GP Monza F1 2014, passo gara: Bottas il più in forma, Raikkonen come Rosberg

Bottas e la Williams sono i più veloci in assetto da gara dopo le prove libere del Gran premio d'Italia a Monza

da , il

    GP Monza F1 2014, passo gara: Bottas il più in forma, Raikkonen come Rosberg

    La minaccia più seria per le due Mercedes, a Monza, dopo il venerdì del Gran premio d’Italia 2014, arriva dalla Williams. Valtteri Bottas è l’uomo giusto non solo per mettere nel mirino un podio “facile”, ma anche per tentare l’assalto alla vittoria. Leggere i riscontri dei long run con pieno di carburante e gomme medie dà indicazioni chiare sullo stato di forma dei top driver, dati che incrociati con le dichiarazioni di Rosberg – contento della macchina sul giro secco, meno sul passo gara – rendono concreta la minaccia finlandese.

    La qualifica si giocherà sul filo dei centesimi, così un ritardo di 2 decimi potrebbe significare anche quattro posizioni in più sulla griglia, basti osservare il gap tra Vettel e Ricciardo e quanti si sono inseriti in un divario relativamente ridotto. Pensando a domenica, invece, Rosberg ha evidenziato un ritmo da 1’29″ medio. Per seguire il live in diretta web delle qualifiche, basta cliccare qui!

    Guarda anche:

    | ALONSO PARAGONA LA FERRARI AL REAL MADRID |

    Meno costante del solito, con passaggi anche sull’1’30″, assimilabile alle prestazioni marcate da Kimi Raikkonen, in palla con la specifica più morbida tra le due portate dalla Pirelli a Monza. Anche Kimi è sul piede del 29″5.

    Bottas, invece, ha una regolarità invidiabile e decisamente più prestazionale della Mercedes, riuscendo a inanellare per ben 15 giri in sequenza dei tempi da 1’29″ basso.

    | LA CRONACA DELLE PROVE LIBERE 2 DEL GP DI MONZA |

    Dopo Bottas, Rosberg e Raikkonen, spunta la Red Bull di Vettel, protagonista di uno stint a cavallo tra il 29″ medio e il 29″ alto, seguito da Ricciardo, più stabilmente sul 29″8 che non sui parziali del tedesco. Stessa progressione e media da 1’29″ alto per Felipe Massa, tuttavia, il brasiliano ha ottenuto questi tempi con gomme dure.

    | I RISULTATI DELLE PROVE LIBERE 1 A MONZA |

    Le McLaren, apparse veloci al mattino e competitive sul giro singolo, pagano dazio quando caricano carburante e Magnussen non fa meglio di 1’30″ basso.

    Fabiano Polimeni