GP Valencia F1 2012: chi ha paura del caldo?

Formula 1: per il Gran Premio d'Europa 2012 sono previste alte temperature a Valencia

da , il

    GP Valencia F1 2012: chi ha paura del caldo?

    Con la vittoria di Lewis Hamilton a Montreal, la marcia di avvicinamento al GP d’Europa di Valencia ci obbliga a dividere l’equilibrata stagione 2012 di Formula 1 in tre categorie: da una parte ci sono i top team McLaren, Ferrari e Red Bull che con il già citato Hamilton – affiancato da Fernando Alonso e Sebastian Vettel - occupano i primi tre posti della classifica piloti; c’è nel mezzo la Mercedes di Schumacher e Rosberg, sempre pronta ad illudere ma non a convincere al 100%; ci sono, infine, dall’altra parte, Lotus e Sauber che aspirano a togliersi belle soddisfazioni e vedono scalpitare i loro Raikkonen, Grosjean, kobayashi e Perez. Grande alleato di questo terzo gruppo sarà il caldo. Il caldo previsto a Valencia e per il resto della cruciale fase estiva della Formula 1 2012 può rimescolare ancor di più le carte in tavola. Sappiamo, infatti, che sono proprio Lotus e Sauber le monoposto più capaci di conservare la gomma. Come reagiranno i top team? Cosa sarà in grado di tirare fuori dal cilindro la Mercedes? Domande, queste, a cui nessuno sa dare una risposta.

    Lewis Hamilton: “Voglio restare in testa al mondiale”

    Il vantaggio in classifica di Lewis Hamilton alla vigilia del Gran Premio d’Europa è di 2 punti su Fernando Alonso e 3 su Sebastian Vettel. Una miseria. Webber, quarto, è a meno 9. Nico Rosberg a meno 21. Obiettivo dichiarato del pilota McLaren è conservare il primato in vista del Gran Premio di casa, in programma a Silverstone dopo due settimane:“La mia vittoria in Canada è stata gratificante ma non ha cambiato di molto la situazione in classifica - ha dichiarato – è bello essere in testa al mondiale ma due punti di vantaggio su Fernando Alonso non sono nulla soprattutto se ci sono tanti piloti in lizza: il campionato è ancora tutto da giocare. Spero in un buon risultato per arrivare a Silverstone nella nostra gara di casa ancora in testa al mondiale”. Il campione del mondo 2008 sembra aver capito il segreto per cullare fino in fondo ambizioni di gloria:“C’è poco spazio per tirare il fiato. Penso sia importante accumulare buoni risultati in ogni Gran Premio. Penso che la costanza, piuttosto che un risultato individuale notevole, sarà la chiave per vincere questo campionato del mondo. Quindi, a Valencia puntiamo ad un altro buon piazzamento”. Hamilton non si sbilancia in previsioni. Su un nuovo circuito, su un nuovo asfalto, con nuove condizioni ambientali, tutti i valori in campo saranno nuovamente rimescolati:“Le persone mi chiedono sempre di prevedere cosa accadrà nella prossima gara ma devo sempre dir loro che è davvero difficile fare una previsione accurata”, ha concluso il driver di Woking mantenendo quel basso profilo indossato ad inizio 2012 e che, fino ad ora, ha sicuramente dato ottimi risultati.

    Norbert Haug: “Mercedes bene con il caldo”

    Lewis Hamilton rappresenta, dall’alto della vetta della classifica, colui il quale ha più da perdere in caso di nuovo rimescolamento dei valori in campo ad opera del caldo. Dal suo quinto posto in campionato, invece, Nico Rosberg può essere quello che ci va a guadagnare. A patto, ovviamente, che la Mercedes digerisca bene il clima infuocato che si profila all’orizzonte. Di questo è convinto Norbert Haug:“In Canada la pista aveva una temperatura di 40 gradi ed il ritmo di Nico ha dimostrato che la vettura può fare bene in condizioni estreme”. Altrettanto fiducioso è Rosberg:“La Mercedes è la macchina più veloce del momento ed ho la sensazione che avremmo potuto vincere tutte le gare sin qui disputate se guardiamo al nostro potenziale - ha dichiarato – il caldo delle prossime gare non sarà un problema”. Chi non è preoccupato del caldo, anzi, lo attende come un bambino conta i giorni che mancano al Natale, è la Lotus degli ambiziosi Kimi Raikkonen e Romain Grosjean. Delicata sulle gomme come nessun’altra monoposto, la E20 potrebbe essere l’alleata ideale della Mercedes per mettere in crisi i top team. Staremo a vedere.