GP Monza F1 2012, prove libere 2: Hamilton miglior tempo, Alonso tradito dal cambio

da , il

    GP Monza F1 2012, prove libere 2: Hamilton miglior tempo, Alonso tradito dal cambio

    AP/LaPresse

    Nel secondo turno di prove libere del Gran Premio d’Italia 2012 a Monza, Lewis Hamilton ottiene il miglior tempo, precedendo di pochi millesimi il compagno di team Button e Fernando Alonso. Brutte notizie per lo spagnolo, costretto a mezz’ora dal termine a scendere dalla F2012 per un problema al cambio che ha messo fine alle prove. Dopo aver sostituito il motore stamane, ancora un rallentamento per Alonso.

    Ma la Ferrari c’è e può lottare per la vittoria. I tempi di Massa sul long run lo confermano, mentre in ottica qualifica la McLaren è un fulmine nel primo settore, con la Rossa che risponde negli altri due. Otto piloti racchiusi in 2 decimi, deludono le Red Bull: Webber 11mo, Vettel 13mo.

    Cronaca prove libere 2 – GP Italia 2012 – Monza

    15:15 - Dai primi tempi che restituisce il long run in ottica gara, c’è Massa molto regolare nel secondo settore, con 4 giri sul 30″9-31″1, mentre la McLaren fatica un po’ di più nel tratto più guidato della pista a esser costante. In compenso, Hamilton e Button vanno molto bene nel primo e cedono ancora nell’ultimo settore.

    Nonostante il decimo tempo, Schumacher, stesso discorso vale per Raikkonen, inanella quattro giri in sequenza praticamente fotocopia: il dubbio è sulla durata della prestazione Mercedes. Quel che conforta maggiormente è la tenuta Ferrari in ottica gara. Potrebbe non ottenere la pole position, ma per la gara c’è la consistenza giusta per far bene.

    15:05 - Ancora problemi per Fernando Alonso, sembrerebbe al cambio, con lo spagnolo che è rientrato ai box in seconda marcia. Non dovrebbe esser coinvolto il motore, nuovo, installato prima delle prove libere 2. Se dovessero sostituire il cambio, andrebbe incontro alla penalizzazione di 5 posizioni.

    Iniziano adesso i long run conclusivi, quindi non dovremmo attenderci modifiche nella tabella dei tempi. All’appello mancano Schumacher, decimo a 804 millesimi, Webber 11mo e Vettel 13mo. Si confermano nelle prime posizioni, invece, le due Force India – appena 2 decimi e mezzo da Hamilton – e Raikkonen, che segue Rosberg, quinto. L’unico a non aver utilizzato le gomme medie è Kobayashi, 16mo.

    15:00 - Le gomme morbide sembrano non essere immediatamente veloci, servono più giri e riescono a garantire due tentativi, intervallati da un giro lento. Lewis Hamilton segna il miglior tempo, precedendo Button di appena 3 centesimi, Alonso di 6 e Massa ottimo quarto a 140 millesimi. Ci sono ben 8 piloti in 257 millesimi. Se i valori dovessero esser confermati domani nelle prove libere 3, c’è da aspettarsi una qualifica quantomai aperta.

    Stonano ancor di più, con questi distacchi, gli otto decimi di Webber (11mo) e il secondo e 1 di Vettel (13mo).

    14:50 - Le gomme medie sulla McLaren di Button non restituiscono il gran vantaggio atteso. L’inglese replica il record 27″4 nel primo settore, ma nonostante una vettura precisa e facile nell’inserimento a Lesmo e Ascari, paga un decimo in ognuno dei due tratti ad Alonso, che aveva fatto il tempo con le dure. Solo al terzo giro lanciato la McLaren riesce a strappare il miglior tempo: 1’25″328.

    Sembra che la mescola più morbida non dia il vantaggio che sarebbe lecito aspettarsi. La classifica dei tempi, in attesa che tutti facciano un giro con le medie, dice: Button, Alonso, Massa (+0.1), Rosberg, Raikkonen, Di Resta, Hamilton, Perez, Schumacher, D’Ambrosio, Vettel.

    14:45 – Anche Alonso ha montato le gomme medie, ma il primo giro cronometrato non ha migliorato il riferimento fatto segnare con le dure. Si conferma una Ferrari molto in forma nelle due di Lesmo, alla Ascari e in Parabolica. Poi lo spagnolo è rientrato lamentando problemi in frenata all’anteriore.

    Rosberg, nonostante il secondo posto a meno di 1 decimo, continua a soffrire con le temperature delle gomme, difficili da tenere nella corretta finestra di funzionamento. Dal muretto lo avvisano di non lasciar raffreddare troppo l’anteriore destra.

    In difficoltà appare la Red Bull, con Vettel che soffre ai margini della top ten e Webber addirittura a 1″3 da Alonso. Gli intertempi non la vedono emergere in nessun tratto: c’è molto lavoro da fare per risalire il gruppo.

