GP Malesa F1 2011, prove libere 1: Webber fa volare la Red Bull a Sepang

Formula 1 2011: prima sessione di prove libere del Gran Premio di Malesia nel segno delle Red Bull

da , il

    GP Malesa F1 2011, prove libere 1: Webber fa volare la Red Bull a Sepang

    Miglior tempo per la Red Bull di Mark Webber nella prima sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia di Formula 1 2011. Il pilota australiano rifila oltre un secondo e mezzo a tutti i rivali, capeggiati da Lewis Hamilton e Michael Schumacher. Sebastian Vettel ha provato il KERS e si è nascosto per tutti i 90 minuti. La Ferrari non va oltre il sesto tempo di Felipe Massa ed il nono di Fernando Alonso con distacchi importanti. E’ ancora presto, però, per trarre conclusioni.

    PROVE LIBERE F1. Mark Webber bissa in Malesia il miglior tempo ottenuto nella prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Australia due settimane fa. La volontà della Red Bull è di ripetere quella supremazia. La speranza per l’australiano è di non avere le stesse difficoltà e potersi giocare la vittoria con un Sebastian Vettel solo diciassettesimo, impegnato in prove con il KERS. Il tedesco è stato rallentato nel finale da D’Ambrosio, protagonista di uno spettacolare cedimento alla sospensione anteriore della propria Virgin. Scorrendo la classifica dei tempi troviamo Lewis Hamiton secondo seguito da Michael Schumacher, sempre a suo agio a Sepang, Nico Hulkenberg collaudatore Force India, Pastor Maldonado con la Williams, Felipe Massa, Nick Heidfeld, Rubens Barrichello, Fernando Alonso, Nico Rosberg. Problemi di affidabilità per la Lotus Renault con Petrov che finisce nella ghiaia.

    GP Malesia F1 2011, prove libere 1: classifica dei tempi e giri percorsi

    1. Webber Red Bull-Renault 1m37.651s 22

    2. Hamilton McLaren-Mercedes 1m39.316s + 1.665 16

    3. Schumacher Mercedes 1m39.791s + 2.140 29

    4. Hulkenberg Force India-Mercedes 1m40.377s + 2.726 23

    5. Maldonado Williams-Cosworth 1m40.443s + 2.792 31

    6. Massa Ferrari 1m40.453s + 2.802 22

    7. Heidfeld Renault 1m40.525s + 2.874 6

    8. Barrichello Williams-Cosworth 1m40.581s + 2.930 21

    9. Alonso Ferrari 1m40.601s + 2.950 23

    10. Rosberg Mercedes 1m40.646s + 2.995 29

    11. Sutil Force India-Mercedes 1m40.734s + 3.083 21

    12. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m40.748s + 3.097 23

    13. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m40.770s + 3.119 24

    14. Kobayashi Sauber-Ferrari 1m40.872s + 3.221 27

    15. Button McLaren-Mercedes 1m40.927s + 3.276 16

    16. Trulli Lotus-Renault 1m41.620s + 3.969 21

    17. Vettel Red Bull-Renault 1m41.627s + 3.976 18

    18. Perez Sauber-Ferrari 1m41.642s + 3.991 24

    19. Glock Virgin-Cosworth 1m42.154s + 4.503 18

    20. d’Ambrosio Virgin-Cosworth 1m42.540s + 4.889 20

    21. Valsecchi Lotus-Renault 1m44.054s + 6.403 18

    22. Liuzzi HRT-Cosworth 1m45.228s + 7.577 20

    23. Karthikeyan HRT-Cosworth 1m46.267s + 8.616 10

    24. Petrov Renault 1m47.932s + 10.281 4

    RED BULL F1. Nonostante il weekend sia appena cominciato, il dominio Red Bull appare evidente. Anche stavolta. A tal proposito, Christian Horner, team principal dei bibitari, ha sbottato contro la McLaren che ha proseguito nell’accusare la monoposto austriaca di irregolarità:“Non dobbiamo superare una verifica McLaren, dobbiamo passare quella della FIA, e l’ala la supera pienamente. La McLaren ha sviluppato una vettura con un’altezza da terra molto bassa al posteriore, e quindi per loro un ala anteriore bassa non funziona. A causa dell’angolo che utilizziamo sulla nostra vettura è inevitabile che quando il posteriore della vettura è piu’ alto, l’anteriore sia piu’ vicino al suolo. E’ una scienza ovvia, e comunque le nostre ali sono pienamente regolari”.

    FANTA F1. Ricordiamo a tutti che la Fanta F1 di Derapate prosegue. C’è tempo fino a stasera alle 23.59 per indicare il pilota che partirà in pole position mentre si hanno 24 ore in più, fino alle 23.59 di sabato per pronosticare l’ordine di arrivo ed il giro più veloce del Gran Premio di Malesia. Per partecipare è sufficiente essere iscritti alla community e cliccare sulla propria pagina personale.