GP Spagna F1 2013, Vettel: preoccupano le gomme. Alonso: obiettivo prime 2 file

da , il

    GP Spagna F1 2013, Vettel: preoccupano le gomme. Alonso: obiettivo prime 2 file

    Alonso al mattino, Vettel al pomeriggio. A misurarli col cronometro, servono i millesimi, pochi, contati uno a uno, per capire quanto siano vicini e incerti da prevedere per la pole position.

    Diverso, dopo il venerdì di prove libere del Gran Premio di Spagna 2013, il discorso in ottica gara, perché se la Red Bull va (e anche forte) con le gomme medie, la Ferrari non solo risponde ma alza la voce quando monta le dure. Insomma, domenica la F138 non dovrebbe far differenza di calzature, diversamente dalla RB9, più a proprio agio con il compound medio.

    «Oggi le gomme hanno sofferto più che in Bahrain, qui è l’anteriore sinistra sotto stress. Sarà difficile prendersi cura delle gomme in gara e prevedere adesso quante volte ci fermeremo. In termini di velocità, però, siamo lì insieme ai primi», commenta Vettel dopo il miglior tempo della seconda sessione. Guarda anche:

    Le prime impressioni, poi, sulle Pirelli “modificate”, con un più ampio range termico di impiego, il tedesco dice: «E’ difficile dire molto sulle gomme dure. Non ci aspettavamo miracoli e da quanto s’è visto non credo facciano un’enorme differenza. Vedremo come andranno domenica ma non penso ci aiuteranno così da stravolgere la gara».

    Alonso: calmi e lavorare

    Quei pochi millesimi, diciassette a esser precisi, non possono escludere certo la Ferrari dalla lotta per la pole. Certo, dovendo scegliere tra il mantenere il passo sui long run e pensare a migliorare l’assetto per la qualifica, la risposta è presto data: una Ferrari F138 forte, con tante piccole modifiche tecniche, buona sul passo senza soffrire del passaggio alle nuove gomme dure.

    Predica tranquillità e basso profilo Alonso: «C’è ancora tanta strada fino alle qualifiche e purtroppo abbiamo perso la prima sessione di prove per la pioggia. E’ stato uguale per tutti, ma sarebbe stato utile avere delle informazioni che non abbiamo potuto raccogliere».

    Passa poi a raccontare come si comporta la macchina: «Sembra essere competitiva, anche nei long run: è un inizio positivo. Però, abbiamo avuto tanti venerdì come oggi per poi trovarci in qualifica le Mercedes che volavano o le Red bull davanti a tutti. Dobbiamo restare calmi e analizzare le informazioni raccolte». Se non sarà pole-position, poi, dovrà farsi il massimo per partire entro le prime due file e augurarsi uno start-catapulta in stile 2011. «Sappiamo quanto conti partire dalla prime due file qui a Barcellona. Forse siamo nel gruppo dei primi, ma può essere al primo posto o all’ottavo in 2 o 3 decimi».

    Il nostro Quiz sul GP di Spagna 2013!

    quiz derapate gp spagna f1 2013

    Vi abbiamo mostrato gli orari del GP, la conferenza stampa e le foto provenienti dal circuito. Naturalmente, come ogni settimana, ora tocca al quiz della settimana. Quante ne sai sulla storia del GP di Spagna? Mettiti alla prova!. Per iniziare il nostro quiz, BASTA CLICCARE QUI!