GP di Turchia: i commenti dal podio

da , il

    GP di Turchia: i commenti dal podio

    Questa foto la dice lunga.

    Massa è il ritratto del gasamento. Alonso se la gusta da sotto i baffi. Schumi non sta sorridendo: la sua è una paresi!

    Felipe Massa, 1°:“Questa e’ una giornata incredibile per me, non la dimentichero’ mai. Vincere la mia prima corsa, per di piu’ al volante di una Ferrari e’ qualcosa di storico. In questo momento, il mio pensiero va a tutti coloro grazie al cui aiuto sono riuscito ad essere qui oggi – la mia famiglia, la mia ragazza, i miei amici –e che mi hanno dato la forza per ottenere questo risultato. La squadra e’ stata fantastica, mettendomi a disposizione una macchina perfetta per vincere. Sono molto emozionato e felice. La gara? Ho fatto una partenza molto buona e subito la vettura ha dimostrato di essere ben bilanciata. Alle mie spalle potevo vedere Michael e Alonso lottare fra loro mentre io ero in grado di allungare. Dopo la safety-car e il pit-stop la macchina continuava ad andare bene, come del resto ha fatto per tutta la gara. Ho sempre sognato di guidare una Ferrari e di vincere il mio primo Gran Premio con questa squadra: oggi, quindi, questo sogno e’ diventato realta’. Entrambi i campionati sono ancora aperti: con quattro gare ancora da disputare, possiamo ancora vincere tutti e due i titoli.”

    Fernando Alonso, 2°:”Venerdi’ e durante le qualifiche eravamo ben lontani dalla Ferrari, ma avevamo fiducia che la situazione sarebbe migliorata – e abbiamo dimostrato che la nostra fiducia era fondata. E’ stata una gara normale, spinta al limite, fino al terzo stint, quando e’ diventata tutta una questione di posizione e non soltanto di velocita’. Sapevo che Michael aveva due sole possibilita’ per superare: alla curva n.12 e alla n.14. Cio’ significava che potevo utilizzare il motore per creare un gap maggiore proprio in quei punti, spingendo al massimo nei rettilinei che precedevano le due curve. Questa tattica e’ bastata per mantenere la seconda posizione. Penso che questo pomeriggio abbia anche dimostrato che ci occorreva qualcosa di piu’ per poterci battere con le Ferrari per vincere, ma sono molto ottimista per le ultime gare.”

    Michael Schumacher, 3°:“Prima di tutto, voglio fare le mie congratulazioni a Felipe: anche oggi ha fatto un lavoro fantastico, meritando chiaramente la vittoria. Questo fine settimana le cose non sono andate certo per il verso giusto per me, ieri in qualifica, oggi in gara. Per qualche ragione, la macchina, durante la seconda porzione della corsa, non si comportava tanto bene rispetto a quanto accaduto nelle libere di venerdi’: era molto nervosa e il fatto che fosse piuttosto carica di benzina non ha certo aiutato, cosi’ come il mio errore nella curva 8 al giro 28. Inoltre, il treno di gomme usato in quella fase non era performante come gli altri e si sono anche formate delle bolle. Alla fine, ho cercato di rimanere attaccato al mio avversario per vedere di sfruttare un eventuale errore. Oggi ho perso due punti nella classifica del campionato Piloti ma sono ancora convinto di poter vincere il titolo.”

    Jean Todt:“Siamo felicissimi per la vittoria di Felipe, la prima della sua carriera: ha fatto una bellissima gara, guidando in maniera impeccabile. Oggi avevamo il potenziale per centrare la doppietta ma l’entrata della safety-car al giro 14 ha compromesso le nostre possibilita’ di riuscirci. Il fatto di non aver potuto sfruttare il 100% di quanto avevamo a disposizione non ci fa godere appieno di questa vittoria e del terzo posto ma ci conforta la consapevolezza che abbiamo tutte le carte in regola per riuscirci nelle prossime gare. Sia per Monza che per gli ultimi tre Gran Premi fuori dall’Europa avremo molte novita’ sulla vettura e, grazie al grande lavoro che stanno facendo i nostri partner tecnici, in primis la Bridgestone ma anche la Shell, potremo giocarci al meglio le nostre possibilita’ di vincere entrambi i campionati.”

    Flavio Briatore:”Per il team questa e’ stata una giornata fantastica. Non avevamo le prestazioni per battere la Ferrari in una contesa diretta; ma gli eventi della gara ci hanno aiutato – ed abbiamo sfruttato tutte le occasioni, senza fare errori. Fernando ha guidato come un campione, assorbendo la pressione ed aumentando di nuovo il gap in campionato. Giancarlo ha fatto un’ottima prova dopo un difficile giro di apertura ed ha portato a casa punti preziosi. Complessivamente, questa e’ stata una buona giornata per il Team Renault e siamo ancora in testa in entrambi i campionati. Ora dobbiamo spingere forte nelle prove di questa settimana ed iniziare in testa la gara di Monza.”