GP USA F1 2012, prove libere 2: Vettel ancora al top, Ferrari 3a con Alonso [FOTO]

da , il

    Finisce la seconda sessione di prove libere del Gran Premio degli Usa 2012 di Formula 1 con il miglior tempo di Sebastian Vettel. Il tedesco conferma il primato del mattino nonostante un problema tecnico che gli ha impedito di girare per quasi un’ora. Mark Webber è secondo e ribadisce la supremazia delle Red Bull anche sul circuito di Austin. Fernando Alonso è terzo con una Ferrari che limita a soli 12 millesimi il distacco dall’australiano ma non sembra del tutto a suo agio sul passo gara con le gomme medie. Molto più equilibrata la situazione, invece, con le mescole dure.

    GP USA F1 2012, prove libere 2: classifica dei tempi

    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m37.718 17

    2. Mark Webber Red Bull-Renault 1m38.475s + 0.757 36

    3. Fernando Alonso Ferrari 1m38.483s + 0.765 35

    4. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m38.748s + 1.030 31

    5. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m38.786s + 1.068 32

    6. Felipe Massa Ferrari 1m39.029s + 1.311 33

    7. Nico Rosberg Mercedes 1m39.448s + 1.730 32

    8. Bruno Senna Williams-Renault 1m39.531s + 1.813 38

    9. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m39.653s + 1.935 36

    10. Michael Schumacher Mercedes 1m40.115s + 2.397 30

    11. Kimi Raikkonen Lotus-Renault 1m40.166s + 2.448 32

    12. Pastor Maldonado Williams-Renault 1m40.230s + 2.512 35

    13. Romain Grosjean Lotus-Renault 1m40.2$6s + 2.568 32

    14. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m40.326s + 2.608 35

    15. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m40.435s + 2.717 30

    16. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 1m40.516s + 2.798 32

    17. Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1m40.700s + 2.982 34

    18. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m41.430s + 3.712 35

    19. Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1m42.476s + 4.758 38

    20. Timo Glock Marussia-Cosworth 1m42.652s + 4.934 33

    21. Vitaly Petrov Caterham-Renault 1m42.846s + 5.128 38

    22. Charles Pic Marussia-Cosworth 1m43.538s + 5.820 38

    23. Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 1m44.453s + 6.735 16

    24. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m45.114s + 7.396 20

    ORE 21.30 Finisce la sessione. Le indicazioni del passo gara sembrano descrivere Red Bull e McLaren leggermente più rapide della Ferrari. Alonso perde soprattutto nel terzo settore.

    ORE 21.23 Nessuno si è migliorato. Tutti stanno simulando le condizioni che troveranno ad inizio Gran Premio, vale a dire gomme medie e serbatoi carichi. Alonso prova una nuova traiettoria alla impegnativa curva 19 prima di fare un rapido pit stop.

    ORE 21.15 Webber prosegue. Massa è il primo a tornare in azione. Poi arrivano tutti gli altri. Sarà un gran finale?

    ORE 21.13 Tranne Webber, in questo momento i big sono tutti nel loro box. Si preparano all’ultima uscita.

    ORE 21.09 Incredibile Vettel. Con sole 9 tornate completate è già in grado di salire al comando della sessione rifilando 8 decimi a Webber. Il suo tempo è di 1.37.718. Alonso, intanto, risale in terza posizione a 12 millesimi dall’australiano. Hamilton è quarto a 1 secondo dalla vetta.

    ORE 21.03 Vettel è tornato in pista. Ora è quarto e 4 decimi dal compagno Webber.

    ORE 21.02 Rischio di incidente tra Webber e Petrov a causa di un’incomprensione. Si toccano per davvero, invece, Vergne e Kovalainen con il finlandese che rimedia una foratura. Detriti in pista alla curva 19. Hamilton, intanto, risale in seconda posizione. Nessun miglioramento significativo per i piloti della Ferrari che stanno girando con maggior carico di benzina rispetto agli avversari. Alonso con 26 giri accumulati è il più assiduo in pista, secondo solo a Senna con 29.