    14:30 - Tutti i piloti sono impegnati nella valutazione delle monoposto in assetto da gara, con gomme dure e la temperatura dell’asfalto che si mantiene a 40° C. Dall’analisi degli intertempi, le Ferrari sono le più veloci nel secondo settore, sia Alonso che Massa fanno 29″0, mentre il primo tratto è feudo di Button con 27″4: Alonso paga 2 decimi.

    Con ancora 60 minuti di prove libere da disputare, Kovalainen è il primo pilota a montare le gomme medie. Si concentrano invece ancora sulle gomme dure le McLaren, pronte a uscire con per un secondo run.

    Ancora problemi con il Drs in Mercedes. Questa volta tocca a Rosberg, con l’ala mobile che non si chiude rapidamente come dovrebbe.

    14:25 - Dopo sette giri, Fernando Alonso si colloca in cima alla classifica con 1’25″350. Dietro di lui Rosberg, Massa, Button e Hamilton.

    A proposito di McLaren, questa è la nuova ala posteriore che ha fatto compiere al team inglese un netto salto in avanti a Spa e qui a Monza.

    McLaren doppio DRS GP Monza

    14:20 - Da segnalare un problema con il Drs per Schumacher, che dovrà farne a meno per l’intera sessione visto che manca il tempo per ripararlo. Le monoposto più veloci sul rettilineo dei box sono D’Ambrosio (345 km/h) seguito da Button (342), Hamilton (341) e Raikkonen (340).

    Iniziate le prove anche per Fernando Alonso, subito terzo con meno di tre decimi di distacco. Si conferma il ritardo di 3-4 decimi della Ferrari nel primo settore, mentre Massa firma il record (29″0) nel secondo, caratterizzato dalle due di Lesmo. Entrambi i piloti si avvicinano al tempo di Button, con Massa a 99 millesimi e Alonso a 118.

    14:15 - Piloti ancora con le gomme dure e la classifica dei tempi vede Raikkonen (1’25″934), davanti ad Rosberg, Hamilton, Massa, Button, Schumacher, Di Resta, Perez, Hulkenberg e Vettel. Questo prima che Button strappasse la leadership con tre settori record e un impressionante 27″4 nel primo settore.

    Tempi che si evolvono rapidamente e tocca a Rosberg riscrivere la classifica: primo con 1’25″446 davanti a Massa.

    14:10 - Sia la Lotus che la Mercedes sono scese in pista con due alettoni anteriori in stile Ferrari. Con i profili a cascata già visti a Spa sulla F2012, senza però le alette a sbalzo.

    Alonso resta ancora ai box, in attesa che tutto sia pronto per uscire e iniziare il turno di prove con il nuovo motore. Jenson Button conferma lo stato di grazia della McLaren con il nuovo pacchetto da basso carico e si posiziona in testa al primo intertempo con 27″5, al termine del giro chiude con 2 decimi di distacco da Raikkonen

    14:05 - Il primo tempo cronometrato è di Perez (1’27″7), subito scavalcato da Raikkonen (1’26″0). Il finlandese dovrà verificare i progressi della Lotus, apparsa piuttosto in difficoltà al mattino nelle fasi di frenata. Anche la Mercedes di Rosberg ha sofferto diversi bloccaggi e nel primo installation lap è la ripartizione della frenata sotto osservazione nei dialoghi tra box e pilota.

    14:00 – Perez e Raikkonen scendono immediatamente in pista, con la temperatura dell’asfalto che tocca i 40° C, mentre l’aria è a 27° C.

    Classifica prove libere 2 – GP Italia 2012 – Monza

    1. HAMILTON -McLaren- 1:25.290 -32 giri

    2. BUTTON -McLaren- 1:25.328 -35

    3. ALONSO -Ferrari- 1:25.348 -17

    4. MASSA -Ferrari- 1:25.430 -43

    5. ROSBERG -Mercedes- 1:25.446 -41

    6. RAIKKONEN -Lotus- 1:25.504 -42

    7. DI RESTA -Force India- 1:25.546 -40

    8. HULKENBERG -Force India- 1:25.547 -36

    9. PEREZ -Sauber- 1:26.068 -32

    10. SCHUMACHER -Mercedes- 1:26.094 -38

    11. WEBBER -Red Bull- 1:26.104 -35

    12. D’AMBROSIO -Lotus- 1:26.157 -36

    13. VETTEL -Red Bull- 1:26.394 -31

    14. MALDONADO -Williams- 1:26.404 -42

    15. RICCIARDO -Toro Rosso- 1:26.724 -33

    16. KOBAYASHI -Sauber- 1:26.730 -17

    17. SENNA -Williams- 1:26.783 -39

    18. KOVALAINEN -Caterham- 1:26.841 -39

    19. VERGNE -Toro Rosso- 1:26.864 -36

    20. PETROV -Caterham- 1:27.222 -36

    21. GLOCK -Marussia- 1:27.944 -36

    22. PIC -Marussia- 1:27.968 -36

    23. DE LA ROSA -HRT- 1:28.575 -34

    24. KARTHIKEYAN -HRT- 1:28.779 -21