GP Malesia F1: Hamilton attento, arriva Vettel!

Lewis Hamilton è il protagonista delle prove libere nel terzo appuntamento del Mondiale 2010 di F1, in programma sul circuito di Sepang, in Malesia

da , il

    Riparte alla grande Lewis Hamilton, dopo il weekend da incubo di cui è stato protagonista in Australia. Il pilota della McLaren non ha lasciato spazio a nessuno, piazzandosi al primo posto nella classifica delle libere 1 e 2 in programma oggi sul circuito di Sepang, in Malesia. Con il miglior tempo di 1:34.175 Hamilton si conferma così leader della prima giornata, nel corso del terzo appuntamento del Mondiale 2010 di F1. Decisamente una buona ripresa dopo gli spiacevoli episodi di Melbourne, dove sia in pista che fuori dal circuito il pilota britannico non ha avuto molta fortuna.LIBERE GP MALESIA 2010. Per quanto riguarda le altre posizioni di punta, non c’è stato un gran movimento tra la prima e la seconda sessione di prove. Il campione in carica Jenson Button, dopo la prima vittoria australiana, si è piazzato al terzo posto nelle libere 1, in mezzo alle Mercedes di Rosberg e Schumacher. Il terzetto è però scivolato indietro di una posizione nel corso delle libere 2, quando a sorpresa si è infilata la Red Bull di Sebastian Vettel… come dire, non ce l’eravamo mica dimenticato vero?

    MCLAREN. Soddisfatto il boss del team di Woking, Martin Whitmarsh, che dichiara come i tempi in entrambe le qualifiche confermino che la squadra ha preso la giusta direzione. La McLaren si concentrerà ora sulla massimizzazione della performance della MP4-25, specialmente sui long run, dove le gomme giocheranno un ruolo cruciale. “Lewis ha fatto un ottimo lavoro” ha commentato Whitmarsh “mentre Jenson all’inizio faticava un po’ a trovare il giusto equilibrio, ma sono sicuro che domani migliorerà”.

    LEWIS HAMILTON. Decisamente soddisfatto della sua prestazione, Hamilton ha confermato l’ottimo feeling con la monoposto, dichiarandosi entusiasta di come questa si comporta sul circuito di Sepang. “Il tracciato qui in Malesia è molto veloce e scorrevole. Tutto dipende da come si fa scivolare la macchina tra una curva e l’altra. Per questo c’è bisogno di trovare il giusto equilibrio sulla vettura e saper conservare le gomme”. Un po’ meno contento della sua prova il compagno di squadra e campione in carica Jenson Button, ma comunque positivo per i progressi fatti dalla vettura.

    SEBASTIAN VETTEL. Nona e seconda posizione per il tedesco della Red Bull in questa prima giornata di prove libere in Malesia. Vettel, che finora ha mancato entrambe le vittorie in Bahrain e in Australia per problemi alla RB6, si è detto contento della prima giornata sul circuito di Sepang, anche se ritiene che la vettura debba acquistare ancora un po’ in velocità. “Oggi abbiamo avuto solo qualche piccola scocciatura, ma niente di grave. Mi dispiace invece per Mark (Webber) che a causa della rottura al motore si è dovuto fermare”.

    MERCEDES GP. E sono di nuovo le Mercedes di Schumacher e Rosberg a tenere botta in cima alla classifica insieme agli altri favoriti della stagione 2010. Ma il 7 volte campione del mondo ancora una volta non riesce a prendere il compagno di squadra. Per Nico Rosberg, Sepang rappresenta il circuito preferito, e il pilota della Mercedes ha così commentato la prima giornata di prove e il suo terzo miglior tempo: “Oggi siamo riusciti a seguire il programma che ci eravamo fissati, facendo dei progressi nel corso delle 2 sessioni. Il lavoro svolto sulle gomme è stato molto utile e stasera potremo concentrarci in vista delle qualifiche di domani”. Michael Schumacher intanto non dà segni di nevrosi da perenne secondo (forse sta cominciando a farci l’abitudine?) e si dichiara abbastanza soddisfatto della sua prova, nonostante un problema ai freni nel corso della mattinata non gli abbia consentito di trovare subito il giusto passo. ”Dobbiamo comunque essere realisti riguardo alla nostra performance qui in Malesia, dove siamo ancora un po’ lontani dai front runners” ha commentato il pilota tedesco. “La cosa positiva è che sarà possibile giocare un po’ con le linee dal momento che il tracciato è molto largo. Comunque sia è presto per parlare. Come al solito bisogna attendere di vedere le qualifiche… e il tempo!”.

    Foto: motorsport.com