GP Monaco 1982, la “prima” di Patrese dopo la tragedia di Gilles [VIDEO]

Una gara ricca di colpi di scena, decisa negli ultimi 6 giri

da , il

    GP Monaco 1982

    La Formula 1, a Monaco, nel 1982, affronta il primo week end dopo il dramma di Zolder. Gilles Villeneuve è morto e la Ferrari parte con il solo Pironi. Le discussioni sulla sicurezza delle monoposto animarono la vigilia e nemmeno troppo velatamente venne messa sotto accusa la stessa Ferrari, rea di non avere una macchina solida: fu Piquet a lanciare l’accusa, aggiungendo che con la sua Brabham Villeneuve non sarebbe morto. Il clima è quel che è, simile per certi versi al 1994, quando Montecarlo sarà la tappa della ripartenza dopo i fatti di Imola.

    Prove e qualifiche si svolgono sull’asciutto e nessuno riesce a insidiare Rene Arnoux, poleman su Renault davanti a Patrese, Giacomelli, Prost e Pironi. Leggere lo starting grid dell’epoca mette i brividi, con Rosberg sesto, poi De Cesaris, Daly, Alboreto, Watson, Mansell, Lauda, Piquet… fenomeni e buoni piloti: 20 al via, dopo le prequalifiche. BASTA CLICCARE QUI! Guarda anche:

    La partenza sorride ad Arnoux che va in testa e Giacomelli supera Patrese, l’italiano al secondo giro deve lasciar strada anche a Prost, ma recupera una posizione al quinto giro, perché Giacomelli viene tradito dal semiasse ed è costretto al ritiro. Sarà gara a eliminazione, tanto che al termine dei 76 giri ci sarà un solo uomo a pieni giri.

    Giro 15, Arnoux, autorevolmente in testa, va in testacoda alla chicane delle Piscine e deve ritirarsi, c’è Prost al comando, davanti a Patrese, Pironi e De Cesaris.

    1982monprostout

    Come spesso accade a Monaco, servono eventi straordinari per stravolgere il trenino di auto. Detto del ritiro di Keke Rosberg al giro 66, il colpo di scena arriva a 6 giri dal termine: 70ma tornata, cade una leggera pioggia sul Principato. Bastano quattro giri per dare il via al carosello di emozioni (e confusione) che disegnerà l’epilogo. Prost doppia Surer al giro 74 ma va in testacoda alla chicane e tocca le barriere. In testa dovrebbe andare Patrese, ma l’italiano un giro dopo si trova anch’egli in testacoda al Loews; quindi? Pironi primo? Affatto: la Ferrari si ferma nel tunnel all’ultimo giro, con la batteria scarica, fuori un altro. Chi vincerà la gara? De Cesaris? Nemmeno, perché resta senza benzina. E Daly, quarto? Niente da fare, ha un giro di ritardo e sbatte alla Rascasse all’ultimo passaggio… Nel frattempo Riccardo Patrese riesce a ripartire, tra aiuto dei commissari e della fisica, con la discesa tra Loews e Mirabeau basso che lo aiuta non poco. Taglierà il traguardo, unico a pieni giri, e per decidere chi si sarebbe classificato al secondo e terzo posto si dovette ricorrere al tempo impiegato su 75 giri: Pironi e De Cesaris erano stati più veloci dei doppiati Mansell e De Angelis, così verranno classificati a podio. Daly chiuderà sesto, nonostante il ritiro, a 2 giri.

    f1 monaco 1982, patrese

    Patrese si prende la prima vittoria in carriera, De Cesaris il primo podio. Era dal 1975 che il tricolore non sventolava sul gradino più alto del podio (Brambilla, Gp Austrai) mentre addirittura dal 1955 che due italiani non si trovavano nei primi tre posti.

    Fabiano Polimeni

    [sondaggio id="439"]

    Ordine d’arrivo Gp Monaco 1982

    1. Riccardo Patrese – Brabham- 76giri -1h54’11″259

    2. Didier Pironi -Ferrari – 75giri -Rit. con 90% di gara completata

    3. Andrea de Cesaris -Alfa Romeo – 75giri -Rit. con 90% di gara completata

    4. Nigel Mansell – Lotus-Ford Cosworth -75 + 1 giro

    5. Elio de Angelis – Lotus-Ford Cosworth -75 + 1 giro

    6. Derek Daly – Williams-Ford Cosworth -74 Rit. con 90% di gara completata

    7. Alain Prost -Renault -Rit. con 90% di gara completata

    8. Brian Henton – Tyrrell-Ford Cosworth – + 4 giri

    9. Marc Surer Regno Unito Arrows-Ford Cosworth- + 6 giri

    10. Michele Alboreto – Tyrrell-Ford Cosworth – Rit. con 90% di gara completata

    Rit. Keke Rosberg – Williams-Ford Cosworth-

    Rit. Niki Lauda – McLaren-Ford Cosworth -

    Rit. Nelson Piquet – Brabham-BMW -

    Rit. John Watson – McLaren-Ford Cosworth -

    Rit. Manfred Winkelhock – ATS-Ford Cosworth -

    Rit. Jacques Laffite -Ligier-Matra -

    Rit. Uniti Eddie Cheever -Ligier-Matra -

    Rit. Eliseo Salazar -ATS-Ford Cosworth -

    Rit. René Arnoux -Renault -

    Rit. Bruno Giacomelli -Alfa Romeo -