace ai piloti. Siamo quasi ai livello di Spa-Francorchamps. Sebastian Vettel lo conferma:“Questo è il mio circuito preferito – ha affermato in conferenza stampa – E la più bella pista insieme al Nordschleife e Macao, è un sogno da guidare. Si fanno curve a 240 chilometri all’ora e oltre, siamo sempre al limite e si può sentire le forze centrifughe in entrambe le direzioni. Ci sono dossi estremi che tirano su il collo come essere all’inferno. La Spoon Curve è estremamente veloce e ha due apici. Bisogna essere coraggiosi per aprire presto il gas presto. Poi c’è un lungo rettilineo che conduce in ultra-veloce piega a sinistra che è la 130R. La piega non consente errori o problemi tecnici visto che non ci sono ampie via di fuga. Qui è difficile superare. Soprattutto all’ultima chicane, è facile giudicare male la frenata e, se la macchina davanti non collabora, c’è la possibilità di avere una collisione”.