GP Malesia F1 2014, qualifiche. Rosberg: proverò di tutto in partenza

I protagonisti delle qualifiche del Gran premio di Malesia 2014 a Sepang: Hamilton, Vettel e Rosberg

da , il

    GP Malesia F1 2014, qualifiche. Rosberg: proverò di tutto in partenza

    Dall’Australia alla Malesia, da una pole a un’altra. Lewis Hamilton sa tirare fuori il meglio quando va stampato il giro e cercato il limite, nessuno probabilmente sa farlo meglio di lui e a dimostrarlo ci sono i primissimi giri della Q3, appena uscito dai box, con tempi immediatamente sotto i 2 minuti. Ma c’è un altro protagonista nel sabato di Sepang, dopo le qualifiche del Gran premio di Malesia 2014. Piaccia o no, antipatico o meno, Sebastian Vettel ha fatto un miracolo. Quello riuscito a Ricciardo a Melbourne, oggi ha saputo ricrearlo in una sessione difficile da interpretare.

    Cinque centesimi dalla pole, e ben 6 decimi a Rosberg. Non è un caso. «Si può dire che le Mercedes stamattina erano irraggiungibili per tutti. Oggi la pole era possibile con quelle condizioni, ma nessun giro può essere perfetto. Siamo molto contenti di essere là anche se c’è la sensazione che avremmo potuto fare di più», commenta Vettel. Guarda anche:

    Partirà dal lato pulito della pista, anche se con una gara regolare e sull’asciutto, difficilmente potrà insidiare Hamilton. L’inglese scavalca l’altro Leone d’Inghilterra, Nigel Mansell, quanto a pole ottenute: «Sono molto contento, anzitutto per il lavoro del team e per come ci siamo comportati. E’ incredibile quanto abbia piovuto, poi la sessione è stata molto complicata e l’ultimo giro, dietro Hulkenberg, non vedevo niente. Lui (Vettel; ndr) è decisamente vicino, troppo vicino!».

    Adesso dovrà sperare nell’affidabilità della W05, per metterla alla prova sulla distanza di gara e rivaleggiare con Rosberg. «Mi sento molto più a mio agio in macchina quest’anno, sento di essere al massimo pur potendo ancora migliorare. In gara potrò fare l’esperienza di come ci si sente con queste macchine».

    Non è stato solo Alonso a ritrovarsi la fortuna di meccanici stratosferici, anche Vettel è riuscito a superare un momento difficile in Q1, a causa del software di gestione dell’energy storage, sul quale è stato necessario intervenire con un reset: «All’inizio del Q1 siamo usciti rapidamente e ci siamo resi conto del problema, che abbiamo risolto. E’ stato bello trovare nuove sensazioni con la macchina sul bagnato. E’ stata una lotta serrata, era possibile andare un po’ più veloce, ma anche Lewis se avesse avuto un altro giro ci sarebbe riucsito. Vediamo come andrà la partenza, partirò dal lato pulito».

    Forse chi mastica amaro è Rosberg, ancora una volta, a due settimane dall’Albert Park. Non è necessariamente un male, visto com’è andata la domenica australiana. «Purtroppo alla fine non sono risucito a migliorare molto, ero a mio agio sul bagnato soprattutto in frenata. Chissà domani come andrà il tempo. Sarà una gara molto lunga», dice Nico. Gara lunga, da gestire, da attaccare e poco importa che non ci sia la pole «No, non sono contento [di non averla raggiunta] anche se c’è peggio. Ho una buona macchina e posso fare una buona partenza, è tutto da giocare. Sull’asciutto abbiamo ancora un bel vantaggio, sul bagnato sarà difficile. Si può vincere con una gara asciutta. Proverò tutto [in partenza]». Una verità palese: questa Mercedes, sull’asciutto, non ha rivali per la vittoria. Nico lo sa e sta affilando le armi per l’assalto di domani: la prima curva li attende.

    Continua la Fanta F1 di Derapate!

    Gp Valencia 2012, la gara

    Dopo l’Australia si va in Malesia per la FantaF1, il tradizionale gioco on line di Derapate.it. Se pensi di poter indovinare chi otterrà la pole e i primi otto classificati di ogni Gran Premio, allora non perdere tempo: farlo è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!