GP Monza 2012, prove libere 1: Schumacher il più veloce

da , il

    GP Monza 2012, prove libere 1: Schumacher il più veloce

    AP/LaPresse

    E’ Michael Schumacher il più veloce nelle prime prove libere sul circuito di Monza del Gran Premio d’Italia 2012. Il tedesco della Mercedes compie 24 giri e conclude la sessione in testa, davanti a Jenson Button e al suo compagno di squadra Nico Rosberg. Quarta e quinta le due Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa. Lo spagnolo ha concluso le prove con qualche minuto di anticipo per un problema al motore ed ha parcheggiato la sua vettura nella via di fuga della prima variante. Non andrà incontro comunque a penalità, data la possibilità di cambiare propulsore. Ma vediamo nei dettagli la sintesi delle prove libere con la nostra diretta scritta.

    Cronaca prove libere 1 – GP Italia 2012 – Monza

    10:00 - E’ la Toro Rosso di Vergne la prima vettura a scendere in pista a Monza, inaugurando la sequenza di installation lap che caratterizza i minuti iniziali delle prove. Temperatura subito elevata, con 23° C nell’aria e 28° C sull’asfalto.

    10:05 – Le due Ferrari hanno iniziato le valutazioni aerodinamiche sul posteriore, con l’alettone dipinto del tradizionale giallo che serve a valutare l’andamento dei flussi e la pressione. La macchina di Alonso, invece, presenta la vernice sui deflettori appena avanti le pance laterali.

    In McLaren, Button porterà avanti la valutazione del pacchetto con bassa deportanza già testato a Spa per verificare l’impiego su entrambe le vetture.

    Il primo tempo cronometrato va a Felipe Massa, con 1’28″3 e 331 km/h di velocità massima in fondo al rettilineo, distante dal record di Pizzonia nel 2004 con oltre 368 km/h, record riferito a una sessione di prove (Montoya detiene quello in gara, 372 km/h nel 2005; ndr). Ferrari del brasiliano che presenta la stessa ala posteriore di Spa ma senza il monkey-seat.

    10:15 – Sempre in tema di tecnica, sembrerebbe che la McLaren abbia un sistema di doppio-Drs, con dei piccoli condotti che sono apparsi sulle paratie laterali dell’ala posteriore, seguendo quindi la strada percorsa dalla Mercedes e non quella della Lotus. Tutto fermo in pista, con la sola Marussia di Pic protagonista di un breve run.

    10:20 - E’ il momento del primo pilota cinese in Formula 1. Con un milione di euro, Ma Qing Hua si garantirà questa sessione di prove libere, poi quella in Corea e i test per i giovani piloti. L’esordio a Monza è segnato con un lungo alla prima variante. e con una differenza imbarazzante in Parabolica rispetto a Kimi Raikkonen, in pista insieme al compagno di squadra D’Ambrosio. Errore veniale quello di Qing Hua, visto che anche il finlandese della Lotus ha fatto un piccolo errore alla prima chicane: serve prendere le misure con la staccata per tutti i piloti.

    Raikkonen che è autore del miglior tempo provvisorio: 1’27″3.

    10:30 – La classifica dei tempi, dopo mezz’ora di prove con le sole gomme dure impiegate, vede Raikkonen davanti a Massa, Hamilton, D’Ambrosio, Vergne, Perez, Ricciardo, Ma Qing Hua, Pic. Hamilton che ha proseguito con giri in sequenza, fino a strappare il miglior tempo con 1’26″980. Gli intermedi di riferimento sono 27″8 nel primo settore, 29″3 nel secondo e 29″0 nel terzo.

    10:35 – Chi è “mancata” finora in queste prove libere è la Red Bull, che con Vettel ha fatto un solo installation lap, al pari di Webber. Guardando gli intertempi, per quanto ancora poco significativi, si ripete quanto visto lo scorso anno, con McLaren e Mercedes velocissime fino alla Roggia, mentre Alonso al momento paga 2 decimi. Va considerato il differente lavoro che svolgono le scuderie, come anche i carichi di benzina. Ma sarà un dettaglio da tenere d’occhio per il resto del week end.

    Nonostante i decimi persi al primo intermedio, Alonso ottiene il miglior tempo con il record nel secondo e terzo settore: 1’26″072. La velocità più elevata intanto spetta a Schumacher, con 338 km/h. Primato Ferrari che resiste poco, perché il sette volte campione del mondo prima scende a 25″9 e poi 25″4.

