GP Singapore F1 2011, Vettel: avversari vicini, Ferrari competitiva

Formula 1: Sebastian Vettel vola basso

da , il

    GP Singapore F1 2011, Vettel: avversari vicini, Ferrari competitiva

    Sebastian Vettel può vincere il suo secondo titolo mondiale piloti, secondo consecutivo, già al termine del Gran Premio di Singapore 2011. Per ottenere questo successo con ben cinque gare d’anticipo, il pilota Red Bull, al di là di calcoli strani, sa che deve vincere e sperare che, come è sempre accaduto quest’anno, i rivali si tolgano punti a vicenda e conoscano qualche sfortuna qua e là. In vista delle qualifiche, terreno nel quale ha spadroneggiato alla grande, Vettel predica cautela dimostrando seriamente preoccupato delle performance dei rivali. E’ questo uno dei suoi punti di forza: non abbassa mai la guardia.

    SEBASTIAN VETTEL. Vettel non perde mai la concentrazione. Dà sempre il massimo ragionando gara per gara, Giorno per giorno. Sessione dopo sessione. “Non penso sia giusto parlare di vantaggio – ha dichiarato commentando il miglior tempo delle prove libereil distacco è ravvicinato e dipende da chi era fuori in un certo momento. Ci dobbiamo preoccupare delle prossime prove libere. Poi toccherà alle qualifiche e alla gara. La macchina sembra a posto ma possiamo migliorare ulteriormente. Poi vedremo come sono messi gli altri. Certamente la Ferrari è sembrata molto competitiva”.