    ORE 21.00 Arrivati a due terzi della seconda sessione di prove libere del GP degli USA 2012, la situazione è in rapida evoluzione grazie all’uso da parte di tutti i piloti delle gomme a mescola media. Ecco la classifica dei tempi:

    1. AUS M.Webber Red Bull Renault 1:38.475

    2. BRA F.Massa Ferrari Ferrari 1:39.061 0.59

    3. GBR J.Button McLaren Mercedes 1:39.363 0.89

    4. GBR L.Hamilton McLaren Mercedes 1:39.396 0.92

    5. SPA F.Alonso Ferrari Ferrari 1:39.490 1.02

    6. GER N.Rosberg Mercedes AMG Mercedes 1:39.842 1.37

    7. GER M.Schumacher Mercedes AMG Mercedes 1:40.115 1.64

    8. FIN K.Raikkonen Lotus F1 Renault 1:40.166 1.69

    9. FRA R.Grosjean Lotus F1 Renault 1:40.286 1.81

    10. MEX S.Perez Sauber Ferrari 1:40.425 1.95

    11. FRA J.Vergne Toro Rosso Ferrari 1:40.516 2.04

    12. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes 1:40.700 2.23

    13. GER S.Vettel Red Bull Renault 1:40.790 2.32

    14. AUS D.Ricciardo Toro Rosso Ferrari 1:40.930 2.46

    15. VEN P.Maldonado Williams Renault 1:41.365 2.89

    16. BRA B.Senna Williams Renault 1:41.392 2.92

    17. GBR P.di Resta Force India Mercedes 1:41.430 2.96

    18. FIN H.Kovalainen Caterham Renault 1:42.476 4.00

    19. RUS V.Petrov Caterham Renault 1:42.846 4.37 in pista

    20. FRA C.Pic Marussia Cosworth 1:43.538 5.06 in pista

    21. GER T.Glock Marussia Cosworth 1:43.744 5.27 in pista

    22. JAP K.Kobayashi Sauber Ferrari 1:44.439 5.96

    23. SPA P.de la Rosa HRT Cosworth 1:45.708 7.23

    24. IND N.Karthikeyan HRT Cosworth 1:50.915 12.44

    ORE 20.53 Anche i big passano alla mescola più morbida delle due portate dalla Pirelli: i primi sono Raikkonen, Webber e Alonso. Grazie alle nuove gomme, l’australiano scavalca Massa e si riporta al primo posto con il tempo di 1.38.475.

    ORE 20.50 I piloti cominciano a provare con le gomme medie. Tra questi citiamo Grosjean e Hulkenberg. Problemi agli scarichi sulla Sauber di Kobayashi. Non appare nulla di grave. Discorso diverso per Vettel che solo adesso rientra nell’abitacolo. Non sappiamo quanto dovrà aspettare per tornare in pista.

    ORE 20.45 Ora è Massa a portarsi al comando: 1.39.106 per lui. In precedenza era risalito in terza posizione. Testacoda senza conseguenze per Hamilton che al momento occupa l’ottava posizione a 1,3 secondi dal brasilano.

    ORE 20.40 Webber sigla 1.39.277 e abbassa di 2 decimi il miglior tempo di sessione. Hamilton durante un team radio si lamenta di avere pneumatici freddi come cubetti di ghiaccio.

    ORE 20.35 I tempi riprendono a scendere. Ora è Webber a piazzare la zampata con 1.39.485. Alonso, però, non molla e chiude il suo giro a soli 5 millesimi dall’australiano dando l’impressione di potersi migliorare ulteriormente.

    ORE 20.32 I replay mostrano molti piloti con difficoltà di aderenza. Particolarmente critica è la curva 19.

    ORE 20.30 Arrivati ad un terzo di sessione, nessuno ha ancora montato gomme a mescola media. Con le dure, fino ad ora è stato Rosberg il più veloce seguito da Massa, Raikkonen, Webber, Alonso, Hamilton, Button e Vettel. Questa la classifica completa:

    1. GER N.Rosberg Mercedes AMG Mercedes 1:39.842

    2. BRA F.Massa Ferrari Ferrari 1:40.064 0.22

    3. AUS M.Webber Red Bull Renault 1:40.229 0.39

    4. SPA F.Alonso Ferrari Ferrari 1:40.431 0.59

    5. GBR L.Hamilton McLaren Mercedes 1:40.446 0.60

    6. GBR J.Button McLaren Mercedes 1:40.447 0.61

    7. GER S.Vettel Red Bull Renault 1:40.790 0.95

    8. FIN K.Raikkonen Lotus F1 Renault 1:40.830 0.99

    9. FRA R.Grosjean Lotus F1 Renault 1:40.866 1.02

    10. AUS D.Ricciardo Toro Rosso Ferrari 1:41.203 1.36

    11. FRA J.Vergne Toro Rosso Ferrari 1:41.273 1.43

    12. MEX S.Perez Sauber Ferrari 1:41.319 1.48

    13. GER M.Schumacher Mercedes AMG Mercedes 1:41.550 1.71

    14. GBR P.di Resta Force India Mercedes 1:41.750 1.91

    15. BRA B.Senna Williams Renault 1:42.126 2.28

    16. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes 1:42.203 2.36

    17. VEN P.Maldonado Williams Renault 1:42.287 2.45

    18. FIN H.Kovalainen Caterham Renault 1:43.426 3.58

    19. RUS V.Petrov Caterham Renault 1:43.513 3.67

    20. FRA C.Pic Marussia Cosworth 1:44.169 4.33

    21. JAP K.Kobayashi Sauber Ferrari 1:45.954 6.11

    22. GER T.Glock Marussia Cosworth 1:47.156 7.31

    ORE 20.22 Massa sale in seconda posizione con il tempo di 1.40.064 a 2 decimi da Rosberg.

    ORE 20.17 Il problema sulla macchina di Vettel sembra più serio del previsto. I meccanici sono al lavoro. Il tedesco è fuori dalla vettura.

    ORE 20.14 Il nome del pilota in vetta alla classifica cambia continuamente. Dopo Vettel, richiamato al box per un probabile problema ad un radiatore, si avvicendano al comando Hamilton, Alonso e Rosberg. I tempi si abbassano costantemente. Anche Webber e Button si affacciano nelle zone alte. Il miglior giro al momento è l’1.39.842 del tedesco della Mercedes. Gli altri già citati sono racchiusi in poco più di mezzo secondo. Vettel è scivolato a 9 decimi.

    ORE 20.10 A differenza delle gare precedenti, stavolta nessun pilota fa melina al box. Tutti vogliono completare il maggior numero di chilometri possibile per acquisire dati utili ad interpretare una pista che si mostra decisamente esigente e sfidante. Dopo soli 10 minuti, anche i big hanno già effettuato un buon numero di giri e Sebastian Vettel già si è issato con prepotenza in cima alla classifica. L’impressione è che la Red Bull voglia trovare in fretta il limite della vettura girando a serbatoi scarichi.

    ORE 20.00 Inizia la seconda sessione di prove libere del venerdì del GP degli USA. Novanta minuti a disposizione dei piloti. I primi ad affacciarsi in pista sono i piloti di Sauber, Toro Rosso e Lotus. Un po’ tutti gli altri li seguono a breve per un primo giro di riscaldamento.

    ORE 19.45 Tutto pronto ad Austin dove adesso sono le ore 12.45. I team stanno per riprendere il lavoro di conoscenza con il nuovo circuito delle Americhe, vera novità del calendario 2012 della Formula 1. La temperatura dell’aria è di 19 gradi, quella dell’asfalto si aggira attorno ai 30. Ricordiamo che le mescole portate dalla Pirelli sono le più dure della gamma: Hard Silver e White Medium.

    Sta per cominciare la seconda sessione di prove libere del venerdì del Gran Premio degli USA di Formula 1 2012. Poche ora fa, nell’inedita cornice del Circuito delle Americhe di Austin, in occasione dei primi novanta minuti a disposizione di team e piloti, è stato Sebastian Vettel il più veloce. Il pilota della Red Bull ha rifilato oltre un secondo di distacco al primo degli inseguitori, Lewis Hamilton, e oltre due a Fernando Alonso. Lo spagnolo della Ferrari, unico rivale rimasto da sconfiggere al tedesco prima di diventare tre volte campione del mondo, ha comunque chiuso con il terzo miglior tempo. In questo articolo sarà possibile seguire in diretta scritta gli eventi più importanti che accadranno in pista. Per farlo, è sufficiente ricaricare la pagina.