    10:45 – Classifica dei tempi con Schumacher (1’25″422) davanti a Button (+0.3), Alonso (+0.5), Massa, Perez, Hamilton, Rosberg, Bottas. Button che migliora il primo settore fino a 27″4, ottenendo il record. Tuttavia, un po’ di sottosterzo per l’inglese, a cui è stata suggerita una modifica sul volante per migliorare il grip. Una Monza ancora “green” con l’asfalto che migliorerà al pomeriggio, quando le temperature saranno simili a quelle che i piloti incontreranno in qualifica e gara.

    Intanto, Webber ottiene il nono tempo cronometrato e anche Vettel inizia il programma di giri in sequenza.

    11:00 – Le due Ferrari scendono in pista per effettuare una serie di giri per simulare la gara. I riferimenti di Alonso e Massa confermano che non si è alla ricerca del tempo, con lo spagnolo che fa 28.9-30.6-29.9 al primo giro, migliorati progressivamente nelle tornate successive, ma senza avvicinare i parziali record.

    Da segnalare dei problemi di bilanciamento in frenata per la Lotus e la Mercedes di Rosberg, in particolare alla prima variante. Webber ottavo e Vettel decimo si “nascondono” in questi primi 90 minuti di prove. Le velocità massime delle due Red Bull si attestano poco sotto i 330 km/h, circa 10 meno rispetto alle Mercedes.

    A trenta minuti dalla chiusura delle prove libere del Gran Premio d’Italia a Monza, la classifica dei tempi vede Schumacher primo, poi, Button (+0.3), Rosberg (+0.3), Alonso (+0.3), Massa (+0.4), Hamilton (+0.5), Perez (+0.9), Webber (+0.9), Maldonado (+1.0) e Vettel (+1.0).

    11:15 - Nelle ultime battute delle prove, tutti i piloti scendono in pista per simulare un mini-long run. Il primo ad aver iniziato la sequenza è Jenson Button, seguito poi da Hamilton, Rosberg, Alonso, Vettel. Difficilmente i tempi scenderanno rispetto a quelli ottenuti finora.

    11:25 – Fernando Alonso chiude con 5 minuti d’anticipo la sessione di prove libere, parcheggiando la Ferrari nella via di fuga della prima variante. Possibile un problema al motore, come accaduto a Massa a Spa Francorchamps. Potrebbe trattarsi di un’unità giunta a fine ciclo, per cui niente allarmismi.

    Pochi istanti dopo tocca a Maldonado abbandonare la Williams in pista, per l’esattezza dopo la variante della Roggia.

    Classifica tempi prove libere 1 – GP Italia – Monza

    1. SCHUMACHER -Mercedes- 1:25.422 -24 giri

    2. BUTTON -McLaren- 1:25.723 -28

    3. ROSBERG -Mercedes- 1:25.762 -26

    4. ALONSO -Ferrari- 1:25.800 -22

    5. MASSA -Ferrari- 1:25.861 -25

    6. HAMILTON -McLaren- 1:25.944 -28

    7. RAIKKONEN -Lotus- 1:26.046 -24

    8. PEREZ -Sauber- 1:26.323 -26

    9. WEBBER -Red Bull- 1:26.390 -22

    10. MALDONADO -Williams- 1:26.504 -19

    11. VETTEL -Red Bull- 1:26.508 -18

    12. HULKENBERG -Force India- 1:26.518 -21

    13. BOTTAS -Williams- 1:26.641 -24

    14. KOBAYASHI -Sauber- 1:26.746 -22

    15. D’AMBROSIO -Lotus- 1:27.180 -28

    16. BIANCHI -Force India- 1:27.192 -22

    17. RICCIARDO -Toro Rosso- 1:27.373 -24

    18. VERGNE -Toro Rosso- 1:27.789 -22

    19. KOVALAINEN -Caterham- 1:27.855 -25

    20. PETROV -Caterham- 1:28.578 -18

    21. PIC -Marussia- 1:28.751 -24

    22. GLOCK -Marussia- 1:29.207 -19

    23. DE LA ROSA -HRT- 1:29.331 -21

    24. QING HUA -HRT- 1:31.239 -25